The Switch Countdown

Tra esattamente un mese sarà il primo compleanno di Switch: il primo anno in compagnia della nuova console di Nintendo è letteralmente volato, con un susseguirsi di sorprese, record di vendite e apprezzamenti per quella che è una piattaforma in continua evoluzione. In quasi dodici mesi abbiamo assistito all’annuncio di sorprese più o meno inconsuete, come il recente Nintendo LABO, ma soprattutto all’esordio di tantissimi giochi, motivo che ha decretato il successo globale della console e portato a un notevole supporto da parte delle aziende third-party. Proprio questo aspetto era ciò che nell’era di Wii U era mancato a Nintendo, portando alla prematura morte di una console dal grande potenziale ma abbandonata al suo triste destino. Lo stesso non può dirsi per Switch, che in meno di un anno ha già superato le vendite globali di Wii U e raggiunto accordi importanti come l’esclusività di Bayonetta 3.

Con questo speciale, noi di VGN vogliamo celebrare, raccontare e anche ripassare quello che è stato quest’anno dal punto di vista della console e dei giochi usciti. Il 20 ottobre 2016, Nintendo annunciò con questo trailer la sua nuova creatura affermando che avremmo potuto metterci le mani sopra nei primi mesi dell’anno successivo.

Via alle prenotazioni e alla ricerca di notizie e indiscrezioni su questa strana console ibrida della Grande N. Le domande sono tante e le risposte iniziano ad arrivare mese dopo mese sempre più frequentemente, i Nintendo Direct svelano le particolarità della console, i titoli di lancio e quelli che ci aspetteranno nei mesi a venire.

Insieme a questi dettagli ecco spuntare i primi dubbi dei futuri utenti della console, i titoli sembrano essere pochi e il supporto dalle terze parti non fa ben sperare. Per un attimo, ci viene da pensare all’insuccesso di Wii U, come già detto incapace di sopravvivere e risplendere a causa di un supporto praticamente inesistente da parte di team esterni alla casa giapponese.

Con grande sicurezza, però, Nintendo prepara una dettagliata presentazione nei primi giorni del 2017, offrendoci una marea di dettagli sulle peculiarità di Switch e regalandoci una speranza, quella data dal suo background e da quella pesante eredità che in 30 anni di console non può mancare.

Nintendo Switch

Guardando le cose come stanno oggi, l’evoluzione di Switch è stato un fenomeno veramente curioso: il timore del suo fallimento, il clamoroso insuccesso di Wii U alle sue spalle, Nintendo in un periodo di crisi che non aveva mai conosciuto prima. Le premesse, insomma, non erano per nulla buone.

Aggiungiamo poi che il trend sembrava puntare tutto su console sempre più potenti, pronte a sfruttare la più alta risoluzione possibile, ecco che il quadro generale sembra proprio non essere ottimo per una console ibrida dalla potenza non dichiarata. Undici mesi dopo il debutto di Nintendo Switch, sappiamo che le cose sono andate molto diversamente dalle aspettative: il nostro Tommaso ce ne ha parlato giusto poche settimane fa in un interessante editoriale dedicato al peso delle terze parti su Switch, che vi invitiamo a leggere se non l’aveste ancora fatto.

Nintendo, dalla sua, scegliere di rispondere alle accuse con altre video presentazioni che puntano tutto sul fatto che sì, con Switch puoi giocare “dove, quando e con chi vuoi”.

Si parla sempre più della console di Nintendo, il nuovo gioco della serie Zelda sembra promettere davvero bene, sappiamo che potremmo contare su di lui al debutto e nei mesi successivi avremmo potuto mettere le mani su titoli come Mario Kart 8 Deluxe, Splatoon 2 e Super Mario Odyssey. Un anno ricco di titoli sviluppati da Nintendo, ma con date di lancio troppo distanti dalla nostra voglia di giocarci.

Nintendo Switch - Line-up

Pochi giorni prima dell’uscita ecco arrivare il primo unboxing ufficiale della console, quasi a voler ricordare quello in guanti bianchi dell’allora presidente Satoru Iwata, che lo fece per Wii U. Questa volta abbiamo un Satoru Shibata che, tutto sorridente, scarta la nuova console visibilmente emozionato.
Non passa molto da questo video che la console arriva finalmente nei negozi. Iniziano a manifestare difficoltà nel reperire la console, disponibile a singhiozzi in Europa e praticamente introvabile ovunque in Giappone, tanto da far susseguire una serie di notizie inerenti al fatto che Nintendo fosse impreparata a questa immensa richiesta. Con la classica calma che la contraddistingue, Nintendo annuncia che sarebbe già corsa ai ripari aumentandone la produzione.

Mettiamo a caricare Switch nel suo dock e passiamo dunque ai giochi, il vero punto di forza della piccola ibrida. Nonostante i dubbi infatti i titoli usciti sono stati spalmati dal 3 marzo (giorno di lancio della console) fino a Natale in maniera tale da farci avere sempre qualcosa da riscoprire, qualcosa da giocare e  qualcosa da aspettare. Finito un titolo era tempo di passare all’uscita successiva e dedicarsi poi ai DLC o alle aggiunte del precedente, The Legend of Zelda: Breath of the Wild ha avuto un ottimo supporto grazie ai tanti contenuti aggiuntivi nei mesi seguenti al lancio, Splatoon 2 ha un susseguirsi di eventi e aggiunte al gioco da renderlo fresco ogni settimana, ci invoglia ad accendere la console per scoprire cosa stia accadendo, l’arrivo di un titolo del calibro di Super Mario Odyssey prima del periodo natalizio è poi il più grande regalo che Nintendo avesse potuto farci.

Ma non si è trattato solo di giochi Nintendo: visto l’enorme (e forse inaspettato successo di Switch) molti team di sviluppo sono corsi ai ripari annunciando e convertendo i loro titoli di punta per la console, sempre più difficile da trovare. Ecco così susseguirsi annunci di supporto da parte di diverse software house pronte a sviluppare per la piccola macchina ibrida.

Siamo arrivati in fretta ai giorni nostri e, tra titoli usciti, annunciati e imminenti, il successo di Nintendo Switch sembra un inarrestabile flusso di conquiste. Da parte nostra vorremmo accompagnarvi in questa digressione sull’anno passato insieme a Switch segnalandovi i titoli che, a nostro avviso, più di ogni altra cosa hanno reso la console “grande”. Aggiorneremo questo articolo di volta in volta con nuovi titoli andando a concludere lo speciale nel giorno del suo compleanno, il 3 marzo 2018.

1 2