Nintendo Switch

Nintendo potrebbe sfruttare Microsoft Azure per il suo servizio di cloud gaming

Le tre compagnie potrebbero unirsi per contrastare Stadia

Dopo l’annuncio ufficiale di qualche giorno fa sulla collaborazione tra Sony e Microsoft per dar vita alla propria piattaforma di cloud gaming, non sono tardate ad arrivare nuove voci sulle prossime compagnie interessate a questo tipo di servizio.

Secondo le ultime informazioni arrivate tramite Twitter dall’analista David Gibson, anche Nintendo sarebbe intenzionata a realizzare una piattaforma di cloud gaming utilizzando, come Sony, i servizi streaming di Azure creati da Microsoft.

Se la notizia dovesse rivelarsi veritiera, Nintendo potrebbe creare una piattaforma cloud basata sulla tecnologia di Microsoft e permettere verosimilmente al suo servizio di arrivare sulla prossima Xbox. La collaborazione tra le parti potrebbe portare inoltre al lancio dei servizi cloud di Microsoft e Sony su Switch, il tutto al fine di offrire un servizio che possa contrastare quello di Google in arrivo con Stadia.

La collaborazione con Microsoft sembra quella più plausibile per la casa di Kyoto, dal momento che l’infrastruttura creata con Azure e il prossimo xCloud ha già dimostrato di funzionare a dovere con i videogiochi. L’alternativa, al momento, sarebbe rappresentata da Amazon e la sua infrastruttura AWS, che però sembra non convincere particolarmente l’azienda giapponese.

Al momento in cui scriviamo non c’è alcuna conferma in merito, ma a giudicare dai buoni rapporti instaurati da Microsoft e Nintendo negli ultimi mesi, non fatichiamo a credere che tra le trattative intavolate dai due colossi dell’industria videoludica ci sia ben più che l’arrivo di Minecraft, Cuphead e Xbox Live su Switch.

In attesa di maggiori informazioni, che potrebbero arrivare all’E3 2019, vi invitiamo a prendere la notizia con le pinze e aspettare una dichiarazione ufficiale da parte di Nintendo.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed