MobileWorld#4: gli eroi di Dragon Quest e dinosauri da combattimento

Ecco la nostra selezione di giochi mobile che vi faranno compagnia in queste settimane.

Benvenuti amici di VGN.it a questo nuovo appuntamento con la rubrica dedicata al mondo dei videogiochi mobile. In questo episodio di MobileWorld, come di consueto, andremo ad esaminare tre giochi, elencandone punti di forza e di debolezza, per aiutarvi a orientarvi all’interno del difficile mercato dei mobile game. Buona lettura.

THE SEVEN DEADLY SINS – GRAND CROSS

Il primo titolo di cui parleremo è The Seven Deadly Sins – Grand Cross, videogioco tratto dall’omonimo manga (e successivamente anime) che narra le avventure di sette potentissimi cavalieri, chiamati I Sette Peccati Capitali, in lotta contro i Cavalieri Sacri dell’impero. per aiutare la principessa Elizabeth a salvare il proprio regno. Se non avete letto il manga o visto l’anime, il gioco mobile di 7 Deadly Sins – Grand Cross può essere una valida alternativa, in quanto si presenta come una fedele trasposizione in gioco della storia originale.

I vari capitoli della modalità storia ci prendono per mano sin dal primo atto e ci trascinano all’interno di una trama estremamente avvincente. Il gameplay aiuta notevolmente a godersi l’esperienza di gioco, seppur riprenda in linea generale meccaniche già viste in molti altri titoli mobile, e riesce a dare un tocco di originalità e caratterizzazione che ben si sposa con il contesto in cui entra a far parte.

In The Seven Deadly Sins – Grand Cross dovremo costruire la nostra squadra di eroi potendo creare anche un fantastico mix di personaggi appartenenti a fazioni diverse. Ciascuno di loro è realizzato in maniera magistrale e possiede il proprio set di abilità che dovremo sfruttare a dovere in battaglia.

Ciò che differenzia The Seven Deadly Sins – Grand Cross dagli altri titoli gacha, ampiamente diffusi nel mercato mobile, è da ricercarsi nel gameplay che si basa su una sorta di match 2 con le carte rappresentanti le abilità. Una volta sul campo di battaglia avremo la facoltà di decidere quale eroe utilizzare e con quale abilità farlo attaccare semplicemente creando combinazioni di carte che permettono all’abilità in questione (che possiede due gradi di potenziamento) di essere migliorate. Ogni volta che abbineremo due carte abilità uguali, essa diverrà più forte, aumentando danni, buff e tutti gli altri effetti.

Il vero punto di forza del titolo Netmarble è l’intero comparto tecnico, con una grafica sublime che rappresenta in maniera fedelissima quanto visto nell’anime, tra l’altro alternando al gameplay veri e propri spezzoni ripresi dalla serie animata, contribuendo a creare un’esperienza di gioco davvero unica nel mondo mobile.

Oltre alla campagna principale, The Seven Deadly Sins – Grand Cross offre tantissime altre cose da fare: tra missioni secondarie, eventi e dungeon speciali ce n’è davvero per passare molto tempo assieme a quello che può essere considerato tranquillamente il miglior titolo mobile di questo mese.

Tra le note negative è doveroso sottolineare le dimensioni del gioco, quasi 2GB, aspetto facilmente preventivabile considerando la qualità grafica del gioco, e, forse la nota più stonata, le meccaniche gacha che spingono il titolo verso un inevitabile meccanica pay to win che, soprattutto sul lungo periodo, potrebbe farsi sentire.

DRAGON QUEST OF THE STARS

Square Enix ci presenta il suo titolo mobile dedicato alla famosissima saga di Dragon Quest, intitolato Dragon Quest of the Stars. In questo spin off-mobile le meccaniche di gioco sono esattamente le medesime viste nei precedenti capitoli della serie, un J-RPG nel quale costruire la nostra squadra di eroi rappresenta il punto focale dell’esperienza. Ciascuno dei nostri personaggi poi andrà adeguatamente equipaggiato per permettergli di affrontare le varie tappe di gioco, in cui fanno capolino le meccaniche gacha alle quali ormai siamo abituati a convivere quotidianamente nei titoli mobile. In Dragon Quest of the Stars potremo acquistare bauli magici tramite gemme per sperare di trovare i vari pezzi di equipaggiamento da assegnare ai nostri eroi.

Anche dal punto di vista del gameplay Dragon Quest of the Stars riprende in pieno le meccaniche dei predecessori, rendendole semplicemente automatiche. Nel titolo mobile di Square Enix infatti non avremo la possibilità di esplorare liberamente la mappa, ma saremo semplici spettatori in attesa che i nostri eroi incontrino dei nemici. Quando questo accade inizierà la classica battaglia a turni nella quale, anche in questo caso, gli eroi si affronteranno in maniera automatica lasciandoci l’unica libertà di utilizzare le varie skill associate ai personaggi, a meno che non vogliate acquistare il pass mensile che vi permetterà di rendere automatica anche questa azione.

In generale dunque Dragon Quest of the Stars non offre nulla di veramente nuovo nel panorama mobile, attenendosi sostanzialmente alle stesse meccaniche già viste in numerosi titoli dello stesso genere. Ciò che rende unico il titolo di Square Enix è ovviamente l’ambientazione, che sa colpire i nostalgici e attirare chi ha sempre sentito parlare del brand ma non ha mai avuto modo di provarlo.

Tra i problemi che affliggono il titolo, oltre alla già citata carenza di novità, ci sono le dimensioni del gioco, che anche in questo caso si assestano intorno ai 2GB, e l’interfaccia utente, molto confusionaria che rende le piccole azioni più complesse di quello che dovrebbero.

Le cose da fare anche in questo titolo sono molte, e spaziano dalla campagna principale, a dungeon speciali e boss fight, il tutto impreziosito dagli ormai famosi antagonisti della celebre saga, che abbiamo ormai imparato ad amare. Il vero punto di forza del titolo Square Enix è l’atmosfera tipica di Dragon Quest si respira ad ogni atto, uno dei pochi veri motivi per cui vale davvero la pena scaricare Dragon Quest of the Stars, che per il resto risulta essere un titolo piuttosto anonimo.

JURASSIC MONSTER WORLD

Jurassic Monster Wolrd è un battle arena in cui i protagonisti sono i dinosauri, non nella concezione tipica dei rettili preistorici, ma bensì in una rivisitazione in chiave moderna che li ha resi delle vere e proprie macchine da guerra equipaggiate con le migliori tecnologie futuristiche possibili.

Il gameplay è semplice e immediato. Una volta scelto il nostro dinosauro da battaglia non ci basterà far altro che buttarci nella mischia, un’arena nella quale due squadre composte da cinque giocatori si affrontano senza esclusione di colpi per ottenere il controllo del territorio. In questa fase la scelta del dinosauro iniziale è estremamente importante in quanto dovremo scegliere il personaggio che più si addice al nostro stile di gioco: agile, lento, corpo a corpo, a distanza. Tanti stili per tante partite, una diversa dall’altra. È proprio questa la vera forza del titolo di Azur Interactive Games: la semplicità e velocità delle partite, le quali si protrarranno per non più di dieci minuti, ideale per chi ha poco tempo ma ama l’azione frenetica di uno sparatutto battle arena.

Jurassic Monster World prevede anche una componente RPG per il potenziamento dei vari dinosauri e delle attrezzature equipaggiate, le quali potranno essere migliorate spendendo risorse ottenibili tranquillamente giocando. Purtroppo però non sarà possibile potenziare più di un equipaggiamento alla volta, a meno di spendere monete virtuali acquistabili ovviamente con soldi reali.

Dal punto di vista grafico il gioco si comporta bene, con i modelli dei dinosauri davvero ben realizzati; le arene non sono eccezionali ma si fanno apprezzare durante l’azione frenetica della battaglia.

Dunque, se desiderate un gioco che vi tenga impengati per poco tempo, ma che soddisfi le vostre esigenze sia dal punto di vista grafico, sia per quanto riguarda il gameplay (ricco di azione e condito da un’ambientazione particolare), Jurassic Monster World è il titolo che fa per voi.

La nostra rubrica MobileWorld vi dà appuntamento tra due settimane con altri giochi da scoprire insieme. Continuate a seguirci sulle pagine di VGN.it per rimanere sintonizzati sulle ultime novità legate al mondo dei videogiochi.