FIFA 19: scopriamo la nuova modalità Kick-Off e le novità di FUT

Due settimane fa abbiamo partecipato al tour di presentazione alla stampa europea di FIFA 19, con una prova in anteprima delle novità gameplay e la presentazione dei contenuti, le modalità e le innovazioni che influenzeranno l’ecosistema di gioco e in particolare l’amatissima modalità FUT, acronimo di FIFA Ultimate Team. In compagnia dell’associate producer Sam Rivera e del creative director Tyler Blair abbiamo scoperto le mosse di Electronic Arts per arricchire la formula di gioco di FIFA in aggiunta ai continui accorgimenti alle sue meccaniche di gioco.

Per questo motivo, l’azienda ci ha chiesto di attendere qualche settimana prima di rivelare alcune delle novità più invitanti di questa edizione, tra cui la schermata iniziale Kick-Off, completamente stravolta rispetto al passato, e una modalità FIFA Ultimate Team ancora più ricca.

LOTTA PER LA SOPRAVVIVENZA

La nuova schermata Calcio d’Inizio permette di avviare tutta una serie di modalità differenti: dalla classica sfida rapida alla terza iterazione de Il Viaggio, passando ovviamente per la rinnovata Carriera (che ora offre le due competizioni UEFA strappate al rivale PES, Champions League ed Europa League) ma soprattutto include un sistema capace di tenere traccia delle proprie statistiche. Dopo aver creato un profilo utente e collegato l’account al proprio utente Origin, PSN o Xbox One, potrete accedere a tutta una serie di informazioni che mostrano i dati più rappresentativi del vostro percorso nel mondo di FIFA e dello stile di gioco: il numero di vittorie e sconfitte, la posizione di tiro preferita, la zona in cui si mantiene il possesso più a lungo e persino statistiche più dettagliate che permettono ai maniaci di tattica di “studiare” e affinare il proprio modo di giocare a FIFA.

La nuova schermata, come dicevamo, include un’interfaccia ora più pulita ed elegante, che abbandona i colori più sgargianti per affidarsi a un candido bianco. La schermata è suddivisa in riquadri: c’è il Classic Match, la UEFA Champions League, la Home & Away e la Best of Series, ma anche Cup Final e la sorprendente House of Rules. Quest’ultima è senza dubbio una delle più interessanti novità per chi ama giocare in multiplayer locale con amici e familiari, e include al suo interno tante varianti di gioco che vanno a rendere l’esperienza davvero fuori di testa.

Se nella modalità Long Range si gioca tutto sommato a calcio così come avete sempre fatto, con la sola differenza che, come nel basket, i tiri da fuori valgono di più (il doppio, in questo caso), nella modalità Headers & Volleys potrete segnare esclusivamente con colpi di testa, tiri al volo, punizioni e rigori. In “First to” si può stabilire un punteggio da raggiungere per ottenere la vittoria, mentre la modalità No Rules non darà alcun vincolo di sorta (né arbitri o guardalinee a fischiarvi un fallo o fuorigioco) e vi permetterà di giocare all’insegna dell’anarchia più totale. Potrete stabilire dei vantaggi per un giocatore specifico, ad esempio fissando il punteggio di partenza o un livello differente per la CPU di ciascun giocatore, così da personalizzare totalmente lo stile di gioco e dar vita a dei tornei incredibilmente divertenti.

La modalità più interessante che abbiamo provato è tuttavia Survival, una vera lotta per la sopravvivenza in cui chi segna di più vince la partita… ma perde un membro della squadra a ogni gol segnato. Avete letto bene: ogni volta che segnerete un gol la CPU vi priverà di un calciatore del vostro team, pescando inizialmente dalla linea mediana e poi rimuovendo progressivamente attaccanti e difensori fino a che non terminerà la partita. Proprio questa limitazione rende la modalità molto tattica, perché se è vero che si vince solo segnando più gol del proprio avversario, è altrettanto vero che con troppe realizzazioni correte il rischio di ritrovarvi con una squadra decimata e concedere troppi spazi all’avversario, che potrà rapidamente tentare la più avvincente delle “remuntade”.

Nel caso di Survival, Electronic Arts ha persino registrato linee di dialogo specifiche, con frasi adatte alle diverse situazioni che si presenteranno in questa peculiare modalità. Nella nostra prova con un collega, ci siamo lasciati andare a diverse sfide in questa nuova modalità testando anche quello che è il comportamento della CPU, che in ogni caso cercherà di mantenere una sorta di bilanciamento e lasciare sempre in gioco almeno un attaccante, un centrocampista e un difensore.

FIFA 19 Ultimate Team

FUT E LE DIVISION RIVALS

La presentazione delle novità in ambito Ultimate Team è partita con una considerazione di quelle che sono state le principali innovazioni delle ultime tre edizioni: se in FIFA 17 la software house aveva allargato la modalità con FUT Champions, l’anno successivo EA ha introdotto Squad Battles per cercare di arricchire la formula di gioco e renderla più intrigante. FIFA 19 segna l’esordio di Division Rivals, che prende il posto delle Stagioni e permette di qualificarsi in una divisione specifica in base alle partite di piazzamento. Il principale cambiamento di questa modalità consiste nella mancata necessità di vincere un certo numero di partite per cambiare divisione: basterà ottenere uno specifico punteggio infatti per passare alla divisione successiva. Questo sistema sarà dunque molto più accessibile e meno frustrante per i giocatori.

Grazie al sistema Weekly Competition, ogni settimana i giocatori della divisione si sfideranno per contribuire al nuovo sistema di leaderbord, basato su molteplici rank in base alla percentuale di completamento. Alla fine della settimana, per coloro che raggiungeranno il Rank 1 ci saranno diverse opzioni da scegliere come ricompensa, tra Champion Points (circa 700), FIFA Coins (15.000, nella versione preliminare mostrata a Milano) e Player Pack di diversi livelli. Nel caso in cui non aveste tempo di partecipare alla Weekend League in una settimana, potrete conservare il gettone d’ingresso e riscattarlo successivamente.

Tutte le partite completate nella modalità FUT Champions premieranno con dei punti per la Division Rivals. E se non riuscirete a qualificarvi per il torneo settimanale, non temete: grazie al Champions Channel, potrete assistere ai replay delle migliori giocate dei campioni da ogni parte del mondo, con un controller virtuale che mostrerà con la massima precisione cosa sta facendo il rivale in tempo reale, così da aiutare il giocatore a migliorare “rubando” le strategie altrui. Ci saranno delle sezioni nella timeline che vi permetteranno di andare avanti fino alla sezione indicata, rallentando il tempo così da capire meglio come funziona una determinata tattica.

Tra le altre novità che abbiamo potuto scoprire nella presentazione, spicca un nuovo sistema di apertura dei pack di FUT, con nuovi effetti ed elementi particellari, fuochi d’artificio e un ingresso in campo del giocatore ancora più spettacolare e coinvolgente. Cambia anche il design delle carte dorate, con nuove immagini che sfrutteranno tutto lo spazio disponibile e mostreranno la possibile intesa con altri giocatori (l’ormai celebre Chemistry) con un nuovo set di icone. A proposito di Icone, Electronic Arts ha presentato le nuove star del passato che arriveranno in FIFA 19: Rivaldo, Cruyff, Lampard, Eusebio, Seedorf, Raul, Makelele, Gerrard, Klose e Cannavaro faranno il loro ingresso nella modalità Ultimate Team al lancio sul mercato. Cambia infine la gestione della squadra, con un piccolo accorgimento chiamato New Pack Flow Manager, che grazie allo stick analogico permette di gestire gli oggetti spostando verso l’alto per inviare una carta alla lista dei trasferimenti o verso il basso per vendere subito una carta indesiderata, mantenendo al centro gli oggetti che vorrete mantenere.

Per scoprire come questi accorgimenti andranno a influenzare il mondo di FIFA Ultimate Team servirà per forza di cose trascorrere qualche settimana in compagnia della rinnovata modalità, ma le premesse sembrano essere di certo molto positive: l’appuntamento è fissato al prossimo 28 settembre, quando FIFA 19, la nuova schermata Kick-Off e la rinnovata modalità Ultimate Team saranno disponibili su PC, PlayStation 4, Xbox One e Switch.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed