Forza Horizon 4
Versione testata: Xbox One X

Forza Horizon 4 provato in anteprima all’E3 2018

Dopo Sea of Thieves e State of Decay 2, il 2018 di Microsoft sarà all’insegna di Forza Horizon 4, nuovo capitolo della serie arcade targata Playground Games che, alternandosi con il brand principale Forza Motorsport, uscirà in autunno su Xbox One e Windows 10 a due anni dall’ultimo episodio.

Forti dell’acquisizione da parte della casa di Redmond, che ha deciso di puntare sul talento del team anche per lo sviluppo di futuri progetti open-world, la casa britannica ha scelto di giocare in casa per l’ambientazione di Forza Horizon 4, abbandonando l’affascinante territorio australiano a favore di un più familiare Regno Unito. In barba a chi sperava di sfrecciare a tutta birra tra le strade del Giappone, il nuovo episodio punta a sconvolgere i fan con una novità di grande rilievo per il suo ecosistema: un clima dinamico capace di alternare le quattro le stagioni con differenze radicali nello stile di guida. Ecco le nostre impressioni e un breve video gameplay registrato all’E3.

DALLA PRIMAVERA ALL’INVERNO

La nostra prova all’Xbox Showcase allestito al Microsoft Theater di Los Angeles ci ha consentito di testare tutte e quattro le stagioni scegliendo una tra la McLaren Senna, la Dodge Viper ACR e la Porsche Cayman GT4. Ci siamo inizialmente messi alla guida della splendida Senna, per poi testare le differenze con la Viper ACR che vedete nel video gameplay. Partendo dall’autunno, in un coreografico scenario con tanto di foglie che colorano le strade, ci siamo lasciati trascinare dall’alternanza tra stagioni sperimentando la guida tra neve e ghiaccio, corse off-road e sfide d’accelerazione. Ogni stagione aveva il suo particolare obiettivo, ed è probabile che nel corso del Forzathon della versione completa ci saranno sempre più sfide legate alle peculiarità di ciascuna stagione, aspetto in grado di donare certamente maggiore varietà al mondo condiviso di Horizon 4, che potrà ospitare più di 70 giocatori sullo stesso server. Ogni cambiamento climatico, infatti, avverrà simultaneamente per tutti i giocatori.

Le sensazioni, pad alla mano, sono certamente positive: il modello di guida non ha subito cambiamenti drastici rispetto a quello di Forza Horizon 3, ma l’impressione è che la fisica della vettura e la velocità si adattino a quelle che sono le condizioni climatiche. Una prova di mezz’ora non consente, ovviamente, di farsi un’idea precisa delle effettive differenze, ma siamo fiduciosi che Playground Games saprà come diversificare al meglio la resa di ogni vettura in base alla stagione di riferimento.

A livello tecnico, Forza Horizon 4 si conferma uno dei racing più belli sulla piazza, specialmente se giocato in 4K nativi e HDR su Xbox One X, come nel caso della build messa a disposizione da Microsoft a Los Angeles. Laghi, vallate e castelli: gli scenari sono come sempre fantastici e il passaggio dall’autunno all’inverno o dalla primavera all’estate è in grado di cambiare drasticamente l’ambientazione, quasi come si trattasse di quattro enormi mappe incluse nello stesso pacchetto. Come sempre, il tutto è impreziosito da un numero di dettagli elevatissimo che si traduce in un vero e proprio parco giochi per gli amanti delle auto. Come da tradizione nei titoli Playground, non mancheranno rampe, scorciatoie e salti con cui divertirsi durante l’esplorazione di un Regno Unito qui ricreato in tutto il suo splendore.

Certo, allo stato attuale non mancano dei problemini specialmente per quanto concerne la fluidità: come avrete avuto modo di vedere dal video gameplay registrato all’E3 2018, la versione che abbiamo testato riusciva a stento a mantenere i 30fps fissi su Xbox One X, con cali frequenti che, pur non rovinando l’esperienza finale, sono molto lontani da ciò che i fan si attendono da una produzione simile, i fatidici 60fps. Siamo certi che da qui al lancio del 2 ottobre Playground riuscirà a raggiungere tale obiettivo, considerando che in fase di test il gioco non sfruttava tutta la potenza della console ammiraglia di Microsoft. Non resta dunque che rimandarvi a una prossima prova su strada alla prossima occasione, che verosimilmente coinciderà con la Gamescom 2018 di agosto, sperando che in quella occasione avremo la possibilità di provare una build più recente per verificare i progressi compiuti dal team di sviluppo.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed