The Game Awards 2016

The Game Awards 2018: ecco i possibili giochi che vedremo all’evento

Abbiamo raccolto gli indizi sui probabili protagonisti della "notte degli Oscar" videoludica.

Ci siamo: il 2018 sta per volgere ormai al termine e gli ultimi prodotti rilevanti di un anno davvero spettacolare si apprestano a raggiungere gli scaffali dei negozi di tutto il mondo tra pochi giorni. Eppure, nonostante sia stato uno degli anni più frizzanti e importanti di sempre nella storia dell’industria videoludica, pare esserci ancora spazio per sorprese e annunci che renderanno queste ultime settimane cariche di aspettative verso il 2019.

Quale miglior vetrina per annunciare le novità in arrivo nei prossimi mesi se non i The Game Awards 2018? L’evento, creato dal giornalista Geoff Keighley, ha saputo ritagliarsi anno dopo anno sempre più spazio fino a diventare quello che viene definito “un E3 in miniatura”. Annunci importanti e reveal in anteprima mondiale hanno trasformato gli “Oscar dei videogiochi” in una kermesse di rilevanza internazionale, attorno alla quale il buon Keighley ha saputo cucire idee interessanti, come l’esecuzione delle colonne sonore dei videogiochi con un’orchestra di caratura mondiale e la presenza di ospiti importanti per il patrimonio videoludico.

Quest’anno, però, Keighley ha deciso di alzare ulteriormente la proverbiale asticella, promettendo più di dieci annunci legati ad altrettanti titoli in sviluppo. Raccogliendo gli indizi, i tweet e le voci di corridoio trapelate negli ultimi giorni, abbiamo provato a fare chiarezza sui possibili giochi che vedremo all’edizione di quest’anno. Scopriamoli insieme.

Alien: Blackout

Alien: Blackout

Il primo nome, il più probabile, è quello di Alien: Blackout, nuovo progetto ispirato alla saga cinematografica di Fox. Lo scorso gennaio, infatti, il colosso aveva acquisito il team di sviluppo Cold Iron Studios per lo sviluppo di un nuovo videogioco ambientato nel terrificante mondo di Alien.

Dopo i riscontri positivi ottenuti da Alien: Isolation, Fox ha optato per quello che sembrerebbe uno sparatutto dalla forte componente online, ma al momento in cui scriviamo non ci sono dettagli concreti sulla natura del progetto.

Il motivo principale per cui la presenza di Alien: Blackout ai The Game Awards 2018 sembra certa deriva da un nuovo artwork relativo all’evento che Geoff Keighley ha condiviso sui social network, che con la dicitura Worlds Will Change ha ricordato molto il font utilizzato dalla società Weyland-Yutani nella saga cinematografica di Alien.

Obsidian Entertainment

Il nuovo progetto di Obsidian Entertainment

Grosse aspettative per il nuovo titolo in lavorazione presso gli studi Obsidian Entertainment, autori del mai dimenticato Fallout: New Vegas e della serie Pillars of Eternity.

La software house ha confermato la propria presenza all’evento con un countdown pubblicato sul proprio sito, che mette in risalto uno stile sci-fi retrofuturistico molto simile a franchise come XCOM e soprattutto BioShock. Il bello è che questo progetto, nato prima dell’acquisizione degli studi da parte di Microsoft, sarà prodotto proprio da Take-Two Interactive, che detiene i diritti di entrambi i franchise. Assisteremo finalmente al reveal di un nuovo capitolo della saga creata da Ken Levine?

Certo, non sarebbe la stessa cosa senza il creatore della utopistica città di Rapture, ma dalla sua Obsidian può contare sull’apporto dei co-creatori di Fallout, Tim Cain e Leonard Boyarsky, entrambi coinvolti in questo nuovo progetto.

Anthem

Anthem

Un altro progetto la cui presenza è stata confermata ufficialmente è Anthem, lo sparatutto online di BioWare che sarà disponibile a febbraio su PC e console. La software house ha promesso il reveal di un trailer ufficiale dopo il teaser dei giorni scorsi e l’apertura delle registrazioni alla beta a numero chiuso.

Gli autori di Mass Effect si focalizzeranno dunque sul gameplay e mostreranno verosimilmente una nuova porzione della mappa esplorabile con i quattro strali, esoscheletri futuristici che potrete utilizzare nei panni di uno Specialista. Sarà una buona occasione per valutare effettivamente se il gioco ha subito un downgrade rispetto al primo, incredibile video mostrato all’evento EA Play lo scorso anno.

Dragon Age: Inquisition

Il nuovo Dragon Age

BioWare sarà presente ai The Game Awards ufficialmente per parlare di Anthem, ma nei giorni scorsi Casey Hudson ha rivolto un messaggio ai fan di Dragon Age promettendo novità in merito al nuovo episodio attualmente in lavorazione.

