Le Leggende di Tamriel - 21 - Haskill

Le Leggende di Tamriel #21 – Haskill

Analizziamo uno dei personaggi più enigmatici del mondo di The Elder Scrolls.

In questo nuovo appuntamento con Le Leggende di Tamriel, la nostra rubrica dedicata agli eroi della saga di The Elder Scrolls e della loro trasposizione ne gioco di carte digitale Legends, oggi continuiamo ad approfondire i temi introdotti nella nuova espansione Isola della Follia. Questa volta, vi parliamo di Haskill, il celebre Ciambellano di Lord Sheogorath, analizzandone la storia e le potenzialità della sua carta nel mondo di Legends. Buona lettura.

LA STORIA

Haskill fu il Ciambellano di Lord Sheogorath, “l’unica costante nei capricci in continua evoluzione del Dio Folle”, come veniva definito dalle persone che lo conoscevano.

Assumeva spesso l’aspetto di un uomo anziano con un vestito malinconico ma allo stesso tempo fiammeggiante. Proprio come il suo collega Dyus, ex-Ciambellano di Jyggalag, le sue origini esatte sono sconosciute, ma si sa che un tempo fu un mortale di cui ora non resta che una traccia.

Le Leggende di Tamriel - Haskill
La caratterizzazione di Haskill è davvero interessante.

Io sono una traccia, tutto ciò che rimane di un mortale del tuo mondo che ‘abbracciò’ Sheogorath nella sua mente durante un evento in una volta precedente. Come frammento, il mio ricordo dell’evento è… frammentario. Io sono confuso sull’intero concetto di ‘abbracciare’, ma ha qualcosa a che fare con Lord Sheogorath, me stesso, e questo Jyggalag di cui parli, ho chiesto al Dio Pazzo di spiegarmelo, ma lui ride e dice che forse me lo dirà l’anno prossimo, ‘qualunque cosa significhi’.
– Haskill

Secondo lui, tuttavia, è stato al servizio di Sheogorath fin dal “principio”. Si è occupato di tutti i compiti amministrativi e mondani coinvolti nella gestione delle Isole Shivering. Haskill si prese anche cura delle Isole Shivering ogniqualvolta Sheogorath si allontanava dalle isole, e, proprio secondo Sheogorath stesso, avrebbe l’innata capacità di mettersi in mentre il suo padrone è via.

Haskill e Sheogorath insieme in una scena di The Elder Scrolls VI: Oblivion.

Nonostante sia stato mortale, Haskill non ha alcun desiderio di visitare o tornare a Tamriel e ha una forte avversione verso i mortali, che ritiene noiosi e irritanti.

Nell’anno 433 della Terza Era, Haskill aiutò il campione di Sheogorath nei suoi molti compiti, e alla fine lo aiutò anche a fermare il Greymarch, l’evento più catastrofico che si verifica nelle Isole Shivering al termine di ogni Era, e a liberare Jyggalag (Sheogorath) dalla sua maledizione.

Haskill servì il Campione come nuovo Dio Folle, ed è stato conosciuto come colui che lo avrebbe sostituito quando sarebbe stato convocato a Mundus.

La rappresentazione di Haskill in The Elder Scrolls: Legends.

ANALISI DELLA CARTA

La carta che rappresenta Haskill in The Elder Scrolls: Legeds rispecchia la sua vita di mistero. Una carta fortemente randomica, che in automatico genera un costo in magicka. Se nel corso del nostro turno riusciremo a giocare una carta con il costo in magicka indicato da Haskil, allora pescheremo una carta e Haskill ci proporrà un nuovo costo per replicare l’effetto. Dal punto di vista delle statistiche il Ciambellano di Sheogorath è una carta abbastanza solida, con una forza di 3, che la mette al sicuro da carte come “Divorare” e un body da 5.

Nonostante la sua imprevedibilità, Haskill può trovare spazio in una quantità non indifferente di mazzi, anche considerato il suo essere neutrale. Le sue statistiche solide agevolano e invogliano al suo utilizzo che, altrimenti, sarebbe di certo stato molto più limitato. Il potere è imprevedibile, ma può risultare determinante se si ha la fortuna di riuscire a utilizzare con buona costanza.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed