Gamescom 2019 Hub
Daemon X Machina

Daemon X Machina, a tu per tu con la prossima esclusiva per Switch

Il nuovo gioco di Marvelous arriverà sulla console ibrida di Nintendo a metà settembre.

Tra i titoli in arrivo nelle prossime settimane su Switch, ci sarà spazio anche per Daemon X Machina. Del gioco d’azione di Marvelous avevamo già parlato in precedenza, dopo la prova sotto forma di demo pubblicata su Nintendo eShop, un’edizione che aveva fatto discutere per tutta una serie di difetti segnalati dalla community e che in qualche modo ci avevano fatto dubitare delle effettive potenzialità della nuova esclusiva del catalogo Switch.

Venerdì scorso, in un evento organizzato da Nintendo in quel di Milano, abbiamo avuto la possibilità di mettere le mani su una build più avanzata del gioco per scoprire tutte le novità e i cambiamenti apportati dagli sviluppatori dopo le indicazioni della community. In attesa dell’arrivo nei negozi, previsto per il prossimo 13 settembre, vi raccontiamo le nostre impressioni sull’ultima prova con mano!

PERSONALIZZA

Una buona parte della prova è stata dedicata al tema della personalizzazione che, in un gioco come questo, è a dir poco fondamentale. Innanzitutto ci è stato mostrato quello che costituisce l’hub di gioco principale, dal quale possiamo far progredire la storia accettando missioni e completando qualche attività secondaria.

Protagonista indiscusso dell’hangar è senza dubbio Arsenal che, con la sua imponente grandezza, domina in ogni istante l’intera scena. Questa zona però non è soltanto un qualcosa di autoreferenziale fatto per far apprezzare al giocatore il proprio mech ma al contrario dispone di computer con interfaccia visuale, decisamente utile per procedere alla personalizzazione del robottone e del nostro pilota. Se nel caso del pilota umano si può parlare di un editor piuttosto standard, per quanto concerne il mech dobbiamo invece evidenziare delle grandi potenzialità che costituiscono un tool ricco di variabili, possibilità e personalizzazioni.

Non soltanto le armi da impugnare col braccio sinistro o con quello destro: ogni singola parte del robot può essere personalizzata e colorata a nostro piacere. Possiamo giocare con bicromie o combinazioni di colori fantasiose e modificare specifiche parti all’insegna di uno stile generale per la nostra fidata macchina da guerra.

Daemon X Machina

NUOVE RIFINITURE

Come ci è stato ampiamente raccontato durante la nostra prova, dopo aver pubblicato la demo sullo store digitale diversi mesi fa, gli sviluppatori hanno raccolto e fatto tesoro di tutti quelli che sono stati i principali feedback arrivati dalla community, smussando qua e là il sistema di gioco e applicando numerose rifiniture atte a rendere più coerente e, per certi aspetti arricchito, il gameplay di Daemon X Machina. Il nostro test si è tenuto interamente in modalità TV e ha svelato alcune tra le migliorie più importanti e richieste dai fan: in particolare, si tratta sia di elementi che riguardano l’HUD, che adesso è stata arricchita con nuovi dettagli quali, una barra della vita per i nemici e le frecce rosse che indicano la direzione dalla quale stanno arrivando dei colpi.

Ma non è tutto: anche il sistema di controllo del proprio Arsenal è stato rifinito con una maggiore cura, a partire dal movimento a terra fino a quello in fase di volo. Quest’ultimo in particolare è adesso più intuitivo anche se conserva uno schema dei comandi in parte ancora da rivedere. Oltre ai tasti L e R per sparare e alle schivate laterali, la scelta di assegnare ad esempio la discesa per tornare a terra o comunque per perdere quota alla freccia in basso non è chiaramente delle più felici, in termini di comodità, specialmente se bisogna farci affidamento nei momenti di combattimento più concitati.

Daemon X Machina

Come detto, non è stato possibile provare il titolo in modalità Tabletop (a nostro parere la dimensione ideale e più divertente per un titolo del genere, vista la miriade di quest e missioni molto brevi da portare a termine) ma siamo comunque fiduciosi per una buona ottimizzazione del prodotto. Su TV infatti, a parte qualche effetto molto caratteristico, il gioco non brilla per un comparto tecnico particolarmente entusiasmante ma si limita piuttosto a uno stile abbastanza facile da gestire per la console, senza mai esagerare.

Ottime impressioni dunque per un gioco che arriverà esclusivamente su Switch subito dopo l’estate: per mettere le mani su Daemon X Machina infatti bisognerà attendere il 13 settembre, quando il titolo di Marvelous esordirà sia informato retail che digitale.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed