Cyberpunk 2077

Museo Videoludico #13 – Le Lame Mantis di Cyberpunk 2077

Nel mondo creato da Mike Pondsmith le protesi cibernetiche assumono moltissime forme, ma le più pericolose sono certamente le Mantis Blades di Arasaka.

Torna la nostra rubrica dedicata alle curiosità e ai misteri legati a oggetti, personaggi o concetti che rendono i videogiochi così unici e affascinanti. Come parte della Cover Story su Cyberpunk 2077, il nuovo episodio di Museo Videoludico vi porta direttamente nel futuro, alla scoperta di un luogo in cui la robotica ha fatto passi da gigante e gli uomini sono diventati tutt’uno con le macchine.

Se pensate che il futuro che ci aspetta sia roseo, vi sbagliate: secondo la visione di CD Projekt Red e dell’opera creata da Mike Pondsmith con il pen & paper Cyberpunk 2020, la realtà è divenuta dicotomica, con il grigio buio dei quartieri malfamati da un parte e gli sgargianti neon delle zone ricche dall’altra. A fare la loro comparsa protesi inquietanti dalle forme animalesche, proprio come le Lame Mantis viste sin dai primi materiali che il team polacco ha condiviso su Cyberpunk 2077. Abbiamo voluto analizzare l’incredibile arma del protagonista V e la sua provenienza.

Cyberpunk 2077
Lo schema con gli elementi principali che caratterizzano le lame, prodotte nel gioco dall’azienda Arasaka.

Come dicevamo in apertura, le prime testimonianze delle Lame Mantis sono arrivate con il teaser trailer di Cyberpunk 2077, quando un’affascinante quanto misteriosa ragazza estraeva dalle braccia una coppia di lame ricurve. Questa incredibile e letale arma, costruite da Arasaka, permette a chiunque la utilizzi di compiere silenziosamente il lavoro assegnatogli, lasciando sulla scena del crimine solamente un corpo esanime con un profondo taglio sulla gola.

Le Lame Mantis che potremo equipaggiare sul nostro personaggio sono caratterizzate da una forma a falce leggermente affusolata. Questa forma è stata concepita per poter far combaciare la lama con la forma convessa del braccio: una lama dritta non sarebbe risultata comoda per la comoda, in quanto non andrebbe a combaciare col suddetto braccio. Le Mantis sembrano realizzate in un materiale in simil-acciaio, reso tagliente da una lavorazione a dir poco sopraffina. A coadiuvare nei movimenti e nell’apertura dell’arma intervengono dei servomotori specializzati per il dispiegamento rapido.

Come ci è stato detto durante la chiacchierata con il level designer di CD Projekt Red Max Pears, le Lame Mantis non serviranno solamente a colpire ferocemente il cattivo di turno per farlo stramazzare al suolo. A quanto pare, questa temibile arma permetterà di arrampicarsi in postazioni elevate: tale possibilità rappresenta un notevole vantaggio tattico, specie nelle missioni dove è richiesta una maggiore discrezione. Tuttavia, le lame non sono esenti da possibili attacchi da parte dei Netrunner, che potrebbero bloccare l’estensione delle stesse compromettendo un’eventuale vittoria ormai certa. È quanto la software house ha mostrato sul finire della demo all’E3 2019, quando la Netrunner Bug blocca le Lame Mantis del protagonista V dopo una missione andata a male.

Cyberpunk 2077
Le Lame Mantis nell’illustrazione dell’utente AgusSW.

Le Lame Mantis si riferiscono palesemente alle mantidi del mondo animali, insetto noto per la sua fatale bellezza. La mantide religiosa (nota con la dicitura latina Mantis Religiosa, o mantide europea) è riconosciuta in tutto il mondo per la particolarità dei suoi arti uncinati. Queste zampe anteriori sono seghettate, aspetto che contribuisce a rendere la presa sulla vittima ancora più forte. L’unione tra la forma a falce e la parte inferiore a sega permette alla mantide di raggiungere, grazie all’incredibile estensione, la preda e afferrarla senza lasciare scampo. L’esito è ovvio, con la vittima ormai sotto il giogo dell’assassina verde.

Museo Videoludico #13 - Le Lame Mantis di Cyberpunk 2077

La mantide è anche nota per la pericolosa attrazione che esercita nei maschi della specie. Infatti, durante l’accoppiamento, il maschio non sa a quale destino va incontro e durante l’atto, la femmina morde la testa del maschio, che è spinto a fecondarla compulsivamente: secondo una recente ricerca, infatti, questo gesto è un modo per velocizzare la fecondazione. Non sarebbe banale assistere a una strategia del genere durante una delle quest nascoste a Night City, la città che farà da contorno all’avventura di Cyberpunk 2077, magari offrendo un approccio più marcatamente stealth, con V che potrebbe tentare di ammaliare il bersaglio e, una volta raggiunto l’obiettivo, finirlo in modo silenzioso, lasciandosi dietro il malcapitato di turno che si è messo contro gli interessi del (o della) protagonista.


Questo articolo fa parte della nostra Cover Story di Cyberpunk 2077. Per approfondire la conoscenza con il gioco di ruolo di CD Projekt Red, non perdete il nostro hub dedicato!

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed