Destiny 2, guida all’incursione Il Leviatano: come superare l’Agone e il Guanto di Sfida

Dopo avervi svelato la prima, seconda e terza parte dell’incursione Il Leviatano di Destiny 2, approfondiamo quella che è la terza e ultima prova (ovvero il quarto step dell’incursione) che l’Imperatore Calus ci proporrà per presentarci al suo cospetto: raccogliere il Guanto di Sfida nell’Agone. In quest’area, più simile a un circuito che a una vera e propria arena da combattimento, due giocatori dovranno raccogliere uno speciale manufatto che darà loro la possibilità di dimostrare le proprie abilità atletiche in un percorso a ostacoli per scaricare la carica in una sorta di vaso centrale.

Attenzione: questa fase prevede il rientro limitato, ma a differenza delle incursioni del primo Destiny, il sequel utilizza un nuovo sistema per rianimare gli alleati. Ogni Guardiano avrà infatti a disposizione un solo token per poter rianimare un compagno, che si consumerà una volta che lo avrete rianimato. Questo comporterà che ogni giocatore avrà una sola rianimazione possibilità di rianimare gli alleati, ma potrà essere comunque rianimato più volte nel corso della partita, a patto che la rianimazione sia eseguita da persone differenti (fino a esaurimento dei token).

Vediamo insieme come affrontare la terza e ultima prova di Calus.

Il Guanto di Sfida

Per avviare l’incontro, i quattro Guardiani che non svolgeranno il ruolo di Corridori dovranno salire sulle quattro piastre che saranno posizionate circolarmente attorno alla sala centrale. Una volta che le piattaforme si saranno attivate, una serie di psionici raggiungeranno l’arena insieme a un Centurione: uccidete tutti per far apparire due cariche sferiche in prossimità di altrettanti portali.

Incaricate i due corridori di raccogliere una sfera a testa: verrete immediatamente teletrasportati in un circuito circolare all’esterno dell’arena, caratterizzato da una serie di ostacoli che dovrete oltrepassare e barriere che, al tempo stesso, saranno invalicabili fino al momento in cui i quattro Guardiani nell’arena non le sbloccheranno.

Qui arriva il bello: i due corridori noteranno che nella griglia (composta da tre fori circolari in verticale e altri tre fori in orizzontale) uno dei passaggi sarà contrassegnato in una colorazione differente (precisamente in rosso): quella sarà la piastra attraverso cui dovrete passare per caricare la vostra sfera. Per attivarla, i Guardiani sulle piastre dovranno sparare alle frecce posizionate di fronte alla propria piattaforma.

Ci sono tre frecce: una in alto, una al centro, una in basso. Nel caso in cui il passaggio evidenziato fosse quello in alto, il Guardiano sulle piastra corrispondente dovrà sparare alle due frecce restanti. Esempio: se il passaggio evidenziato sarà quello in alto, dovrete sparare alla freccia centrale e inferiore. In caso di passaggio evidenziato al centro, dovrete sparare alla freccia superiore e a quella inferiore. In caso di passaggio evidenziato in basso, sarà necessario sparare alla freccia in alto e al centro.

Attenzione: al passaggio del corridore, comparirà il solito Consigliere della Lealtà, che causerà il wipe nel caso in cui non riusciste a ucciderlo per tempo. La chiave in questa fase è la comunicazione: lasciate che a parlare siano esclusivamente i due corridori, ascoltate la posizione evidenziata nella griglia e sparate alle frecce restanti, uccidete il vostro Consigliere e attendete il secondo corridore. Sparate alle frecce, uccidete il Consigliere. A questo punto, il corridore dovrà continuare a saltare nei cerchi evidenziati in rosso e raccogliere l’aura presente al suo interno con la carica. Una volta che completerete il giro, avrete caricato l’aura e potrete scaricarla all’interno della sala centrale, nell’apposita conca.

Tutti insieme appassionatamente

Una volta che avrete completato questo step, non dovrete far altro che ripeterlo per tre volte. L’obiettivo è quello di depositare nella conca sei cariche per far sì che tutti i Guardiani possano cimentarsi nella corsa all’interno del circuito a ostacoli con una carica. Una volta raccolta la propria carica, ogni giocatore dovrà fare i conti con un timer prima dello scadere del buff Sovraccarico psionico, che causerà la morte nel caso in cui non riusciste a rinnovarlo.

Per rinnovare il buff, dovrete oltrepassare uno dei passaggi provvisti di aura. Ovviamente, per rendere il tutto più difficile, dovrete fare i conti con sole quattro aure per ciascuna griglia: ciò vuol dire che a ogni passaggio nella griglia, solo quattro Guardiani potranno rinnovare il buff Sovraccarico psionico. Cercate dunque di tenere un occhio sempre puntato verso il countdown e di comunicare costantemente con i vostri compagni di squadra, con lo scopo di alternare i giocatori che dovranno raccogliere l’aura di volta in volta.

Completate il circuito e scaricare la vostra carica nella conca situata nella stanza centrale: non è necessario che tutti i Guardiani scarichino l’aura, ma sarà sufficiente che quattro persone riescano a uscire illesi dalla stanza per scaricarla e completare la prova.

Quando avrete scaricato dieci cariche nella conca centrale, sarà arrivato finalmente il momento di fronteggiare il perfido Calus, l’Imperatore in persona. Raccogliete le vostre ricompense, tra cui una speciale chiave per aprire le casse nascoste nel labirinto al di sotto del Leviatano. Raggiungete la Sala del Trono per affrontare Calus.

INDICE:


Siete alla ricerca di compagni di squadra con cui affrontare le sfide di Destiny 2? Allora non perdete tempo e unitevi alla community di Destiny Italia su Facebook!