Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order

Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order

La Grande Alleanza torna per fronteggiare una minaccia cosmica: riusciranno gli eroi Marvel a fermare Thanos e il suo Ordine Nero?

Dopo circa dieci anni dal debutto de La Grande Alleanza 2, gli eroi e villain dei fumetti Marvel tornano per una nuova avventura che tenta di cavalcare l’incredibile successo del Cinematic Universe, giunto ormai alla termine di un ciclo lungo e importante ma già pronto a stupire con una nuova fase che si prospetta altrettanto scoppiettante. A suo modo, Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order tenta di rielaborare la storia alla base della Saga dell’Infinito (culminata con Avengers: Infinity War, Captain Marvel ed Endgame) mettendo Avengers, X-Men, Difensori e Guardiani della Galassia contro una minaccia di proporzioni cosmiche: il titano pazzo Thanos e i seguaci dell’Ordine Nero.

Ciò che ne consegue è una storia che, pur non brillando mai per originalità o per colpi di scena nella sceneggiatura, riesce nell’intento di accompagnare i fan dell’universo Marvel in una campagna sufficientemente longeva, ricca di fan-service e soprattutto stracolma di personaggi appartenenti ai diversi filoni creati negli anni dalla Casa delle Idee. Dopo aver speso decine di ore in compagnia di Ultimate Alliance 3 e avervi parlato del sistema di sinergia tra i vari personaggi, è giunto il momento di un verdetto definitivo sul nuovo gioco d’azione di Team Ninja disponibile da oggi in esclusiva su Nintendo Switch.

Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order
L’avventura comincia nei panni dei Guardiani della Galassia, sempre presenti quando c’è odore di guai.

ALLA RICERCA DELLE GEMME

Come dicevamo, la storia di Marvel Ultimate Alliance 3 si basa sulla lotta per le Gemme dell’Infinito e parte dallo spazio remoto, con i Guardiani della Galassia che si mettono sulle tracce di Ronan l’Accusatore e si ritrovano, loro malgrado, ben presto nel mirino dell’Ordine Nero. Da questo momento in poi, i giocatori partiranno per un viaggio che, attraverso dieci atti e numerose location iconiche dei fumetti, ci spedirà alla ricerca delle sei Gemme per sventare la minaccia dell’Ordine Nero capitanato dal folle Thanos.

La storia, non particolarmente eccezionale ma funzionale allo scopo, è caratterizzata da una continua scoperta di nuovi personaggi che si uniranno progressivamente al roster per sventare i piani del titano pazzo. Esplorando scenari come il Raft, l’Avengers Tower, la X-Mansion e così via, incontrerete nuovi eroi o villain che possono unirsi all’Alleanza ed essere controllati direttamente dal giocatore all’interno di una squadra composta da quattro personaggi. Ogni scenario ovviamente è legato a personaggi specifici dei fumetti che compariranno sia in veste di comprimari che, in casi particolari, nei panni di un boss di fine livello. Completando i vari livelli, arricchirete il vostro roster con altri protagonisti fino a completare la scacchiera da 36 personaggi (più svariati bonus).

Come evidenziato in sede di anteprima, ogni personaggio dispone di un moveset che si basa su un attacco leggero, un attacco pesante, la parata e mosse elusive come schivata e salto. Combinando questi tasti, è possibile dar vita a combo che ricaricano la speciale barra Estrema, con la quale potrete poi sfoderare un attacco finale, mentre raccogliendo le sfere blu ottenibili uccidendo i nemici (o semplicemente, attendendo un certo lasso di tempo) potrete utilizzare attacchi speciali premendo il tasto dorsale R e uno dei quattro tasti azione del Joy-Con destro.

Inizialmente il numero di mosse a disposizione di ogni personaggio è limitato, ma con la progressione di ciascun eroe (si parte dal livello 1 e si arriva fino al 40) otterrete di volta in volta nuove abilità da sfruttare in combattimento per dar vita a interessanti combo in sinergia. Già, la sinergia: sebbene Marvel Ultimate Alliance 3 sia un gioco che, in un certo senso, riprende il filone dei musou giapponesi che fanno del frenetico button-mashing il loro punto di forza, la produzione di Team Ninja si basa sulla collaborazione tra i vari personaggi del roster e sulla loro capacità di attaccare in sinergia e sfruttare le rispettive abilità per liberarsi più velocemente dei nemici. Ci sono diversi modi per creare sinergie, ma prima di tutto è fondamentale creare una squadra bilanciata e composta da membri potenzialmente in grado di amplificare l’effetto dei danni inflitti.

Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order
Durante la campagna, potrete visitare luoghi iconici come la dimora degli X-Men.

L’IMPORTANZA DELLA SINERGIA

Oltre a disporre di vari parametri che ne determinano l’efficacia in combattimento (ad esempio Forza, Vitalità, Maestria, Resistenza, Durabilità ed Energia), ogni personaggio ha dalla sua una certa affiliazione con un particolare gruppo (X-Men, Avengers, Difensori, e così via), un tipo di attacco (Energia, Etereo, Mischia, Perforazione, etc.) e di Sinergia che consentono di creare strategie ben differenti a seconda del proprio stile di gioco. In tal senso, la profondità del sistema ruolistico messo in piedi da Team Ninja è notevole, con una progressione separata per ciascun eroe (tramite punti esperienza che consentono di incrementare il proprio livello e, dunque, di ottenere nuove abilità o slot per applicare potenziamenti) e per le quattro tecniche utilizzate da ogni personaggio del team.

Queste tecniche possono essere migliorate spendendo risorse che si ottengono durante la campagna o attraverso attività secondarie (ci arriviamo tra un attimo), ma soprattutto fanno la differenza in caso di uso in sinergia con altri personaggi. Come dicevamo, ogni eroe può attivare una delle quattro mosse con la pressione del dorsale R e di uno dei quattro tasti azione del Joy-Con destro, ma è con l’uso di ZR che viene il bello. In caso di prossimità di un altro eroe, l’interfaccia cambierà mostrando gli attacchi complementari che ciascun personaggio può sfruttare per creare una sinergia: a questo punto, vi basta premere il tasto apposito perché i due personaggi diano vita a una mossa devastante in grado di sconfiggere gruppi nutriti di nemici o di svuotare la barra dello stordimento, la quale lascia ai giocatori la possibilità di danneggiare un nemico corazzato o un boss per un breve lasso temporale.

Allo stesso modo, anche la CPU può suggerire al giocatore l’uso di un attacco in sinergia: a patto di prestare attenzione all’interfaccia (che cambierà al momento più opportuno), potrete premere ripetutamente il tasto A a più riprese per creare la sinergia. Dobbiamo ammettere che l’intelligenza artificiale si comporta molto bene sotto quest’aspetto e dà particolari soddisfazioni, tuttavia è sfruttando la modalità cooperativa (sia online che in locale, semplicemente passando uno dei Joy-Con al secondo giocatore) che l’esperienza di Marvel Ultimate Alliance 3 brilla particolarmente. Sincronizzare combo, mosse speciali e attacchi in sinergia con un altro giocatore è decisamente divertente e consente di dare vita a strategie particolari, specialmente quando si tratta di inanellare una o più Estreme (le super mosse che si sbloccano ricaricando la barra gialla): basta premere più volte la combo L+R per dar vita a una, due, tre o quattro mosse Estreme simultaneamente, che oltre a infliggere più danni, possono creare sinergie particolari in grado di stordire o di far barcollare i nemici più coriacei.

Se il gameplay si articola su principi piuttosto semplici e su un moveset basilare, non si può dire lo stesso della progressione, che al contrario continua a crescere in modo forse un tantino esagerato fino a sbloccare un vero e proprio “endgame” ricco di cose da fare prima di raggiungere il massimo potenziale del singolo eroe e della Grande Alleanza. La progressione del singolo passa inoltre da un sistema di esagoni che, tramite l’apposita sezione del Laboratorio, può incrementare le statistiche di ciascun personaggio tramite l’uso di risorse: è possibile aumentare l’energia vitale, la resistenza, la barra delle abilità, la forza degli attacchi in mischia e delle tecniche speciali, ma anche il numero di volte in cui potrete rianimare un personaggio in battaglia, e così via. A rendere il tutto molto più complesso (ma certamente stimolante, per gli amanti di questo genere di esperienze) ci pensa inoltre il sistema ISO-8, un derivato del vibranio presente in varie forme che dà al giocatore nuovi potenziamenti. Gli ISO-8 possono essere migliorati e combinati prima di essere alloggiati in uno dei quattro slot disponibili per ciascun eroe, e applica numerosi effetti di stato che risulteranno particolarmente utili nelle attività di fine gioco.

Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order
Ghost Rider è uno dei personaggi che sbloccherete progredendo nella campagna.

LE SFIDE INFINITY

Esplorando a dovere gli scenari, vi imbatterete in alcuni varchi inter-dimensionali che vi porteranno ad affrontare particolari missioni, chiamate Sfide Infinity: si tratta di imprese che devono essere completate secondo particolari requisiti, ad esempio completando lo scontro entro un tempo limite oppure ottenendo un certo punteggio tramite gli attacchi sinergici, ma che possono donare al giocatore nuovi materiali e potenziamenti che sono fondamentali per sbloccare il massimo potenziale di ciascun eroe. In alcuni casi, le sfide sono estrapolate da momenti specifici della campagna o boss-fight, in altri invece sono missioni ad hoc ambientate in scenari caratteristici dell’universo Marvel.

Parliamo di centinaia di missioni che permettono di sbloccare nuove ricompense: oltre alle classiche skin per i personaggi, in alcuni casi potrete aggiungere anche nuovi eroi al roster (Elektra e Magneto sono i primi due, più un altro paio che non possiamo rivelare ma che di sicuro faranno la gioia degli appassionati dei fumetti) e divertirvi mettendovi alla prova con nuove tecniche di combattimento. Ogni Sfida Infinity include tre obiettivi speciali che consentono di collezionare un certo numero di stelle e sbloccare i bonus di cui sopra, ma anche Informazioni, Filmati, Musiche e Illustrazioni speciali nell’apposita sezione Galleria del menu principale.

Tanta carne al fuoco, dunque, per un gioco che promette di offrire decine e decine di ore ai fan dei fumetti Marvel: se al livello di difficoltà standard la campagna può essere completata in una decina di ore, a quello intermedio il tasso di sfida aumenta in modo considerevole negli scontri con i boss più avanzati. Completando la campagna inoltre vi sarà garantito un terzo livello di difficoltà ancora più elevato che richiederà un massiccio utilizzo di sinergie per avere una chance di vittoria.

ALLEANZE BALLERINE

A livello tecnico, Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order vive di alti e bassi: il gioco è caratterizzato da un comparto grafico colorato, con modelli poligonali sufficientemente dettagliati e animazioni convincenti, tuttavia è palese un certo riciclo di animazioni che sono applicate alle varie mosse speciali di ciascun eroe, con somiglianze probabilmente troppo marcate persino tra personaggi diametralmente opposti (ad esempio, Captain Marvel e Psylocke).

Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order
Per gli amanti dello Spider-Verse, non mancano altri “combattenti ragno” oltre a Spider-Man: inserendo nella squadra altri personaggi dello stesso gruppo otterrete bonus in combattimento.

Peccato, perché gli scenari non sono poi così male (nonostante dei piccoli problemi nella gestione della telecamera) e la colonna sonora accompagna con una certa energia le varie missioni principali. Tuttavia, non mancano difetti come ad esempio un frame-rate ballerino, che zoppica in presenza di gruppi numerosi di nemici specialmente quando si sfruttando molti attacchi in sinergia o più di una Mossa Estrema per volta. Da una parte, il gioco fatica in presenza di troppi nemici specialmente in modalità portatile, situazione che migliora (ma non più di tanto) collegando la console alla TV di casa tramite il dock.

Dall’altra, allargando la cornice si notano difetti di pulizia e una risoluzione generale non proprio eccezionale che, nel nostro caso, ci hanno spinto a giocare quasi totalmente in modalità portatile. Difetti che, in parte, sono stati risolti con la patch day-one lanciata da Nintendo prima del debutto sul mercato, e che saranno verosimilmente affinati grazie ai prossimi update da parte del team di sviluppo.

GIUDIZIO
Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order è un'ottima esclusiva per Nintendo e la sua console ibrida, che offre ai fan dei fumetti la possibilità di continuare a vivere le gesta dei propri eroi preferiti in attesa del prossimo ciclo cinematografico. Con oltre trenta personaggi e un sistema di combattimento che unisce semplicità d'uso e profondità degli elementi ruolistici, Ultimate Alliance 3 propone una struttura classica che pur senza innovare la formula dei giochi precedenti riesce nel suo scopo: divertire, specialmente se giocato in compagnia. Da non perdere.
GRAFICA7.5
SONORO8
LONGEVITÀ8.5
GAMEPLAY7.5
PRO
Storia discreta e ben orchestrata
Roster ricco di personaggi e molto vario
Sistema di combattimento immediato ma allo stesso tempo profondo
Gli elementi ruolistici donano notevole spessore al gioco...
CONTRO
...ma potrebbero confondere gli utenti meno esperti
Le Sfide Infinity alla lunga stancano
Tecnicamente si poteva fare di più
7.8
ACQUISTALO SU AMAZON!