Quando Super Mario Kart fu distribuito nel 1992 su Super Nintendo, nessuno avrebbe mai potuto immaginare che quel simpatico gioco di corse di stampo arcade, negli anni a seguire, sarebbe diventato uno dei franchise più importanti per Nintendo, addirittura al pari di Super Mario nella sua classica veste platform. Sono passati più di vent’anni, eppure la serie Mario Kart rimane una delle più apprezzate dai possessori di console della grande N, a dimostrazione che il colosso di Kyoto ha saputo continuamente rinverdirne la formula con scelte oggettivamente vincenti.

Mario Kart 8 Deluxe

L’IMPORTANZA DI MARIO KART

L’arrivo sul mercato dell’ibrida Switch in un certo senso ha preteso una scelta strategica importante da parte di Nintendo, indirizzata a far passare meno tempo possibile tra l’esordio della console è la disponibilità per essa di un capitolo di Mario Kart; questo per molteplici motivi, tra cui la natura anche portatile della console che si sposa perfettamente con la tipologia del racing secondo Nintendo, come ampiamente dimostrato dai capitoli già usciti su Nintendo DS e 3DS.

In ogni caso, seppur arrivata con qualche critica (i puristi aspettavo un capitolo comletamente nuovo), la mossa di Nintendo di mettere in piedi una versione rimasterizzata di Mario Kart 8 è in realtà ampiamente condivisibile: un grande risultato con un minimo sforzo, e soprattutto un Mario Kart nella line-up di Switch a nemmeno due mesi dalla sua uscita sul mercato pronto a fare i consueti sfracelli in termini di vendite.

CONTENUTI A GO GO

Mario Kart 8 Deluxe si presenta immediatamente in grande forma, dato che i contenuti proposti sin dal primo avvio sono davvero tanti. Tanto per cominciare, sono disponibili tutti i circuiti di Mario Kart 8 compresi i DLC successivi all’uscita dell’originale per Wii U, per un totale di ben 48 tracciati selezionabili. Ci sono cinque nuovi personaggi nel roster, ossia Bowser Jr., Tartosso, Re Boo, Ragazzo Inkling e Ragazza Inkling, più uno segreto da sbloccare in seguito ad alcuni successi ben precisi da ottenere. E ci sono persino alcuni power-up inediti, tra cui il Boo, che permette l’invisibilità e la trasparenza fisica a chi lo utilizza.

Tra le classi invece, oltre alle consuete 50cc, 100cc e 150cc, sono immediatamente selezionabili la Speculare, una variante della 150cc in cui tutti i tracciati si percorrono specchiati rispetto agli originali, più la famigerata 200cc, aggiunta in Mario Kart 8 successivamente all’uscita su Wii U, che è sicuramente una delle modalità più tecniche e complesse mai viste in un Mario Kart.

Mario Kart 8 Deluxe

La grande novità di Mario Kart 8 Deluxe è invece la tanto agognata modalità Battaglia, che era stata uno dei punti forti di molti episodi passati ma che inspiegabilmente non era stata inserita nel titolo Wii U. Nell’implementare la modalità Battaglia, Nintendo ha preferito fare le cose in maniera accurata: all’interno di questa modalità, infatti, si combatte sempre in arene dedicate, differenti dai normali 48 circuiti disponibili per le gare, che per l’occasione sono completamente inedite. A disposizione ci sono dunque ben otto scenari nuovi di zecca, sui quali è possibile giocare attraverso le cinque configurazioni selezionabili: Battaglia Palloncini, Guardie e Ladri, Bob-omba a Tappeto, Acchiappamonete e Ruba il Sole Custode. Se l’offerta di Mario Kart 8 Deluxe è molto vicina a quanto propose l’episodio Wii U, avere almeno una modalità completamente originale, peraltro utilizzabile in multiplayer sia locale che online, è un bonus non di poco conto e che aumenta di molto la longevità complessiva.

ACCORGIMENTI E RIFINITURE

Il gameplay di Mario Kart 8 è stato sicuramente uno dei punti di forza della produzione, con un bilanciamento che ha pressoché raggiunto la perfezione in particolare. Ciò nonostante Nintendo per Mario Kart 8 Deluxe ha voluto rifinire diversi aspetti, apportando alcune modifiche che effettivamente danno un qualcosa in più alla giocabilità già quasi perfetta maturata in Mario Kart 8.

Il primo grosso cambiamento è la possibilità di avere due slot dedicati ai power-up (con tanto di alcuni doppi cubi sorpresa sparsi per il tracciato che permettono di riempire i due slot in un colpo solo), una feature già vista in altri episodi della serie che torna per l’occasione in questa esclusiva per Switch. Dobbiamo dire che la scelta si è rilevata azzeccata, anche perché il fatto di non poter scegliere quali dei due power-up utilizzare, dato che si rendono disponibili uno dopo l’altro cronologicamente rispetto a quando vengono trovati, non compromette ne facilita gli equilibri di gara.

Mario Kart 8 Deluxe

La seconda modifica riguarda invece la derapata, uno degli elementi centrali del gameplay di Mario Kart 8. Durante le derapate in curva, infatti, nell’episodio Wii U era possibile sfruttare due livelli di turbo, e cioè il semplice Miniturbo caratterizzato dal fumo di colore blu e il Super Miniturbo di colore invece arancione. In Mario Kart 8 Deluxe, la casa di Kuyoto ha aggiunto l’Ultra Miniturbo, caratterizzato dal colore viola, che aumenta di un altro livello il bonus velocità dopo una derapata di circa quattro o cinque secondi.

IL PLUS DI SWITCH

Mario Kart 8 Deluxe sfrutta in maniera eccellente tutte le potenzialità offerte dall’hardware di Switch, risultando senza alcun dubbio il titolo che meglio ne risalta le sue caratteristiche. Oltre alla modalità TV, infatti, il nuovo racing Nintendo sfrutta in maniera eccezionale sia la modalità handheld, dove la resa sullo schermino è davvero sontuosa, ma soprattutto la modalità da tavolo. Appunto grazie a quest’ultima, attraverso l’utilizzo di ciascun Joy-Con come controller a sé stante, è possibile giocare in multiplayer locale direttamente sullo schermo della console, con un solo amico o persino in quattro giocatori contemporaneamente. In questo caso lo schermo da 6.2 pollici di Switch si divide in quattro: sicuramente la visuale non è ottimale ma trovando il giusto incastro in termini di posti a sedere di fronte allo schermo il divertimento è garantito (con inevitabili imprecazioni annesse).

Parlando invece di controlli, dobbiamo ammettere che non abbiamo sentito in alcuna maniera la mancanza del Controller Pro, che avevamo comunque provato durante l’evento di presentazione del titolo a Milano, portando a termine tutte le classi disponili (200cc inclusa) utilizzando i due Joy-Con uniti con l’apposito supporto senza nessun problema di sorta.

RESOLUTION GATE

Che Switch, nell’era del 4K ormai sdoganata, non sia un mostro di potenza è un fatto ormai assodato, ma l’ibrida di Nintendo non ha ancora mostrato tutto il proprio potenziale se si considera che i due titoli di punta usciti fino a oggi sono, a conti fatti, due porting da Wii U (Zelda: Breath of The Wild e appunto Mario Kart 8 Deluxe).

Mario Kart 8 Deluxe

Nonostante dunque il motore grafico di vecchia generazione, Mario Kart 8 Deluxe gira in maniera brillante su Switch a 1080p nativi in modalità TV, praticamente il doppio rispetto ai 720p che presentava la versione Wii U, con 60 frame al secondo assolutamente solidi. Inoltre, in termini di asset, il nuovo capitolo presenta un sistema di anti-aliasing più performante e un filtraggio delle texture leggermente superiore all’originale Mario Kart 8, mostrando un risultato complessivo molto convincente.

Dal momento in cui si passa in modalità portatile, invece, la risoluzione di Mario Kart 8 Deluxe scende a 720p per adeguarsi a quella dello schermo della console, mantenendo in ogni caso un’ottima pulizia a schermo e i suoi granitici 60fps.

IN RETE È ANCHE MEGLIO!

Senza dubbio la componente multiplayer di Mario Kart 8 Deluxe assume un ruolo centrale dell’esperienza, sia essa come detto in precedenza puramente locale ma ancor di più se si parla di quella online. La struttura del gioco di rete è sostanzialmente la stessa rispetto a quella vista su Wii U, con la possibilità di giocare su server mondiali, regionali oppure direttamente con i propri amici in lista. Dalle nostre prove, seppur con meno carico rispetto a quando il titolo uscirà nei negozi, abbiamo giocato senza il minimo problema, senza avvertire bug di nessun tipo e nemmeno lag che creasse ritardi o scatti durante le gare.

Tra le novità di minor rilievo, ma comunque interessante ai fini dell’esperienza ludica, è la possibilità finalmente di poter cambiare personaggio e kart tra una gara online e l’altra, senza il bisogno di uscire dalla stanza di gioco.

Mario Kart 8 Deluxe
Mario Kart 8 Deluxe
GIUDIZIO
Mario Kart 8 Deluxe è senza dubbio il Mario Kart più ampio e completo di sempre, e con ogni probabilità uno tra i più riusciti in termini di bilanciamento e setting complessivo. Con questa nuova versione in esclusiva per Switch, Nintendo non ha stravolto la formula rispetto all’edizione originale, ma ha aggiunto alcune modifiche importanti, anche a livello di gameplay, che lo rendono appetibile anche a chi avesse consumato la versione Wii U sebbene con un leggero effetto "more of the same", come è ovvio che succeda con una versione rimasterizzata. In ogni caso, la nuova modalità Battaglia, un buon upgrade grafico, i nuovi personaggi, il comparto online potenzialmente infinito, ma soprattutto le originali possibilità di gioco offerte dall’hardware di Switch lo rendono praticamente un acquisto obbligato per tutti i possessori della nuova console Nintendo, a prescindere dall’aver giocato o meno l’originale, almeno fino all’uscita del prossimo capitolo della serie.
GRAFICA8.8
SONORO9
LONGEVITÀ9.5
GAMEPLAY9.8
PRO
Buon miglioramento grafico
Sfrutta appieno le caratteristiche di Switch
Solito, stratosferico gameplay
La modalità Battaglia è divertentissima
Comparto online solido e duraturo
CONTRO
Meno appetibile per chi avesse già consumato la versione Wii U
Nessuna pista Gran Premio inedita
9.2
ACQUISTALO SU AMAZON!