Sono passate ormai più di due settimane dell’uscita ufficiale dell’espansione di The Elder Scrolls: Legends, dal titolo Casate di Morrowind. Indubbiamente le novità introdotte dall’espansione sono molte, a cominciare dalla possibilità di creare mazzi a tre colori, proseguendo con le nuove abilità, e per finire l’introduzione di nuovi minigiochi per la campagna single-player. Ed è proprio dal fondo che voglio partire per analizzare le novità della nuova espansione per il gioco di carte ispirato alla famosa saga ruolistica di Bethesda.

The Elder Scrolls: Legends - Casate di Morrowind

I PUZZLE DI CAIUS

I minigiochi di Caius sono composti da una serie di livelli in cui dovremo essere abili a risolvere delle particolari situazioni di gioco e soddisfare di volta in volta le consegne dateci, come ad esempio vincere in un turno, oppure sopravvivere fino a quello successivo. Senza dubbio sono estremamente stimolanti, e spesso molto complessi da risolvere, ma purtroppo l’esperienza di gioco viene facilmente minata dai requisiti necessari ad accedervi. Infatti tali minigiochi sono molto costosi, ben 1500 monete per ogni set di 10 livelli, quindi escludendo il primo gratuito, sono necessarie un totale di 3000 monete per completarli tutti, e le ricompense sono decisamente inadeguate al costo: si parla di 100 gemme dell’anima e cinque pacchetti per ciascun set di minigiochi con l’aggiunta, solo al completamento di tutti i set, della carta leggendaria Caius.

L’utilità di questi puzzle game o perlomeno di quello sapientemente fornitoci gratuitamente, è innegabile. Dopo aver risolto i primi livelli saremo infatti pronti a buttarci nella mischia delle partite competitive forti di aver ormai appreso tutto quello che c’era da sapere sulle nuove abilità e le meccaniche che gli ruotano attorno. Per quanto riguarda le abilità, invece, si tratta di qualcosa di decisamente riuscito. Non sono semplici effetti, bensì introducono nuove meccaniche legate alle nuove casate ispirate a Morrowind, di cui vi abbiamo già parlato in un approfondimento con le spiegazioni di tali abilità e i relativi effetti.

The Elder Scrolls: Legends - Casate di Morrowind

NUOVI MAZZI

L’attenzione principale però è stata rivolta a quello che tutti si aspettavano avrebbe segnato un nuovo inizio per il gioco Bethesda: la possibilità di creare e giocare mazzi tricolore. Effettivamente questa innovazione sembra aver portato freschezza in un meta stagnante da troppo tempo, anche se non in maniera così netta ed evidente come ci si sarebbe aspettati, soprattutto per il fatto che a questa meccanica sono stati posti sin dall’inizio dei limiti ben precisi, primo tra tutti il fatto di non poter costruire un classico mazzo da 50 carte, ma obbligando i giocatori a inserire un minimo di 75 carte per poter giocare tre colori contemporaneamente; inoltre i colori non possono essere abbinati a libero piacimento, ma ci sono casate prestabilite per l’abbinamento delle carte.

Due limiti ben precisi che si sono resi necessari per non tagliare del tutto fuori l’uso dei vecchi mazzi bicolore, che dunque perseverano anche in questo nuovo meta e, attualmente, risultano ancora estremamente performanti, in maniera anche maggiore rispetto ai nuovi mazzi. Per iniziare Bethesda ci mette a disposizione nel negozio una serie di cinque mazzi precostituiti, uno per ciascuna casata, facilmente acquistabili al prezzo di 1000 monete (o 7,99 euro), nei quali troveremo un totale di 75 carte comprensive di una carta leggendaria di classe specifica.

The Elder Scrolls: Legends - Casate di Morrowind

ARENA COMPETITIVA

Come già accennato nei nostri precedenti articoli, l’espansione Casate di Morrowind ha portato con sé ritocchi anche nel mondo dell’arena competitiva, con delle modifiche alle carte disponibili nel pool iniziale, tagliando di fatto fuori alcuni interi set di carte, e soprattutto nella probabilità di determinati drop. Tuttavia queste modifiche non inficiano in alcun modo l’esperienza di gioco che rimane perfettamente equilibrata anche con l’introduzione delle nuove carte.

Per quanto riguarda il comparto tecnico nulla da eccepire. Il gioco si mantiene di una qualità elevatissima, sia dal punto di vista grafico, con gli effetti speciali che accompagnano l’uso delle carte, sia dal punto di vista sonoro, con il doppiaggio delle nuove carte a dir poco fenomenale sia in italiano che in lingua originale, a cui si aggiunge la nuova colonna sonora che accompagna il giocatore fino all’inizio di un match, capace di raggiungere e mantenere un tono di epicità davvero unico.

The Elder Scrolls: Legends - Casate di Morrowind
The Elder Scrolls: Legends – Casate di Morrowind
GIUDIZIO
Quanto detto finora è molto probabilmente dovuto al fatto che Casate di Morrowind è un’espansione per così dire di transizione, che introduce lentamente i giocatori alle nuove meccaniche senza obbligarli, di colpo, ad abbandonare uno stile per approcciarne uno nuovo e mai sperimentato. Se questo era il suo intento stavolta Bethesda ha davvero fatto centro, tirando fuori dal cilindro un prodotto nuovo e originale nel contesto in cui viene lanciato, capace di rinnovare senza stravolgere un gioco ormai consolidato, in cui portare nuovi contenuti senza rischiare di scontentare i più non è di certo impresa da poco. Nonostante tutto siamo ancora all’inizio dell’era targata Casate di Morrowind, ma per quanto visto finora potrebbe essere l’inizio di un nuovo modo di vivere il mondo di The Elder Scrolls: Legends.
GRAFICA8.5
SONORO9
LONGEVITÀ7.5
GAMEPLAY8.5
PRO
Nuove abilità davvero interessanti
Meccanica dei mazzi tricolore originale e ottimamente inserita nel contesto
Modifiche all'arena che non ne inficiano il gameplay
CONTRO
Minigiochi davvero troppo costosi e poco remunerativi
Ribilanciamento di alcune carte necessario
8