Senran Kagura Burst Re:Newal

Senran Kagura Burst Re:Newal

Marvelous! lancia su PC e PS4 la riedizione del primo, storico episodio della saga.

Essere fan di Senran Kagura a oggi significa vivere in un mondo fatto di poppute ninja pronte a darsi battaglia in qualsiasi forma possibile, dagli scontri di ninjustu fino a sparatorie con pistole ad acqua indossando bikini super succinti. Un paradiso videoludico – e animato – per tutti quelli che sventolano la bandiera del genere ecchi con orgoglio. Perfino nell’insieme dei titoli appartenenti a questo genere al limite dell’osé, il marchio di Senran Kagura troneggia ancora fiero. Ma, ogni tanto, bisogna sempre guardarsi indietro e capire da dove si è partiti, soprattutto quando il “dietro” è un concetto molto ben espresso nell’estetica della saga. E dunque Marvelous! ci guida in un viaggio a ritroso di diversi anni attraverso una nuova edizione del primo storico titolo per Nintendo 3DS, chiamata Senran Kagura Burst Re:Newal.

Questo è uno dei rari casi in cui l’immagine parla da sé…

SCUOLA CONTRO SCUOLA

La trama di Senran Kagura, intesa come quella generale della serie, è via via andata scemando in favore della comicità e dei bikini all’aumentare dei capitoli presenti in essa. Tuttavia, non è sempre stato tutto così leggero nel marchio di Marvelous!, infatti il primo Senran Kagura Burst aveva una storia piuttosto “normale” che presentava sì il classico fanservice, ma poneva anche diverse situazioni serie e profonde, per quanto sorprendente possa suonare dopo tutti questi anni passati tra battutine e spiagge assolate.

In Re:Newal è dunque possibile rivivere questa speciale storia, basata sulla faida tra le due scuole Hanzo ed Hebijo. Una guerra in pieno stile animato, dove ognuna delle eroine possiede una rivale che la eguaglia in abilità e accoppiamento di design. E proprio nelle lotte, o nell’antagonismo, c’è la dimensione più complessa citata pocanzi, la quale spazia dalla scoperta di sé stessi fino all’accettazione delle proprie responsabilità verso i legami con chi ci circonda. Non a caso, alcune delle immagini sbloccabili all’interno della onnipresente galleria sono tutt’altro che puro fanservice allegro e spensierato. Perfino il menu di selezione è molto triste, con le varie eroine che sembrano afflitte o perse nei loro pensieri. Questa era la vera dualità perduta alla base di Senran Kagura, che è possibile ritrovare ormai solo in piccoli pezzi nelle produzioni più recenti.

Non temete però: il fanservice in Burst Re:Newal è ovviamente presente e potenziato rispetto alla versione originale, anche se è evidente che la dose è sempre accuratamente tarata e quasi nascosta all’interno della dressing room. Bisogna però sottolineare come la versione PS4 in oggetto sia stata censurata: infatti non è possibile accedere alla Intimacy Mode e alla possibilità, quindi, di interagire “più da vicino” con le bellissime ninja. Certo, la Dressing Room è sempre presente, insieme al diorama e a qualsiasi altro mezzo per creare il book fotografico più bello d’intimo digitale, ma è davvero assurdo pensare di poter tarpare le ali a Senran Kagura in questo modo, soprattutto quando l’eccesso permea ogni pixel del titolo. Ma, dalla prospettiva esterna, effettivamente l’Intimacy Mode era forse l’elemento meno lusinghiero e più “perverso” del gioco.  

Per quanto si possa parlare di spessore narrativo all’interno della serie, Senran Kagura Burst Re:Newal è forse il capitolo che potrebbe soddisfarvi di più, a patto che non abbiate chissà quali pretese al riguardo. Se poi ci si cala nei panni immacolati di un nuovo giocatore, questa trasposizione è un ottimo punto di partenza per riuscire ad apprezzare il franchise per altre cose oltre alle generose forme delle protagoniste.

Senran Kagura è sempre stato un franchise che nella parte narrativa utilizza molti testi a schermo, come una Visual Novel. Di solito però, molti saltano qualsiasi lettura per passare “al sodo”.

AZIONE FRONTALE

Dal lato del gameplay, Senran Kagura Burst Re:Newal abbandona lo scorrimento orizzontale della versione originale per riproporre esattamente tutto l’apparato tridimensionale presente in Estival Versus. Con “tutto” intendiamo proprio quasi ogni singolo elemento, dalle mappe, alle animazioni, ai modelli e via dicendo. Questo significa che ci ritroveremo ancora una volta a sconfiggere ondate di nemici in grandi arene di vario stampo, cercando di concatenare più colpi possibili e di finire in fretta le varie lotte.

Ciò che c’è di effettivamente nuovo sono alcuni piccoli elementi decisamente importanti per rendere l’esperienza più godibile. Primo tra tutti è il “Burst”, ovvero una modalità che permette di avere danni potenziati e di poter creare combo aeree pressoché infinite grazie all’assenza del “limite d’inseguimento”. Inoltre, una volta esaurita la carica, il Burst rilascia un devastante attacco ad area che travolge e attira i nemici vicini. Questo va aggiungersi al già ampio arsenale delle Ninja, le quali possono esibirsi in mosse mozzafiato dagli svariati effetti.

La seconda cosa leggermente variata sono i combattimenti ninja contro ninja, i quali adesso sono molto più tecnici e chiari grazie a delle indicazioni su schermo di vario genere. Uno dei fattori più incisivi è sicuramente la segnalazione dell’attacco nemico sul terreno di gioco, il quale permette di contrattaccare efficacemente utilizzando un pizzico di tempismo. Questa, per quanto possa sembrare banale, è una novità molto importante per le dinamiche di gioco, soprattutto perché mirata a evolvere i nemici su schermo ben oltre la semplice carne da macello. Dalla prospettiva del vecchio Burst nello specifico, assume anche un connotato specifico nel quadro della impegnativa difficoltà con cui i primi Senran Kagura erano concepiti, poi svanita nel corso del tempo. Burst Re:Newal è infatti una bella sfida con tanti meccanismi che ne scandiscono il ritmo, come il livello delle ninja più influente e alcune abilità e mosse sbloccabili unicamente con esso. Perfino le barre delle tecniche e della vita hanno subito un depotenziamento, risultando molto meno generose con il giocatore e più improntate al contrattacco.

Per il resto però, purtroppo, sembra non esserci davvero stato un grande lavoro dietro questa edizione, perché effettivamente è quasi come se avessero appiccicato la trama del primo capitolo della serie sull’impianto di Estival Versus. Oltre all’aggiustamento del gameplay e qualche mappa inedita, non c’è altro che spinga qualsiasi fan del franchise Marvelous! a essere attirato da questa iterazione, se non il puro fanservice ripetuto. Ma anche lì, c’è ben poco da fare.

Nella Dressing Room è possibile creare delle scenette da Set Fotografico. Le opzioni sono davvero tante e arrivano a livelli di dettaglio quasi maniacali. Letteralmente.

VERE O RIFATTE?

Rispetto alla controparte per Nintendo 3DS, Senran Kagura Burst Re:Newal è sicuramente spanne e spanne sopra dato che è un capitolo concepito sulle piattaforme attuali. Ma, se si guarda agli ultimi titoli usciti, non c’è davvero niente di differente rispetto al resto. Certo, il motore di gioco fa il suo lavoro ballonzolante e lo stile artistico è sempre al massimo del suo potenziale, con tante immagini e filmati mai visti o rifatti in HD. Ma oltre a questi ritocchi necessari, c’è ben poco di naturale nel rotondo contenuto di Re:Newal.

Come per il gameplay, tutti gli asset estetici e tecnici sono ripresi da Estival Versus in ogni forma, dalla più piccola animazione al design dei nemici, perfino le frasi in battaglia. Cambia l’interfaccia, qualche modello e il box dei dialoghi, ma il resto è semplicemente lo stampo del passato che, per quanto sia bello, è comunque una riproduzione fedele senza stravolgimenti che non ha assolutamente ragion d’essere, specialmente se di “nuovo” c’è solamente il contenuto scritto. Per quanto in questo caso non stiamo parlando di produzioni dall’elevato budget, fare qualche sforzo in più a fronte di un prezzo sostanzioso dovrebbe essere il minimo per aspettarsi che l’utenza fedele continui a spenderci soldi e che, magari, non lo faccia solamente per delle tette.

GIUDIZIO
Senran Kagura Burst Re:Newal è uno sforzo davvero troppo pigro da parte del team di sviluppo. Sebbene Marvelous! abbia riportato a nuova vita il primo storico capitolo del franchise, ristrutturando la discreta storia dallo spessore inaspettato, tutto l’apparato che ci gira intorno è una minestra super riscaldata proveniente da Estival Versus. Dalle animazioni alle mappe, ogni elemento è stato già ampiamente esplorato da parte di chi segue il franchise con assiduità. Certo, è innegabile che siano stati immessi dei necessari miglioramenti alla qualità della struttura ludica – come la tecnica Burst e una maggiore attenzione agli effetti speciali – ma ciò non basta per donare un’indipendenza a questo nuovo titolo, che alla fine della fiera appare solamente come un tentativo di dare ai giocatori la stessa merce ma con il nome diverso. Il lato positivo è che adesso, finalmente, molte più persone potranno conoscere la prima storica impronta narrativa della blasonata serie.
GRAFICA6
SONORO6
LONGEVITÀ7
GAMEPLAY5
PRO
Trama e personaggi del primo episodio ricreati nel nuovo motore grafico
Tante missioni da svolgere e una difficoltà abbastanza impegnativa
Alcuni accorgimenti migliorano il gameplay, come la modalità Burst
CONTRO
Tantissimi asset presi direttamente da Estival Versus e riportati in questo titolo
La versione PS4 è stata censurata
Oltre alla storia, le novità rispetto ai predecessori sono quasi nulle
6
ACQUISTALO SU AMAZON!
Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed