Gamescom 2019 Hub

The Division 2, l’analisi del DLC ‘Spedizione nei sobborghi di D.C.’

Scopriamo nel dettaglio tutte le novità incluse nel primo contenuto aggiuntivo dello shooter di Ubisoft e Massive.

La prima di tre espansioni gratuite di The Division 2 è finalmente disponibile e porta con sé un carico di novità. Disponibile dal 23 luglio su PC, PS4 e Xbox One per i possessori del Pass Anno 1 (dal 30 luglio per tutti gli altri), Spedizione nei sobborghi di D.C. porta nuovi contenuti gratuiti come missioni principali ed eventi, una nuova modalità di gioco e varie migliorie all’esperienza di gioco.

Questo nuovo aggiornamento (Title Update 5) arriva in un momento importante per il titolo, considerando che nell’ultimo periodo, fatta eccezione per il raid Operazione Ore Buie (qui la guida per completarlo), lo shooter online di Ubisoft sembra aver accusato un po’ il colpo a causa della mancanza di contenuti di rilievo nonostante un end-game comunque ricco di attività. Quello che vi proponiamo di seguito è uno speciale dedicato a tutti i contenuti presenti nell’espansione Spedizione nei sobborghi di D.C. per The Division 2, disponibile dallo scorso 15 marzo su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

The Division 2: Spedizione nei Sobborghi di D.C.

A CACCIA DI EMELINE SHAW E ANDREW ELLIS

Come annunciato dai ragazzi di Massive Entertainment, le espansioni di The Division 2 conterranno anche alcune nuove missioni per la campagna principale, che così come le Spedizioni, saranno accessibili raggiungendo l’elicottero nei pressi della Casa Bianca o tramite lo spostamento rapido. Spedizione nei sobborghi di D.C. contiene due missioni inedite, ambientate al di fuori della capitale americana, portando i giocatori a visitare zone inedite come l’Accampamento White Oak.

Situato all’interno di una zona boschiva, quest’area naturale vede la massiccia presenza della fazione Black Tusk, in combutta con l’ex-presidente Andrew Ellis, con quest’ultimo che gode proprio della protezione dell’unità militare in questione. Gli scontri tra i boschi e i laghi spezzano quella monotonia che si avverte combattendo tra le strade e i complessi cittadini, mettendo ancora una volta in risalto l’ottimo lavoro portato avanti in termini di level design. L’obiettivo di questa missione è quello di stanare il traditore facendosi largo tra i soldati Black Tusk, da sempre avversari tosti e che possono contare su armamenti tecnologicamente avanzati.

The Division 2: Spedizione nei Sobborghi di Washington D.C.

L’altra missione è per certi versi ancora più interessante ed è ambientata nello Zoo nazionale Manning. Gli agenti della Divisione saranno così chiamati a dare la caccia a Emeline Shaw, leader dei Reietti, che nel corso delle campagna principale era riuscita a scappare da Roosevel Island, rifugiandosi poi all’interno di uno zoo. L’ispirato level design dell’ambientazione è sicuramente uno dei punti forti della missione, invogliando i giocatori a esplorare uno scenario molto suggestivo e ben realizzato. Lo svolgimento della missione è in linea con le altre missioni della campagna principale, proponendo le varie zone dello zoo da attraversare e liberare dalla presenza dei nemici, per poi affrontare il leader dei Reietti in una boss fight abbastanza ostica.

Ad arricchire il quadro contenutistico troviamo inoltre due nuovi Incarichi Classificati (disponibili esclusivamente per i possessori del Pass Anno 1), ambientati nel Sito NSA B13 e nell’Acquario Centrale. Oltre a fornire una panoramica più ampia dal punto di vista narrativo, queste brevi missioni ricompenseranno il giocatore con nuovi oggetti collezionabili.

The Division 2: Spedizione nei Sobborghi di Washington D.C.

SPEDIZIONE AL KENLY COLLEGE

Con l’arrivo delle Spedizioni, The Division 2 vede l’aggiunta di una nuova modalità che si affianca alla già numerosa quantità di attività presenti nel gioco base e nell’end-game. Si tratta di una serie di eventi gratuiti che vedranno i giocatori impegnati a completare una serie di incarichi in zone inedite di Washington DC come il Kenly College. Questa nuova ambientazione è stata scelta come prima spedizione, e com’è facile intuire dal nome, ci porterà a esplorare l’edificio composto da biblioteche, aule scolastiche e laboratori di scienze, mostrando un buon level design in linea con le altre location presenti nel gioco.

La particolarità di questo evento è il modo in cui è stato strutturato: in questo caso ci verranno dati tre percorsi da completare dopo aver visionato una proiezione ECHO, e a ognuna di esse corrisponde un’area tematica con una serie di obiettivi da portare a termine.

Nel Kenly College avremo a che fare con i Reietti: tra gli incarichi, completabili senza un preciso ordine e anche affidandosi al matchmaking, ci verrà richiesto di attivare e difendere per qualche minuto dei terminali che i nemici tenteranno di distruggere. L’altro obiettivo vede la localizzazione di alcuni esplosivi che porteranno poi alla ricerca di alcune valvole da attivare per fermare l’incendio divampato in seguito all’esplosione. Infine l’ultimo compito offre un buon numero di nemici da eliminare e meccaniche di gioco che prevedono l’attivazione di terminali seguendo un preciso ordine e la difesa di quest’ultimi. A conti fatti le Spedizioni propongono più che altro una nuova attività che purtroppo non riesce a distinguersi dalle altre già presenti, risultando piacevole da giocare soltanto la prima volta. Anche la mancanza di un loot diverso da quello che è possibile recuperare altrove influisce in maniera negativa sul giudizio di questa novità. Di positivo troviamo però elementi secondari come l’aggiunta di nuovi collezionabili e stanze segrete da sbloccare, ma parliamo comunque di aspetti in secondo piano.

Resta da vedere se con le altre Spedizioni in arrivo nelle prossime settimane gli sviluppatori riusciranno a offrire più varietà alle situazioni di gioco e rivedere una struttura che al momento non riesce a intrattenere sul lungo periodo.

The Division 2: Spedizione nei Sobborghi di Washington D.C.

LE ALTRE AGGIUNTE

Contestualmente all’arrivo delle due nuove missioni relative alla campagna principale e della modalità Spedizioni troviamo anche contenuti inediti come armi, equipaggiamento e un nuovo evento. Le tre bocche di fuoco che si aggiungono allarmamentenario sono il Fucile Diamondback, un’arma speciale ideale per gli scontri ravvicinati, il fucile d’assalto Carbine 7 e la Mitragliatrice Stoner, ognuno dotato di talenti unici. Sul versante equipaggiamento invece troviamo l’inserimento dei Guanti speciali della Black Tusk, utili soprattutto per aumentare durata delle abilità e la loro efficacia durante gli scontri.

Insieme all’espansione i giocatori potranno anche partecipare al terzo Evento abiti Onda di calore, che dal 23 luglio al 15 agosto permetterà di sbloccare nuovi outfit e accessori cosmetici a tema estivo ma anche skin per armi e divertenti emote. Tra le altre novità, ci sono aggiornamenti per il raid Operazione Ore Buie che, oltre all’aggiunta del tempo di completamento relativo al sistema di classifiche tra i vari clan, offre il livello di difficoltà Scoperta che abiliterà il matchmaking, come richiesto a gran voce dai giocatori.

The Division 2: Spedizione nei Sobborghi di Washington D.C.

Per finire la patch che ha accompagnato la prima delle tre espansioni del primo anno di contenuti di The Division 2 ha portato con sé numerose correzioni ai problemi noti del gioco e bilanciato armi, equipaggiamenti e abilità. Ora il sistema di crafting permette di ricalibrare le armi costruite nella Stazione del fai da te, trasferire l’armamentario tra i nostri personaggi e creare equipaggiamento di livello 500. Per dettagli approfonditi in merito a tutti i cambiamenti apportati da questo aggiornamento vi invitiamo a visitare le note della patch svelate dagli sviluppatori.

Con l’espansione Spedizione nei sobborghi di D.C. Massive Entertainment ha puntato principalmente sulla quantità anziché sull’inserimento di elementi in grado di tenere occupati i giocatori sul medio periodo. Le due missioni principali rappresentano di certo una gradita aggiunta, soprattutto per quanto riguarda le ambientazioni, tuttavia all’atto pratico le Spedizioni danno pochi validi stimoli per essere rigiocate una volta portate a termine. Principalmente si avverte la mancanza di una modalità a sé stante in grado di offrire loot esclusivo e capace di sviare dalle solite meccaniche shooting, aggiungendo un pizzico di varietà al gameplay, come a suo tempo il team di sviluppo fece con le due espansioni Underground e Lotta per la vita. Per il resto parliamo di aggiunte e contenuti secondari che si esauriscono nel giro di qualche settimana, lasciando il rischio concreto che i giocatori abbandonino nuovamente i server una volta esaurite le novità del DLC.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed