Tempest 4000 è uno di quei titoli che potremmo definire storici: sicuramente ne avrete sentito parlare e probabilmente avrete avuto l’opportunità di giocarlo in una delle numerose edizioni o cloni usciti nell’arco degli anni. Lo abbiamo conosciuto per la prima volta nell’ormai lontano 1981, mentre oggi ne festeggiamo l’arrivo su PC, PS4 e Xbox One!

Tempest 4000

LA SALA GIOCHI

Inizialmente pensato come clone 3D di Space Invaders, con l’evolversi dello sviluppo invece il gioco si trasformò in qualcosa di completamente nuovo, tanto che, dopo il successo riscosso nelle sale giochi di allora iniziarono ad arrivare le prime voci riguardanti eventuali conversioni per le console domestiche. Le ancora scarse capacità hardware delle console casalinghe dell’epoca tuttavia crearono non pochi problemi nella realizzazione del porting tanto che il gioco non fu pubblicato mai in via ufficiale, fatta eccezione per alcuni prototipi e, recentemente, come parte di compilation o in cart non ufficiali.

Atari allora, già brand capace di risplendere di luce propria, decise di sfruttare Tempest come titolo di richiamo per realizzare un seguito da vendere in concomitanza dell’uscita della nuova e fiammante console ovvero l’Atari Jaguar, che con i suoi 64-bit di potenza non riuscì ad avere la meglio sulla neonata PlayStation di Sony, portando così la società a ritirarsi dal mercato hardware. Tale versione sviluppata per Jaguar da Jeff Minter, prese il nome di Tempest 2000 e divenne uno dei giochi più popolari per la sfortunata console di Atari.

La rinnovata versione presentava una grafica ricca di colori ed effetti psichedelici accompagnati da stimolante colonna sonora elettronica, di quelle capaci di rimanere in testa per sempre. A seguito di questa ottima versione si susseguirono alcune conversioni per console e computer nonché una leggermente riveduta per PlayStation che arrivò sulla console di Sony con il nome di Tempest X3. Qualche anno più tardi comparve TxK, sviluppato da Jeff Minter nuovamente per PlayStation Vita, PC, PlayStation 4 e Android che, nonostante tutto però, vide la luce solo su PlayStation Vita a causa di una diatriba legale tra Atari e LLamasoft.Tempest 4000

SPACE IS EVERYTHING

Quasi un anno fa, a sorpresa, Atari e LLamasoft hanno annunciato un moderno remake di Tempest programmato dallo stesso Jeff Minter in arrivo su PC e sulle console dell’attuale generazione. Non si tratta però di una semplice conversione: il titolo è stato aggiornato agli standard moderni e reso più spettacolare che mai sfruttando le attuali tecnologie e ciò si traduce nella pratica in nessun calo di frame-rate nonostante la risoluzione 4K, un comparto audio senza perdite di qualità e così via.

A condire il tutto troviamo poi quello che nei precedenti anni era stato reso possibile grazie ai programmatori di Llamasoft: la ritrovata pace con Atari ha fatto sì che in questa release potesse essere incluso non solo quanto visto in Tempest 2000 ma anche particolari dal quasi inedito TkX per la gioia di chi aveva avuto modo di giocarlo a suo tempo su PSVita e di chi, purtroppo, se lo era perso qualche anno fa.

Tempest 4000

Per il resto, quello che vi ritroverete a giocare sarà esattamente ciò che avete sempre voluto ovvero Tempest nella sua purezza, nella sua frenesia e nelle sua geometrie. Ben 100 spettacolari livelli con tre diverse modalità di gioco: Classic, Pure e Survival, conditi da uno scoreboard mondiale a cui tentare la scalata verso le prime posizioni.

Se cercate finalmente la versione definitiva di Tempest senza dover ricorrere a emulatori o al ripescaggio di qualche Atari Collection e simili finalmente avete ciò che fa per voi. Tutto quello che Tempest è stato in queste tre decadi è racchiuso in Tempest 4000: grafica, musica, emozioni e tutta l’azione psichedelica che solo una software house come Llamasoft può riuscire a trasmettere.

Tempest 4000
Tempest 4000
GIUDIZIO
Tempest è ancora uno sparatutto capace di stupire e divertire dopo tanti anni, i fan di vecchia data lo adoreranno e i nuovi giocatori ne rimarranno rapiti così come Wade Watts in Ready Player One nel tentativo di battere il punteggio James Halliday. Che siate anche voi dei Gunter o meno poco importa, Tempest 4000 è tra noi e non serve nemmeno una connessione a Oasis per giocarlo.
GRAFICA7
SONORO8
LONGEVITÀ8
GAMEPLAY8
PRO
La versione definitiva di Tempest
CONTRO
Poco intuitivi i controlli nel round bonus
Battere il record di James Halliday non sarà semplice
8
ACQUISTALO SU AMAZON!