Pare non ci sia pace per gli sviluppatori di Massive che stanno ricevendo parecchie lamentele da parte dei giocatori di Tom Clancy’s The Division a causa dell’ennesima mancata rotazione delle missioni giornaliere del gioco di massa.

Completando le missioni giornaliere i giocatori vengono premiati con crediti Phoenix, che vengono utilizzati per acquistare equipaggiamenti di alta gamma. Queste dovrebbero ruotare ogni giorno, garantendo così ai giocatori la possibilità di ottenere crediti con continuità, ma nelle ultime settimane la rotazione di queste missioni è saltata per due o tre giorni consecutivi, lasciando i giocatori a rigiocare sempre le stesse aree.

Il problema è emerso principalmente dopo l’introduzione l’aggiornamento di aprile, che oltre ad aver aggiunto la controversa incursione Falcon Lost, ha anche riempito l’ecosistema di The Division di numerosi glitch e bug che hanno spaccato in due la community. L’ultima volta, la software house si è vista costretta a offrire dei crediti Phoenix come parziale “risarcimento” agli utenti di The Division, ed evitare così di perdere una fetta d’utenza messa a dura prova dalle condizioni del gioco.

Attraverso un post su Twitter, Massive ha dichiarato di essere a conoscenza del problema e a lavoro per risolvere permanentemente il problema. Intanto, sempre sul social, i fan del gioco dichiarano di essere stanchi di incappare continuamente negli stessi problemi, minacciando di tornare su vecchi titoli come Destiny o di attendere l’arrivo di nuovi prodotti per abbandonare definitivamente The Division e provare esperienze di gioco nuove.

Nel frattempo, sono disponibili i nuovi incarichi settimanali della Operazione ISAC, che permette di guadagnare fino a 30 crediti Phoenix per l’acquisto di equipaggiamento di alta gamma.