Destiny 2: Ombre dal Profondo, tutto sulle Finishing Move

Il combattimento corpo a corpo cambierà nella prossima espansione con delle "mosse finali" da effettuare secondo specifiche condizioni.

Una delle novità più interessanti di Ombre dal Profondo, la nuova espansione major di Destiny 2 in arrivo a settembre, è certamente l’introduzione di un sistema di Finishing Move nel combattimento corpo a corpo. Si tratta di vere e proprie “mosse finali” con le quali mandare al tappeto nemici in fin di vita, che possono essere attivate in condizioni specifiche e consentono di eliminare gli avversari con stile. Ma come funziona questo sistema di preciso? A rispondere a tale curiosità ci ha pensato la stessa Bungie, che ai microfoni di Polygon ha illustrato alcuni dettagli interessanti.

Nell’intervista, il general manager Mark Noseworthy e il franchise director Luke Smith hanno spiegato che queste mosse finali avranno il duplice compito di fornire una nuova animazione per le uccisioni e dare un impatto a livello di gameplay, con perk e abilità in grado di influenzare le attività.

Destiny 2: Ombre dal Profondo

Secondo Smith e Noseworthy, quando i nemici raggiungeranno una certa soglia di vita residua comparirà un indicatore che informerà il giocatore della possibilità di eseguire una mossa finale. Tramite l’uso di mod sulle armature, potrete aggiungere degli effetti specifici, ad esempio la possibilità di generare munizioni per la propria squadra a ogni Finishing portata a termine, che avranno dunque una conseguenza diretta in termini di gameplay. La mod per le Finishing Move andrà a occupare lo slot riservato alle mod per le armature, dunque i giocatori dovranno scegliere oculatamente quale utilizzare al fine di non perdere altri vantaggi, creando dei setup complementari per massimizzarne gli effetti durante la attività.

L’animazione finale della Finishing Move sarà così separata dall’effetto che questa avrà in gioco. Secondo Bungie, le Finishing Move sono da considerare come degli emote per il combattimento, che vi permetteranno di scegliere l’animazione preferita senza essere costretti a rinunciare a uno specifico bonus in termini di gameplay. Così facendo, l’uso di un’animazione non comprometterà eventuali strategie di squadra.

Le Finishing Move di Destiny 2: Ombre dal Profondo saranno ottenibili in modo simile agli emote, dunque come ricompense post-attività o come acquisto dall’Everversum, ma al momento del lancio dell’espansione sarà possibile equipaggiarne solo una per volta. Bungie è al lavoro su uno strumento che permetterà di utilizzarne più di una allo stesso momento, sulla falsariga del multi-emote introdotto lo scorso anno, tuttavia la feature è ancora in fase di sperimentazione e non sarà disponibile al lancio. Bungie svela che sarà “come mettere le mani in un pacco di cioccolatini”, nel senso che il giocatore non avrà il controllo sull’animazione generata dal sistema “multi-emote” per le Finishing Move, che sarà generata in modo random una volta che questa feature sarà integrata nel gioco.

Le Finishing Move saranno caratterizzate inoltre dal discorso Potere, principalmente in base al livello della mod che equipaggerete in uno degli slot di personalizzazione delle armature. Stando all’intervista di Polygon, sulla base di questo nuovo sistema bisognerà prestare molta attenzione a chi si occuperà di utilizzare una Finishing Move sul nemico, specialmente nel caso dei boss, in quella che si tramuterà in una mossa dall’alto rischio che potrebbe portare a un guadagno altrettanto elevato.

Destiny 2: Ombre dal Profondo

Non sappiamo ancora con certezza il significato di quest’esclamazione, dal momento che, secondo la stessa Bungie, il team di sviluppo continua a lavorare alacremente sulle Finishing Move aggiungendo dettagli e variandone il funzionamento fino al lancio sul mercato dell’espansione.

Destiny 2: Ombre dal Profondo sarà disponibile dal 17 settembre su PC, PlayStation 4 e Xbox One, con il gioco che sarà lanciato anche su Google Stadia nel mese di novembre.