A quanto pare, il prossimo capitolo di Assassin’s Creed in arrivo il prossimo anno potrebbe essere ambientato nell’Antica Grecia.

Il gioco, il cui sviluppo sarebbe iniziato lo scorso anno subito dopo il lancio di Assassin’s Creed Origins, nelle scorse ore è stato citato da Liam Robertson in un report su Comicbook.com, con l’autore che ha rivelato come tali informazioni gli siano state fornite proprio da alcune fonti interne a Ubisoft.

Robertson, che in passato si è sempre dimostrato piuttosto affidabile per questo genere di rivelazioni, sostiene di avere un informatore di fiducia interno all’azienda. Al momento in cui scriviamo, però, non si sa ancora il titolo o quantomeno il nome in codice presso le segrete stanze di Ubisoft.

Viene da chiedersi perché sia stata scelta proprio la Grecia come scenario, assolutamente inedito nella storia della saga. Secondo Robertson, quest’ambientazione avrebbe dovuto far parte della campagna di Origins, ma all’ultimo momento Ubisoft avrebbe deciso di rimuoverla dal capitolo dello scorso anno e dedicarle un intero gioco.

Una mossa che avrebbe molto senso anche in vista della potenziale creazione di un nuovo tour didattico guidato con l’ottima Discovery Tour, dopo il successo di quella dedicata all’Antico Egitto.

Il capitolo in lavorazione dovrebbe arrivare nel 2019 su PC, PS4 e Xbox One stando alle ultime indiscrezioni, con una versione Switch destinata a essere nuovamente accantonata secondo le informazioni attuali.

Comunque sia, vi preghiamo di prendere queste informazioni con le pinze in attesa di rivelazioni ufficiali da parte dell’azienda, che potrebbero arrivare verosimilmente nei prossimi mesi.