The Sinking City

The Sinking City, tutto ciò che sappiamo finora

L'avventura lovecraftiana di Frogwares Games sta per arrivare su PC e console: ecco tutto quello che c'è da sapere.

The Sinking City si prospetta certamente come una delle avventure a tema horror più interessanti dell’anno. La produzione di Frogwares Games è stata presentata in più occasioni, mostrando all’E3 2018 e alla Gamescom di Colonia ambientazioni e meccaniche di gameplay molto interessanti che fanno ben sperare sulla qualità dell’esperienza finale. Quando manca circa un mese al debutto sul mercato dell’avventura ispirata ai romanzi di Lovecraft, noi di VGN.it abbiamo voluto riassumere le caratteristiche più importanti del titolo prodotto da Bigben Interactive, in uscita il 27 giugno per PC, PlayStation 4 e Xbox One.

The Sinking City

The Sinking City – L’ambientazione lovecraftiana

L’avventura del protagonista Charles W. Reed sarà ambientata a Oakmont, una fittizia cittadina degli anni ’20 caduta misteriosamente in disgrazia. La zona, infatti, è semi-sommersa dalle acque, e proprio a causa di ciò gli abitanti stanno lentamente perdendo il senno, lasciandosi sopraffare dalla presenza di soprannaturali forze oscure. In questo luogo tetro e morente, Reed dovrà muoversi tra le case in rovina e gli inquietanti personaggi che popolano il mondo di gioco, ognuno con una storia da raccontare e con un eventuale mistero da risolvere. Come abbiamo potuto scoprire dai trailer, gli NPC saranno ben caratterizzati all’interno del gioco. Basti pensare a Mr. Throgmorthon, il mandante della missione di “A delicate matter“, dalle fattezze scimmiesche, o la bibliotecaria Joy, che per colpa di una misteriosa società si è trovata con la bocca letteralmente cucita.

Altro importante dettaglio è l’esoterismo che caratterizza le missioni. È noto infatti che i racconti di Lovecraft cerchino di minare la psiche del lettore tramite le brevi vicende straordinarie vissute dai protagonisti delle storie. In questa ottica, i ragazzi di Frogwares, come accennato durante l’ultima Gamescom, hanno voluto dare a ogni obiettivo un senso d’insicurezza, anche se il caso può essere risolto in poco tempo. Inoltre la storia di The Sinking City potrebbe tranquillamente porsi all’interno del canone lovecraftiano grazie alle vicende e alle nefaste creature che abitano Oakmont, come gli ibridi Umani-Abitatori del Profondo, già incontrati ne La Maschera di Innsmouth, o coloro che ricordano dei Gug, esseri con quattro braccia e dalla bocca gigantesca, in miniatura.

Obbligatoriamente, non mancano intere zone fuori da ogni umana concezione. Gli ultimi trailer, in particolare “Rotten Reality“, mostrano in tutta la loro immonda bellezza le grotte e gli altari dedicati al Grande Dormiente. Tutto il gioco tenderà in qualche modo a colorarsi di un mesto verde, colore tipicamente associato al nefasto Cthulhu, che non mancherà di apparire in tutta la sua spietatezza e magnificenza.

The Sinking City

The Sinking City – L’investigazione

L’obiettivo di Frogwares Games è di mettere il giocatore nei panni di un investigatore, fornendogli tutti gli strumenti per la risoluzione dei casi più inconsueti. Il gameplay quindi si concentrerà principalmente sul trovare tracce e indizi e sfruttarli al meglio per trovare la soluzione all’enigma. Sin da subito si è denotata una certa sicurezza da parte degli sviluppatori nel lasciare al giocatore la totale libertà di esecuzione della missione. Ogni caso avrà moltissimi indizi sparsi in giro, ma non saranno mai segnalati sulla mappa in modo che siano facili da trovare. Lampante in tal senso è la totale mancanza di mark per segnare l’obiettivo da raggiungere. Infatti, non verrà mai mostrato il luogo verso cui dirigerci, ma occorrerà comprendere le parole del mandante per scovare il luogo designato sulla mappa.

Il diario, ben organizzato per caso in modo da discernere gli indizi trovati, sarà sempre aggiornato a ogni nuova scoperta. È importante cercare in ogni punto della zona del crimine e sfruttare le abilità soprannaturali di Reed per scoprire i dettagli più esoterici che aleggiano su una Oakmont ormai marcia. Infatti, la visione mistica del nostro personaggio gli consente di vedere nel passato al fine di scoprire dettagli sul delitto compiuto. Non è detto inoltre che la vostra operazione vada a buon fine ed è possibile fallire la missione. Tuttavia, come più volte affermato dagli sviluppatori, un fallimento non equivale necessariamente a un risvolto negativo, in quanto nel mondo di Cthulhu tutto può succedere e non aver risolto il mistero potrebbe portare a risvolti inaspettati.

The Sinking City proporrà anche una discreta componente sparatutto. D’altronde, negli anni ’20 le armi erano molto diffuse, anche se nel titolo di Frogwares non è la funzionalità più preponderante. L’uso di armi nell’universo lovecraftiano è sempre stato visto come qualcosa di inutile di fronte alla sacrilega magnificenza degli Esseri Superiori. Reed potrà certamente avvalersi di fucili a pompa e pistole, ma saranno assolutamente inutili di fronte agli antichi orrori degli abissi.

The Sinking City

The Sinking City – Le possibilità dell’esplorazione

A livello di gameplay, un grande apporto viene fornito dalla totale libertà, non solo di fare scelte giuste o sbagliate, ma anche di esplorare ogni singolo angolo e casa di Oakmont. Nonostante la mappa non sia poi così grande rispetto alle produzioni odierne, risulta incredibilmente dettagliata e piena di segreti. A causa dell’alluvione che ha colpito la città, a volte sarete addirittura obbligati a spostarvi con una barca tra i pericolanti appartamenti di ciò che un tempo sembrava un luogo più che rispettabile. È stato anche svelato che alcune missioni richiederanno lo scafandro, in quanto occorrerà immergersi nelle verdi acque intorno alla città per trovare le nefaste sculture del mondo lovecraftiano.

Frogwares ha pensato bene di inserire un sistema di viaggio rapido. Anche se non particolarmente grande, andare da un punto all’altro della mappa potrebbe richiedere minuti di gioco. Alcuni punti di interesse, come le centrali di polizia, verranno segnate sulla mappa una volta scoperte e sarà possibile utilizzarle come punto per evitare di farsi a piedi, o in barca, tutta la putrescente cittadina.

The Sinking City – Data di lancio, edizioni speciali e bonus pre-order

Dopo essere stato rinviato per evitare di rimanere nell’ombra a causa dell’uscita di altri grandi titoli, The Sinking City uscirà il 27 giugno su PC, PS4 e Xbox One. Sul sito ufficiale sono disponibili ben tre versioni: la versione Standard, la Necronomicon Edition e la Day-One Edition.

Il preordine dell’edizione Standard, solamente per il download digitale al prezzo di 59,99 euro, oltre al gioco base, include:

  • L’arma Chicago Organ Grinder
  • Download gratuito di Sherlock Holmes: The Devil’s Daughter
  • Un punto per le abilità extra

Il preordine della Necronomicon Edition, solamente in versione digitale al prezzo di 74,99 euro, oltre al gioco base, include:

  • L’arma Chicago Organ Grinder
  • Il Pack da Investigatore contenente Completo da Investigatore, alcuni kit di pronto soccorso, antipsicotici e risorse
  • Il DLC con tre missioni aggiuntive “Adoratori del Necronomicon”
  • Download gratuito di Sherlock Holmes: The Devil’s Daughter
  • Un punto per le abilità extra

Il preordine della Day-One Edition, solamente in versione fisica presso i rivenditori scelti al prezzo di 69,99 euro, oltre al gioco base, include:

  • L’arma Chicago Organ Grinder
  • Il Pack da Investigatore contenente Completo da Investigatore, alcuni kit di pronto soccorso, antipsicotici e risorse
  • La mappa fisica di Oakmont

A seguire i link per il pre-order delle versioni standard e Day-One di The Sinking City su Amazon.it:

  • The Sinking City: Standard Edition – Prenotala su PC, PS4 o Xbox One
  • The Sinking City: Day-One Edition – Prenotala su PC, PS4 o Xbox One
Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed