Tetris Effect
Versione testata: PS4 / PSVR

Tetris Effect

Cosa succede quando il videogioco più famoso al mondo viene rielaborato dal genio di Tetsuya Mizuguchi?

Tetris è un gioco perfetto, su questo non c’è ombra di dubbio, dalla sua prima apparizione nella fredda Russia fino alla sua consacrazione su Game Boy grazie a Nintendo, il titolo originariamente concepito e sviluppato da Alexey Pažitnov è entrato oramai nell’olimpo dei videogiochi che non hanno bisogno di presentazione, entrando di fatto nella cultura pop.

Lo abbiamo visto citato e utilizzato in spot TV, il suo iconico tema musicale è impresso nella testa di ogni persona che lo abbia giocato almeno una volta, vuoi perché è il perfetto compagno per passare del tempo, vuoi perché è un titolo capace di adattarsi a sessioni di durata variabile. Ottimo per una partita veloce ma al tempo stesso talmente profondo da richiedere un’opera di studio e interpretazione per poter essere battuto, Tetris è un prodotto capace di adattarsi a ogni tipo di gioco e di giocatore, come un abito cucito su misura per ogni occasione.

Tetris Effect

Ben trentaquattro sono gli anni passati dalla sua prima uscita e ne abbiamo visto versioni e conversioni per ogni computer, console e smartphone esistente, sebbene a ogni sua uscita sul mercato la formula rimaneva sempre la stessa, magari con qualche piccola aggiunta o modalità volta a sfruttare le particolarità del sistema su cui era ospitato. Tutto questo parlare di Tetris ha creato in molti suoi giocatori quello che è stato definito come Tetris-Effect, un fenomeno per cui il cervello vede continuamente ovunque i Tetrimini, nient’altro che i sette pezzi dalle diverse forme che vanno incastrate nel gioco.

Tetris Effect è anche il nome della nuova esclusiva PlayStation 4 sviluppata dalle stesse menti che di recente ci hanno regalato due capolavori psichedelici come Rez Infinite e Lumines Remastered, con il tocco di classe e la supervisione di un genio come Tetsuya Mizuguchi. Da questo strano incontro tra sviluppatori del Sol Levante e la fredda logica della programmazione Russa dell’era pre-Gorbaciov ne esce questo superbo prodotto che non va a reinventare il gioco di Tetris, ma lo adatta ai tempi moderni donandogli una nuova dimensione e la possibilità di essere giocato interamente su PlayStation VR, per una esperienza capace di rapire completamente tutto il corpo del giocatore e trascinarlo dentro uno spazio dai colori e dai suoni lisergici.

L’EVOLUZIONE DI UN MITO

Arricchito da nuove modalità di gioco, Tetris Effect si rivela come un titolo completamente inedito per certi versi: gli sviluppatori non si sono limitati a prendere il gioco e a cambiarne qualche texture e a rendere i blocchi diversi a ogni livello (come succede ad esempio in Lumines), ma hanno portato tutto in una nuova dimensione donando nuova profondità al titolo. Aggiungendo elementi che richiamano gli spazi ampi e le sonorità viste in Rez Infinite, questo nuovo Tetris si è trasformato in una esperienza totale, in cui comparto audio ed effetti sonori risultano ora perfettamente sincronizzati con quello che avviene su schermo, cosa che ci indurrà a muovere i tetrimini a tempo di musica senza volerlo, a seguire il ritmo sempre più frenetico del gioco, a tenere il tempo con il piede mentre si tenta di eliminare una linea dopo l’altra.

Le due opzioni principali selezionabili sono modalità Journey e modalità Effect. La prima è una sorta di viaggio attraverso vari mondi che andranno ad animarsi con il crescere delle linee completate e proseguendo nel gioco. Si tratta di una sorta di “storia”, in cui seguirete un cammino tra varie ambientazioni incredibilmente affascinanti. La seconda e decisamente più ricca opzione, chiamata come dicevamo Effect, contiene al suo interno decine di varianti e tipologie di gioco per adattarsi a ogni stile di giocatore o necessità dello stesso, in base ovviamente al tempo disponibile o al tipo di partita che cerca.

