Dragon Age 4

E3 2019: tutti i giochi che non vedremo alla fiera di Los Angeles

Da Beyond Good & Evil 2 al nuovo Need for Speed, ecco i giochi che sfortunatamente non saranno mostrati all'evento.

Si avvicina sempre più l’inizio della fiera più importante dell’anno per il mondo dei videogiochi… e mentre in casa VGN si preparano le valigie e stabiliscono gli ultimi dettagli del nostro programma all’E3 2019, ricco di tanti giochi che proveremo per voi in anteprima, la testa va a tutti quei giochi che per un motivo o l’altro, non saranno mostrati a Los Angeles dai rispettivi publisher.

In questo articolo, abbiamo voluto riassumere i prodotti che non saranno certamente presenti alla kermesse losangelina (ma non temete, c’è davvero tantissima carne al fuoco su cui concentrarsi!), ma prima di cominciare vi invitiamo ad aggiungere ai preferiti il nostro hub dedicato all’E3 2019, che già da domani comincerà a popolarsi con nuovi contenuti dedicati alla fiera.

E3 2019: tutti i giochi assenti

Starfield

Bethesda

Togliamoci subito il dente: Bethesda ha confermato che The Elder Scrolls VI e Starfield (a meno di sorprese dell’ultimo minuto) non saranno mostrati all’E3 2019, dal momento che la presentazione all’edizione dello scorso anno era da intendersi solo ed esclusivamente come “conferma” della loro effettiva esistenza.

Considerato lo stato embrionale di entrambi i progetti, è lecito immaginare che Bethesda possa mostrare un primo assaggio dei due giochi all’E3 del prossimo anno e svelare un lancio su console di nuova generazione.

Need for Speed Payback

Electronic Arts

Tecnicamente, tutti i giochi di Electronic Arts sono mostrati in una fiera parallela che precede l’E3, ma pignoleria a parte ci sono un paio di novità molto attese del catalogo di EA che purtroppo non saranno presenti all’evento di Los Angeles. Tra queste, quella più rilevante è certamente l’assenza di Dragon Age 4, il cui sviluppo è stato recentemente iniziato da capo dopo il ciclone che ha colpito BioWare a causa del disastroso lancio di Anthem.

Un altro gioco che non ci sarà, nonostante il debutto sia comunque previsto per la fine dell’anno, è il nuovo Need for Speed: per celebrare il venticinquesimo anniversario dalla nascita della saga, gli sviluppatori di Ghost Games hanno preferito saltare la fiera di Los Angeles e mostrare qualcosa di più concreto che una demo acerba o un video in computer grafica. La Gamescom 2019 di Colonia resta la vetrina più probabile, sebbene Electronic Arts abbia dimostrato di poter gestire un lancio a sorpresa senza il minimo bisogno di preavviso con il più recente Apex Legends.

Metroid Prime 4

Nintendo

La casa di Kyoto ha confermato che quest’anno la sua attenzione sarà rivolta esclusivamente a quei giochi in arrivo entro la fine del 2019. Ed è per questo che, volenti o nolenti, dovremo trascorrere un altro anno senza uno straccio di sequenze di gioco di Metroid Prime 4, il cui sviluppo ha subito un reboot solo qualche mese fa dopo il concept ritenuto insoddisfacente dai vertici di Nintendo. In tal senso, sono altri i giochi dell’azienda nipponica che rischiano di non essere mostrati alla fiera, ma allo stato attuale non siamo in grado di fornire una lista concreta di ciò che sarà effettivamente presentato al Direct di quest’anno.

The Last of Us: Part II

Sony Interactive Entertainment

Che Sony e PlayStation avessero rinunciato all’E3 era una cosa nota da tempo, ma resta il fatto che si tratta di un evento più unico che raro nella storia della manifestazione organizzata dall’ente ESA e che l’assenza di titoli come Concrete Genie, Death Stranding, Ghost of Tsushima e The Last of Us: Part II non passerà di certo inosservata, nonostante i grandi prodotti che saranno presentati in questa edizione.

D’altro canto, però, anche Sony ha dimostrato di non avere realmente bisogno di un evento come l’E3 per riuscire a comunicare con la propria community, e in tal senso il secondo episodio di State of Play e l’eccezionale campagna di presentazione di Death Stranding sono state l’ennesima prova di assoluto dominio da parte della casa nipponica in questa generazione.

Beyond Good & Evil 2

Ubisoft

Per quanto riguarda Ubisoft, sono due i giochi che certamente non saranno presentati alla fiera o che non faranno un’apparizione durante la propria conferenza. Il primo è Beyond Good & Evil 2, il quale sarà tuttavia presentato con un evento in streaming qualche giorno prima dell’inizio dell’E3. Una mossa che, se l’intuito non ci inganna, conferma uno stato dei lavori non proprio avanzato e che lascia intendere un lancio fissato al prossimo anno fiscale (nel migliore dei casi).

L’altro grande assente tra i titoli più attesi del catalogo di Ubisoft è Skull & Bones, il titolo piratesco nato da una costola di Assassin’s Creed IV: Black Flag che, dopo uno sviluppo a dir poco tortuoso, è stato nuovamente rinviato da Ubisoft per consentire al team di sviluppo tutto il tempo necessario a dar vita alla propria “visione”.

Batman: Corte dei Gufi

Le terze parti

Sono molte le aziende che lavorano a progetti interessanti, ma che sfortunatamente non saranno presenti alla fiera di Los Angeles. Tra queste, spicca certamente Rocksteady Studios: il team autore della saga Batman: Arkham è impegnato da cinque anni in un nuovo, misterioso progetto che sarà lanciato verosimilmente sulla prossima generazione di console. Che si tratti di un nuovo capitolo di Batman, di un progetto sulla Justice League o sul chiacchierato gioco di ruolo di Harry Potter non è dato saperlo, dal momento che la software house ha confermato l’assenza alla fiera di quest’anno.

Un altro team che non sarà a Los Angeles è Turtle Rock Studios, autori di Left 4 Dead ed Evolve: il team di sviluppo ha confermato che, sebbene i lavori sul nuovo progetto Back 4 Blood proseguano senza problemi, l’azienda non sarà all’E3 2019. Il reveal del gioco avverrà nei prossimi mesi.

LEGGI ANCHE

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed