Dopo vari capitoli dedicati al campionato del mondo di Motocross, Milestone cambia del tutto rotta e porta su console e PC un titolo di motocross basato sul campionato americano. Monster Energy Supercross – The Official Videogame vede dunque come assoluto protagonista l’AMA Supercross, senza dubbio il campionato più seguito nell’ambito di questo spettacolare sport, con una miriade di fan pronti a sostenerlo e piloti molto più conosciuti rispetto al campionato mondiale.

Inutile sottolineare il nostro entusiasmo nel poterci cimentare sui popolari circuiti americani indoor e outdoor, circondati dalle affascinanti coreografie che contraddistinguono il popolo a stelle e strisce. A “bordo” della nostra PS4 Pro, abbiamo testato l’ultima fatica firmata dalla software house milanese, pronti a girare l’acceleratore fino al limitatore!

Monster Energy Supercross

I PRIMI SALTI

Il menu di gioco appare molto semplice e intuitivo, con poche voci ma molto esplicative: la modalità Giocatore Singolo che ci permette di gareggiare immediatamente con una delle due classi del Supercross, 250SX o 450SX, o di battere il record sul giro di tutti i tracciati disponibili, dove ci troveremo alla ricerca del tempo migliore sul giro attraverso whoops, salti tripli e tunnel al cardiopalmo. La Carriera di Monster Energy Supercross – The Official Videogame, uno dei capisaldi della produzione Milestone, permette come di consueto di creare un nostro alter ego virtuale, in tutte le sue caratteristiche fisiche e motoristiche, per poi legarci a un marchio con cui tentare la nostra scalata al successo, scegliendo tra case come Honda, Husqvarna, KTM, Suzuki e ovviamente Yamaha.  Le personalizzazioni da sbloccare durante il nostro percorso sono numerose e si otterranno gara dopo gara, con un gran numero di indumenti e attrezzature ufficiali che vi renderanno i re indiscussi del supercross. Non ci sono novità di rilievo rispetto alla modalità già vista e apprezzata nell’ultimo MXGP 3, se non tutta la cornice fatta di licenze ufficiali e marchi coinvolti nel campionato AMA Supercross.

Ultima variante sicuramente non da sottovalutare è il Campionato, che ci permette di intraprendere una stagione con i nostri beniamini del supercross americano e di ripercorrerne le gesta. In questa modalità troverete tutti i piloti ufficiali della stagione 2017/2018, tra cui il campione uscente Ryan Dungey, uno degli atleti più amati dal pubblico.

L’offerta ludica studiata dalla casa italiana però non si esaurisce qui: Milestone ha infatti integrato nel gioco il suo Track Editor, applicazione molto intuitiva che permette, subito dopo aver scelto la forma dello stadio, di creare al suo interno il nostro tracciato personalizzato agendo su cancelli di partenza, salti, rettilinei, curve, whoops, salti doppi, tripli: insomma, avrete l’imbarazzo della scelta per creare il vostro tracciato preferito. L’editor funziona di certo molto bene, anche se manca un po’ di chiarezza sul posizionamento di alcuni elementi (come ad esempio la fine del tracciato). Al termine della creazione, potrete avere un’idea della bontà del circuito grazie al sistema che ne verifica la validità: in pratica, l’intelligenza artificiale andrà a compiere un giro nel circuito verificando che non ci siano elementi eccessivamente ostici per la corretta esecuzione del tracciato. Una volta completato il processo, potrete salvare il circuito tra quelli personalizzati.

L’aspetto che rende più che interessante questa modalità è la possibilità di condividere le proprie creazioni online con i nostri amici, o in generale con i possessori del gioco da ogni parte del mondo, e realizzare sfide basate sul proprio tracciato. Alla base di questo sistema c’è ovviamente una ricca modalità multiplayer online, che permette di sfidare altri utenti in rete per mettere ancora una volta alla prova le abilità da piloti motocross, sfidandosi sul proprio circuito personalizzato oppure sulle altre modalità messe a disposizione da Milestone.

Monster Energy Supercross

UNA FORMULA MIGLIORATA

Il gioco ha dei grandi punti di forza che, forte dell’esperienza sui titoli precedenti del genere, Milestone ha saputo riversare in questa nuova esperienza, trovando una formula che, secondo il nostro punto di vista, è decisamente superiore rispetto alle precedenti. Il motore Unreal Engine 4 di Epic Games si comporta benissimo: le moto sono riprodotte in ogni dettaglio con tutte le livree ufficiali, così come i piloti. Questo rende il tutto molto realistico, in abbinamento a una simulazione della fisica che propone un giusto mix tra simulazione e arcade, tutto a vantaggio del divertimento.

Con il susseguirsi dei giri di pista, salto dopo salto, si comincia a prendere confidenza con il sistema di controllo e a trovare un bel ritmo in pista. Il tracciato reagisce realisticamente al passaggio delle moto: se scaviamo un solco o lasciamo una traccia, ritroveremo lo stesso segno al giro dopo. Un pregio non indifferente per un’esperienza del genere.

Le inquadrature di gioco sono tutte interessanti: dalla terza persona alla telecamera in soggettiva, che ci mostra il manubrio e la parte anteriore della moto, o a quella più suggestiva direttamente attraverso il casco del pilota. Pur essendo sostanzialmente derivato dal “cugino” MXGP 3, Monster Energy Supercross può contare su un modello di guida che offre alcuni accorgimenti in grado di rendere l’esperienza più intrigante, sia per quel che riguarda la gestione del peso sulla moto (complice anche la conformazione dei tracciati, molto più compatti e tecnici di quelli motocross) che la routine della fisica. Ciò nonostante, non mancano elementi che rendono l’approccio più arcade: il gioco perdona infatti numerosi errori, ad esempio permettendovi di atterrare direttamente sulle teste dei piloti avversari che, per tutta risposta, continueranno la propria corsa come nulla fosse, ma in generale può garantire un tasso di divertimento decisamente superiore.

Da segnalare un po’ di problemi sul versante tecnico che testimoniano un’opera di ottimizzazione del motore di gioco non proprio eccezionale: la gestione di venti moto su schermo si fa sentire, con cali notevoli nel frame-rate che si fanno ancora più evidenti nel malaugurato caso in cui si assiste a una caduta. In questi casi, specialmente in gruppo, il sistema che si occupa di calcolare le collisioni fa sì che il frame-rate cali vistosamente portando a dei veri e propri rallentamenti. È un peccato, dal momento che complessivamente la produzione di Milestone offre un colpo d’occhio notevole, confermando i grandi passi in avanti fatti dalla software house italiana dopo la scelta di abbandonare il motore precedente e utilizzare il più potente Unreal Engine di Epic Games.

Monster Energy Supercross
Monster Energy Supercross – The Official Videogame
GIUDIZIO
Questa volta Milestone ci ha davvero stupito con una mossa inaspettata: abbandonare la serie MXGP a favore del campionato AMA è stata una scelta imprevedibile e, a conti fatti, molto interessante. Monster Energy Supercross - The Official Videogame ha grandi punti di forza soprattutto per quanto riguarda il suo gameplay, leggermente semplificato rispetto al passato, ma più gradevole nel complesso. Un titolo insomma adatto agli appassionati di motocross, che non deluderà nemmeno chi volesse semplicemente concedersi qualche ora di sano divertimento in sella ai numerosi bolidi a due ruote. Bevete un energy drink, allacciate il casco e preparatevi a diventare i re indiscussi del campionato AMA Supercross!
GRAFICA8
SONORO7.5
LONGEVITÀ7.5
GAMEPLAY8
PRO
Finalmente il campionato AMA Supercross!
Il motore Unreal Engine 4 rende molto bene
Divertimento assicurato
CONTRO
Cali di frame-rate causati dal sistema di collisioni
Modello di guida a volte eccessivamente arcade
7.8
ACQUISTALO SU AMAZON!