Sea of Thieves non includerà il tipico editor per la creazione del proprio personaggio, stando alle informazioni condivise dai colleghi di Eurogamer, che durante un recente evento di anteprima hanno infatti notato un insolito sistema per la personalizzazione dei personaggi.

Rare, infatti, non permetterà ai giocatori di personalizzare l’aspetto del proprio pirata: all’inizio del gioco, potrete scegliere tra 8 personaggi creati casualmente basati su diversi aspetti come età, razza, sesso e corporatura. Pur non potendo modificare nessuno di questi aspetti, avrete la possibilità di ripetere il procedimento senza limiti e creare così altri otto personaggi fin quando non otterrete il pirata che più vi colpirà nell’aspetto.

La software house ha spiegato che questa scelta è legata prettamente al gameplay di Sea of Thieves, in quanto gli sviluppatori saranno in grado di creare meccaniche specifiche per modificare l’aspetto dei personaggi nel corso dell’avventura. Stando alle dichiarazioni di Craig Duncan, director dello studio, questa peculiarità spingerà i giocatori a scegliere un personaggio che normalmente non avrebbero creato con un comune editor e utilizzare un pirata differente dal proprio aspetto ideale.

Ricordiamo che Sea of Thieves sarà disponibile dal 20 marzo su Windows 10 e Xbox One. Il gioco uscirà in veste gratuita su Xbox Game Pass per gli utenti abbonati e potrà essere utilizzato anche su PC grazie al programma Xbox Play Anywhere.