Tetris Effect

Selezionato il menu Effect troveremo una suddivisione in diverse categorie: Classico, Relax, Focus e Amante del Rischio, che andranno a loro volta a contenere altre modalità di gioco. In Classico, ad esempio, vi imbatterete in una Maratona (dove ottenere il punteggio migliore entro un limite di 150 linee) o nella sua variante Ultra (simile all’originale, ma con un limite temporale di 3 minuti), la frenetica Sprint (40 linee da eliminare nel minor tempo possibile) o la devastante Master (nella quale ottenere il miglior punteggio ma con i pezzi che cadranno a velocità smodata), che metterà a dura prova i vostri riflessi.

In Relax, potrete affrontare la Maratona Relax (una maratona senza il timore di un Game Over), la classica Partita Veloce da giocare all’infinito, e la Playlist, comprendente tre varianti come Mare, Vento e Mondo in cui godersi i livelli a tema con una musica rilassante. In Focus, invece, potrete vedervela con la modalità All Clear, in cui dovrete eliminare tutti i pezzi presenti su schermo, ma non mancano novità interessanti come Combo, nella quale eseguire quante più combo possibili, e Bersaglio, in cui dovrete eliminare dei blocchi “bersaglio” prima del termine del countdown. Amante del Rischio è abbastanza esplicativa: al suo interno infatti troverete la modalità Countdown, dove utilizzare i tetrimini a forma di I per eliminare le linee, ma anche Purificazione, in cui eliminare i pezzi infetti, e Mistero, in cui sopravvivere a effetti casuali, decisamente più negativi che positivi.

QUANDO TETRIS INCONTRA PSVR

Tanta carne al fuoco quindi ma c’è ancora spazio per una sorpresa: Tetris Effect è perfettamente compatibile con PlayStation VR, e grazie a tale implementazione permette a coloro in possesso dell’headset VR di PlayStation 4 di trasformare l’esperienza di gioco in modo significativo. Indossando il bianco visore di Sony, l’esperienza di gioco diventerà improvvisamente una delle più coinvolgenti mai provate: il mondo attorno a voi guadagnerà una nuova dimensione, e sebbene il protagonista rimanga sempre un rettangolo di gioco nel quale scenderanno i tetrimini, tutto ciò che lo circonda prenderà lentamente vita, popolandosi di creature e disegni che rispecchiano il tema del livello affrontato e che si muoveranno a ritmo di musica.

Incredibili anche gli effetti che fanno da contorno alle nostre azioni, luci ed esplosioni particellari che vi verranno incontro, esplodendovi letteralmente sulle retine. Purtroppo nessuna foto è in grado di rendere giustizia al gioco in movimento: per quanto si tratti solo di un semplice rompicapo, quello che è stato creato e aggiunto intorno ai piccoli sette pezzi in caduta libera è una splendida cornice che ne esalta l’opera, diventando parte di integrante di essa. Discorso analogo per la colonna sonora, che è inscindibile dal gioco e che andrà a ritmare la vostra partita per un “effetto Tetris” davvero fuori di testa.

GIUDIZIO
Tetris Effect è la reinvenzione del gioco stesso. Prende un titolo con decine di anni sulle spalle e lo rende pronto ad affrontare il futuro. Divertente come sempre, ricco di aggiunte facoltative per non rovinare la purezza e la perfezione dell’originale, perfezione che ritroviamo anche in questa produzione e che sicuramente continueremo a giocare per gli anni a venire. Tetris è un titolo infinito che non conosce il passare del tempo, e Tetris Effect non è altro che l’incredibile ampliamento di questa, imperdibile, creazione.
GRAFICA8
SONORO7.5
LONGEVITÀ9
GAMEPLAY9
PRO
Decine di modalità disponibili
Pieno supporto a PlayStation VR
Risoluzione 4K su PS4 Pro
CONTRO
Vi farà arrabbiare, ma questo lo sapete già
8.9
ACQUISTALO ONLINE!
Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed