Nelle scorse ore è giunta la notizia da parte di Ubisoft dell’acquisizione di Blue Mammoth Games, la software house che ha raggiunto il successo grazie al picchiaduro Brawlhalla, lanciato in formato free-to-play su Steam e PS4.

Su entrambe le piattaforme il gioco ha fatto registrare un discreto successo, posizionandosi tra i primi 60 giochi per numero di utenti su Steam, e proclamato dagli utenti PlayStation uno dei migliori picchiaduro presenti sulla piattaforma.

Il team di Blue Mammoth Games vanta una grande esperienza nello sviluppo e gestione di giochi multiplayer online scalabili e competitivi, e sarà una grande aggiunta alla rete di studi di Ubisoft“, ha dichiarato Laurent Detoc, presidente di Ubisoft NCSA. “Con Brawlhalla, stiamo acquisendo un titolo molto popolare e altamente redditizio, che si allinea alla nostra strategia di espandere il nostro pubblico e offrire ai giocatori esperienze di gioco sempre più divertenti e di lunga durata“.

Non vediamo l’ora di poter contare sull’esperienza e le risorse di Ubisoft per continuare a sviluppare e supportare Brawlhalla a lungo termine, beneficiando del loro aiuto per far scoprire il gioco a nuovi utenti“, hanno dichiarato Matthew Woomer e Lincoln Hamilton, fondatori di Blue Mammoth Games.

L’acquisizione è stata completata da Ubisoft lo scorso 1 marzo, ma al momento in cui scriviamo non sono state rese note le cifre della transazione.