Nonostante l’adozione di un nuovo algoritmo di matchmaking per il multiplayer online di Destiny, le Prove di Osiride non useranno il nuovo sistema che predilige la qualità della connessione (rispetto alle abilità dei giocatori), nel tentativo di mantenere elevata la competitività durante l’evento PvP settimanale. La notizia arriva direttamente da Bungie, che ha confermato la decisione sul proprio profilo Twitter.

Una scelta che, inevitabilmente, manterrà tutti i consueti problemi di lag presenti di settimana in settimana durante l’evento PvP di Destiny, a causa di un sistema che spesso e volentieri mette insieme due squadre da parti opposte del globo. Non è da escludere che il team di sviluppo possa cambiare idea se le lamentele dei giocatori dovessero continuare nel prossimo futuro.