Hudson ha confermato che i primi dettagli sul progetto, tra cui verosimilmente il titolo e un teaser trailer, saranno svelati nel mese di dicembre, e ancora una volta la vetrina dell’evento condotto da Keighley sembra la migliore in assoluto per presentare un progetto molto atteso dagli amanti dei giochi di ruolo fantasy.

Plants vs Zombies Garden Warfare 2 - Hands on X1

Plants vs. Zombies: Garden Warfare 3

Nonostante i due titoli sviluppati da BioWare, Electronic Arts potrebbe avere in serbo anche il reveal del nuovo sparatutto fuori di testa creato da PopCap Games che vede l’eterna lotta tra piante e zombie.

Dopo essere stato scovato tra le pagine di un fumetto, di Plants vs. Zombies: Garden Warfare 3 se n’erano perse letteralmente le tracce fino a qualche giorno fa, quando sui profili social ufficiali della serie è comparso un nuovo teaser che lascia intendere l’annuncio di un nuovo progetto nei prossimi giorni.

Death Stranding

Death Stranding

Grande protagonista nel trailer di presentazione dei The Game Awards 2018 è stato proprio Death Stranding, misterioso progetto concepito da Hideo Kojima dopo l’abbandono di Konami e l’addio al franchise Metal Gear.

Considerato il grande rapporto d’amicizia tra Kojima e Geoff Keighley, nonché la presenza del gioco a tutte le edizioni passate dell’evento, siamo abbastanza certi che il responsabile degli studi Kojima Productions farà una fugace apparizione per mostrare un nuovo filmato del videogioco con protagonisti Norman Reedus e Mads Mikkelsen, svelando auspicabilmente la vetrina di lancio per l’esclusiva PlayStation 4.

The Avengers

The Avengers Project

Con tutta probabilità assisteremo alla presentazione ufficiale del videogioco ufficiale degli Avengers in lavorazione presso Crystal Dynamics, gli autori di Tomb Raider.

Il motivo è presto detto: i fratelli Joe e Anthony Russo, registi di Avengers: Infinity War e della prossima pellicola dedicata ai fumetti Marvel, saranno ospiti di Keighley ai The Game Awards 2018.

Considerando l’imminente presentazione del secondo trailer di Captain Marvel e il susseguente reveal del nuovo film degli Avengers nelle 48 ore successive, è molto probabile che Marvel voglia cavalcare l’onda dell’entusiasmo per mostrare i frutti del lavoro di Crystal Dynamics dopo la clamorosa assenza allo scorso E3 2018.

Trattandosi di una manifestazione decisamente di nicchia per un film della portata del prossimo Avengers, è decisamente poco probabile che i due registi possano svelare ai The Game Awards 2018 il primo trailer del lungometraggio che seguirà gli eventi di Infinity War (d’altronde, c’è un motivo se il nuovo trailer di Captain Marvel sarà mostrato durante l’intervallo del match NFL di stanotte tra Eagles e Redskins), per cui è lecito attendersi la presentazione del videogioco ufficiale dedicato ai Vendicatori e una possibile vetrina di lancio.

Lo sviluppo di Borderlands 3 inizierà dopo i DLC diBattleborn

Borderlands 3

Okay, questa è di quelle pesanti: è ormai risaputo che Gearbox e Take-Two siano al lavoro su Borderlands 3, ma resta ancora da capire quando Randy Pitchford e soci decideranno di mostrare l’attesissimo terzo capitolo della saga ruolistica.

Lo stesso Pitchford ha pubblicato sul proprio profilo Twitter un post in cui ha fatto continui riferimenti al numero “3”, quasi a voler indicare che i tempi potrebbero essere finalmente maturi per il reveal del terzo episodio di Borderlands.

Fin qui nulla di strano, se non fosse che, probabilmente a causa di tutte le indiscrezioni sui possibili giochi mostrati ai The Game Awards, o forse per l’eccitazione che generalmente precede il reveal di un grosso progetto come Borderlands 3, Pitchford ha pubblicato un secondo tweet in cui svela come il clima sia del tutto simile a quello che si respira pochi giorni prima di ogni E3.

Che Gearbox possa effettivamente fare una comparsa all’evento? Considerando la probabile presenza di Take-Two per presenziare all’annuncio del progetto di Obsidian, non escluderemmo del tutto questa eventualità.

The Last of Us: Part II

The Last of Us: Part II

Con Sony che ha annullato l’evento PlayStation Experience di quest’anno, Naughty Dog potrebbe scegliere di presentare un nuovo trailer di The Last of Us: Part II in occasione dei Game Awards 2018, così da mantenere elevata l’attesa nei confronti di uno dei titoli più desiderati del 2019.

Come nel caso di Death Stranding, anche The Last of Us: Part II compare nella stragrande maggioranza del filmato di presentazione dell’evento e per questo motivo non escluderemmo a priori la presenza della software house californiana.

Sebbene Keighley abbia più volte rimarcato che quanto mostrato nel video non deve rappresentare un “teaser” di cosa sarà effettivamente svelato durante la manifestazione, un possibile trailer del gioco focalizzato sul personaggio di Joel o un nuovo video gameplay caratterizzato dallo stesso grado di brutalità di quello mostrato all’E3 farebbe certamente esplodere l’entusiasmo in sala.

Mortal Kombat XL

Mortal Kombat 11

Al momento si tratta solo di una indiscrezione (riportata, peraltro, da una fonte controversa come 4chan), ma sembrerebbe che NetherRealms Studios possa essere al lavoro su Mortal Kombat 11, nuovo capitolo della brutale saga picchiaduro creata da Ed Boon.

Stando alle voci, il progetto sarebbe sviluppato attorno al motore Unreal Engine 4 e vedrebbe tre personaggi al centro di una nuova storyline, con il supporto a una modalità cooperativa di tipo drop-in/drop-out. I tempi sono effettivamente maturi per un nuovo episodio della saga, dopo che il team di sviluppo ha supportato a dovere il recente Injustice 2 con una serie di DLC ed eventi eSports.

Crash Team Racing

Crash Team Racing Remastered

Bomba dell’ultimo minuto è la possibile presenza di una edizione rimasterizzata di Crash Team Racing, folle gioco di guida arcade ispirato a Crash e tutta la combriccola creata da Naughty Dog, che potrebbe tornare in una versione Remastered su PlayStation 4.

L’indiscrezione, già trapelata nei mesi scorsi, è tornata in auge dopo che una pagina Facebook dedicata alla saga Crash ha aggiornato l’immagine di copertina con la bandiera a scacchi di Crash Team Racing, opportunamente riproposta in alta definizione. Sarà uno degli annunci ai The Game Awards 2018?

Rocksteady Studios

BONUS: Superman: World’s Finest

Sì, lo sappiamo: Rocksteady ha già annunciato che non sarà presente ai Game Awards 2018 e che il suo nuovo progetto non sarà focalizzato sul personaggio di Superman… eppure qualcosa non torna.

La software house londinese capitanata dal director Sefton Hill manca dalla scena da diverso tempo, e nonostante le voci su un possibile progetto destinato alle console di prossima generazione, crediamo in realtà che il lancio del nuovo titolo del team britannico possa essere più vicino di ciò che sembra.

Non è da sottovalutare l’eventualità che Rocksteady abbia preferito smentire le voci sulla possibile presentazione del suo nuovo titolo con un paio di giorni d’anticipo per frenare gli entusiasmi e permettere ai fan di riporre le speranze su altre voci di corridoio, per poi sorprendere tutti con un annuncio ormai insperato.

Che poi si tratti effettivamente di un gioco basato sull’Uomo d’Acciaio o sul chiacchierato open-world con protagonisti Superman, Batman e il suo aiutante Robin resta tutto da vedere, ma non escluderemmo anche l’ipotesi del gioco di ruolo ispirato al franchise Harry Potter, essendo il team di proprietà del gruppo Warner Bros.

Tom Clancy's Splinter Cell

BONUS: Tom Clancy’s Splinter Cell

Anche in questo caso, stiamo dando per buono il fatto che il trailer mostrato da Geoff Keighley nascondesse in realtà qualche indizio sui prodotti che saranno mostrati durante la manifestazione, anche perché nell’ottica dei titoli inclusi nel filmato avrebbe decisamente poco senso il DLC di Ghost Recon Wildlands dedicato a Splinter Cell e al suo protagonista, l’agente Sam Fisher.

Del nuovo capitolo della saga stealth targata Ubisoft si parla ormai da tanto, troppo tempo… e ripetutamente i fan dello “spettro” tornano a casa delusi dall’ennesima esclusione di Sam Fisher dai progetti della software house. Sarà questa la vetrina giusta per il ritorno di Splinter Cell? Non ci resta che attendere il 7 dicembre per scoprirlo.

The Time Machine - Assassin's Creed

BONUS: Assassin’s Creed Compilation

Una notizia fresca delle scorse ore è legata al possibile debutto di una sorta di antologia di Assassin’s Creed che, oltre a PS4 e Xbox One, uscirà per la prima volta anche su Nintendo Switch.

Al momento in cui scriviamo si sa poco o nulla di Assassin’s Creed Compilation, se non la possibile vetrina di lancio fissata a fine marzo, ma i The Game Awards sembrano la vetrina più logica per annunciare l’arrivo di un franchise così importante sulla console ibrida di Nintendo. Resta qualche dubbio su quelli che saranno gli episodi inclusi in questa raccolta, dal momento che sembra davvero difficile che Ubisoft sia riuscita a “comprimere” e condensare due giochi imponenti come Origins e Odyssey in un hardware dalla potenza tutto sommato modesta come Switch.

Tuttavia, visti gli ottimi risultati di porting recenti come DOOM, Wolfenstein e Warfarem, non è da escludere che Ubisoft possa essersi rivolta a uno dei team specializzati nell’hardware di Nintendo e sviluppare una conversione miracolosa per Switch delle avventure di Bayek e Kassandra o Alexios.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed