I 10 momenti più spaventosi in videogiochi non-horror

I 10 momenti più spaventosi nei videogiochi non-horror

Fantasmi, scheletri e demoni popolano le stradine di ogni strada americana in questo periodo dell’anno. In delle piccole città brulicanti di caramelle e costumi si festeggiano gli ectoplasmi mentre qualcuno, da qualche parte, nel suo appartamento pieno di poster cinematografici mette a tutto volume la colonna sonora di Ghostbusters prima di iniziare una mega maratona (ma senza il reboot, quello meglio evitarlo). Halloween, signori e signore, è un rito ormai sacro nel panorama di noi “nerd” affezionati al pari degli infanti a stelle e strisce, nonostante in Italia non si festeggi in una maniera così plateale.

In un’occasione così tetra e spaventevole, tutti i siti di videogiochi che si rispettino propongono approfondimenti dedicati ai giochi horror più famosi. Ma, diciamocelo onestamente, è una musica già sentita diverse volte. Questa volta, noi di VGN.it abbiamo deciso di raccogliere in una personalissima classifica i 10 momenti più spaventosi vissuti in videogiochi che erano tutt’altro che appartenenti al genere horror. Vi avvisiamo però: quanto state per leggere potrebbe rievocare traumi, paure e disturbi sopiti. Continuate a vostro rischio e pericolo!

VAI ALLA PROSSIMA PAGINA PER LE POSIZIONI #10-8

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed