In una recente intervista a YugaTech, il produttore di Resident Evil 7 biohazard, Masachika Kawata, ha confermato che al momento non è prevista alcuna modalità multiplayer per il survival horror, che offrirà soltanto un’esperienza studiata per giocatore singolo.

Considerando che mancano poco più di tre mesi al rilascio ufficiale, è improbabile l’aggiunta di una componente così complessa all’ultimo minuto, ed è quindi difficile che il titolo possa contare su una modalità coop al lancio sul mercato.

Secondo Kawata, nonostante la modalità cooperativa fosse stata particolarmente apprezzata in Resident Evil 5, l’esperienza di Resident Evil 7 sarà completamente diverso. La presenza di una modalità cooperativa non avrebbe fatto altro che rovinare questa atmosfera, vanificando tutti gli sforzi fatti da Capcom per creare un titolo ricco di tensione.

Nell’intervista, è stato fatto riferimento anche alla demo di Resident Evil 7, attualmente disponibile solo su PS4. Kawata ha espresso il suo desiderio di pubblicare la versione dimostrativa anche su altre piattaforme, sebbene al momento la software house sia completamente focalizzata sul completamento del gioco finale, avendo lavorato fino a qualche giorno fa sull’aggiornamento della demo per PS4 che ha aggiunto delle sezioni inedite e il supporto a PlayStation VR.

Al momento, il piano degli sviluppatori è quello di continuare ad aggiornare la versione dimostrativa presente su PlayStation 4 fino all’uscita ufficiale del gioco, e aggiungere mano a mano nuove sezioni e nuovi aspetti del gioco, tra cui, si spera, la tanto chiacchierata modalità shooting, cosa che non è stata minimamente accennata nella versione attuale se non con una specie di ascia che è possibile raccogliere seguendo dei passi ben precisi.

Rimanete con noi per conoscere tutti i dettagli su Resident Evil 7 biohazard che, ricordiamo, sarà pubblicato nel mese di gennaio 2017 su PC, PS4 e Xbox One.