Le Leggende di Tamriel #06 – La Regina Ayrenn

Per festeggiare l’uscita della Summerset Collector’s Edition di The Elder Scrolls Online, con la nostra consueta rubrica settimanale Le Leggende di Tamriel andiamo ad analizzare il personaggio che più di tutti ha reso grandi le isole Summerset, e la sua trasposizione nel gioco di carte The Elder Scrolls: Legends.

Stiamo parlando ovviamente della Regina Ayrenn!

LA STORIA

La regina Ayrenn Arana Aldmeri fu la conduttrice degli Altmer del Dominio degli Aldmeri e l’Alta Regina delle Isole Summerset durante la Guerra dei Tre Stendardi. È anche conosciuta come la “Regina imprevista”, essendo misteriosamente scomparsa da Summerset da bambina, per poi tornare 17 anni dopo, così da poter ereditare il Trono di Alinor. Poco dopo la sua incoronazione, Ayrenn formò il Primo Dominio degli Aldmeri, un’alleanza tra le Isole Summerset, Valenwood ed Elsweyr che affrontarono assieme l’opposizione sia del Patto di Daggerfall che del Patto di Ebonheart, sia il suo stesso popolo a Summerset.

Ayrenn è la primogenita di Re Hidellith di Alinor e Kinlady Tuinden. Ella nacque l’anno 555 della Seconda Era. Si dice che tutta Summerset abbia celebrato la sua nascita come segno di buon auspicio per ben cinquantacinque giorni. Fu predetto che la Principessa Ayrenn avrebbe riflettuto sui tempi inquieti e turbolenti in cui era nata, e un giorno avrebbe portato innovazioni al dominio delle Isole Summerset. Fin dalla tenera età, la principessa agile e scattante, adottò spesso mal digeriva il lavoro scolastico tanto da arrivare a scomparire anche per diversi giorni, salvo poi riapparire padrona di conoscenze inusuali capacità nuove. Si allenava con le lame accanto a suo padre, cavalcava i cavalli lungo le spiagge dorate di Summerset e memorizzava la storia ei sonetti della sua gente.

All’età di otto anni Però la giovane Ayrenn scomparve dalle isole Summerset nell’anno 563 della Seconda Era. I Sapiarchi riferirono che la notte in cui scomparve era colma di segni e presagi. La costellazione della Dama sembrava cavalcare la costellazione del Destriero, mentre il grande Orrery roteava all’indietro, e un giovane aquilotto fu trovato sopra la statua dell’esploratore Topal. Mentre le ricerche a Summerset iniziarono, Ayrenn era ormai lontana, nell’sola di Balfiera. È qui che inizia una nuova vita presso la Torre Adamantina, nel clan dei Direnni. I membri di tale clan addestrarono Ayrenn nell’arte della guerra, trasformando la sua semplice e nobile spada, in una danzatrice spietata e letale. Le sue passeggiate sulla spiaggia si trasformarono in marce forzate a cavallo, e il suo canto di sonetti lasciò il posto allo studio delle arti arcane.

Il fratello minore di Ayrenn, il principe Naemon, in seguito sarebbe stato erede al trono di Alinor al suo posto, seppur per poco tempo. Dopo la morte di Re Hidellith nell’anno 580 della Seconda Era, Ayrenn fece ritorno inaspettato nelle isole Summerset, viaggiando in nave. Dopo essere arrivata a Firsthold, annunciò che era pronta, come erede più anziano, ad assumere il trono di Alinor. L’alto Giustiziere di Alinor non ebbe dubbi, il trono era un suo diritto. Per questo, il 7 di Frostfall dello stesso anno, Ayrenn fu incoronata regina. Da questo giorno in avanti vi furono testimonianze che la Regina, come predetto dalle profezie, portò enormi cambiamenti nelle Isole Summerset.

L’umiltà è una cosa nobile, ma devi anche rimanere forte e sicuro di te stesso, un vero campione è anche la pedina della storia, e la storia è un padrone crudele e insensibile.” – Ayrenn –

ANALISI DELLA CARTA

In The Elder Scrolls: Legends Ayrenn appare come una delle carte fondametali per qualsiasi mazzo Mage, e più recentemente, per i mazzi Tribunal. Il suo costoè di 5 magicka e le sue statistiche in perfetta linea con esso, essendo un 5/5. Ciò che la rende fondamentale è il suo potere passivo una volta che è entrata nel terreno di gioco, ovvero quello di ridurre il costo delle nostre azioni di 1. Tale potere risulta determinante nei mazzi precedentemente elencati, che fanno dell’uso delle magie il loro punto di forza. Inoltre Ayrenn dispone anche di un interessantissimo potere di evocazione, il quale ci permette di ottenere un’azione casuale dalla nostra pila degli scarti.

Dunque, seppur in minima parte, la carta di Ayrenn di TESL rappresenta ciò che questo personaggio è stato nella vita reale, con una vita dedita allo studio delle arti arcane. Anche l’eco della sua importanza come regina risuona fino a TESL, in cui è colonna portante di diverse tipologie di mazzi.

Purtroppo la sua eliminazione risulta fin troppo facile, essendo Ayrenn priva di qualsivoglia tipo di protezione da magie o danni. Ma essendo, come detto, una parte fondamentale dei nostri mazzi mago e Tribunale, dovremmo provare in qualche modo a proteggerla…vediamo alcune carte che ci possono aiutare in tale senso. La prima che viene in mente è Lesser Ward, magia a costo 0 che fornisce protezione a una creatura. Quindi già nello stesso turno in cui schieriamo la nosra regina con questa carta saremo in grado di conferirgli una discreta protezione che, tra l’altro, può essere rinnovata di turno in turno grazie all’ausilio di creature come Wardcrafter, oppure da carte supporto come Elixir of Deflection, anche se in quest’ultimo caso vedremmo slittare di un turno la possibilità di giocare Ayrenn, considerato il costo di 5 anche per l’elisir.

Per proteggerla da alcuni tipi di magie o creature che renderebbero Ayrenn innocua possiamo pensare di equipaggiarla con lo strumento Liuto, il quale oltre a fornire +1/+2 alla regina, la renderebbe anche immune al silenziamento. Dunque a voi l’arduo compito di trovare il modo migliore di gestire quella che comunque resta una carta interessantissima, con molteplici utilizzi in qualunque mazzo possa permettersi di supportarla!

L’appuntamento con Le Leggende di Tamriel è fissato alla prossima settimana, fateci sapere quale personaggio del gioco vi piacerebbe vedere come soggetto del prossimo episodio!