V-Rally 4
Versione testata: Xbox One X

V-Rally 4

Il ritorno sul mercato della saga V-Rally è un’ottima notizia soprattutto per quei giocatori con qualche anno in più sulle spalle, mentre suonerà certamente come una novità alle orecchie di utenti più giovani. Correva infatti il lontano 2002 quando V-Rally 3 usciva sul mercato come titolo rallistico per PlayStation 2, e da allora tante cose sono cambiate nel mondo dei racing su PC e console. Non solo per quanto riguarda gli hardware a disposizione e le relative potenzialità, inevitabilmente.

A essere cambiata, soprattutto nell’ultimo quinquennio, è l’attenzione rivolta dagli sviluppatori ai titoli di guida, con un riconoscimento importante da parte dell’opinione pubblica e che sfocia spesso anche nel mondo eSports, al punto di aprire spinose discussioni sull’appropriata presenza o meno degli stessi nelle olimpiadi. V-Rally 4 si inserisce dunque in un contesto completamente rivoluzionato rispetto a quello che ha lasciato nel 2002. Non ci resta che scoprire se il nuovo lavoro affidato ai francesi di Kylotonn Studio sia riuscito a rimanere al passo con i tempi nonostante la lunghissima assenza dalle scene.

V-Rally 4

IN GIRO PER IL MONDO

La modalità carriera è ormai un must have di ogni titolo sportivo che si rispetti, e anche V-Rally 4 non ha saputo resistere al fascino di una carriera virtuale per il nostro pilota. Ci ritroveremo dunque nella modalità principale del titolo ad affrontare gare di diverso tipo in giro per il mondo, ed è in questo contesto che i ragazzi di Kylotonn hanno dato sfoggio di grande fantasia e conoscenza di quello che è l’ambiente del rally e tutto quello che vi orbita attorno. Tutti i tracciati su cui sfrecceremo sono inventati dal team di sviluppo, seppur ambientati in location realmente esistenti. Potremo dunque sfrecciare tra le foreste malesi, o negli sterrati africani o ancora sulle nevi siberiane piuttosto che negli immensi canyon americani. Ogni location è caratterizzata in modo eccellente e mette in mostra una direzione artistica davvero pregevole, con un layout dei tracciati davvero credibile e plausibile per le grandi tappe rallistiche.

La carriera si snoderà attraverso cinque tipi di eventi, che potremo affrontare con la specifica classe di auto. Dal rally al cross, passando per le hillclimb in montagna, le gare con i buggy e le estreme-khana. Potrete accedere a ogni tipo di evento dopo l’acquisto di un veicolo adatto per la specifica disciplina tramite i concessionari dedicati. Per ogni disciplina sono presenti svariati veicoli, sebbene la maggior varietà sia dedicata come prevedibile alle vetture rally, che sapranno dare soddisfazioni agli amanti delle vecchie glorie così come alle vetture delle epoche più recenti. Nel corso della carriera saremo inoltre accompagnati da una serie di contratti offerti da costruttori e sponsor, che ci daranno la possibilità di guadagnare somme extra al raggiungimento di particolari obiettivi, dalla partecipazione a un evento a bordo di una determinata vettura, al raggiungimento di tempi prefissati sul nostro tracciato di collaudo a tanto altro ancora.

L’aspetto finanziario ci introduce inoltre a una piacevole meccanica introdotta dal team francese, che prevede la gestione della nostra squadra di meccanici e ingegneri. Dovremo pagare il nostro team alla fine di ogni settimana, e ingaggiando meccanici e ingegneri di alto profilo vedremo crescere sì le performance della nostra auto, ma allo stesso tempo anche il monte ingaggi, e dovrete sempre far in modo di disporre della cifra adeguata al termine di ogni settimana, senza dilapidare somme eccessive nei potenziamenti auto, che però sono altresì indispensabili per vedere crescere la competitività del nostro bolide. Una meccanica intrigante che in questo caso contribuisce a rendere l’offerta di V-Rally 4 più accattivante e originale.

BRUSCHE ACCELERAZIONI E FRENATE

Controller alla mano, le sensazioni offerte da V-Rally 4 sono buone, ma solo a tratti. Non tutte le discipline sono infatti riuscite allo stesso modo, e anche nella categoria Rally, senza dubbio la più riuscita, il modello di guida si è rivelato a tratti difficile da gestire, con una curva di apprendimento più ripida di quanto ci potessimo aspettare. Se la cosa potrebbe risultare positiva per gli amanti di titoli più simulativi, ci siamo trovati invece a passare da eventi in cui eravamo perfettamente a nostro agio con il nostro mezzo, ad altri in cui abbiamo faticato in maniera imprevista a restare in pista. L’impressione è quella di essere alle prese con un modello di guida imprevedibile in alcuni momenti, che tuttavia saprà regalarvi momenti di grandi emozioni e soddisfazioni. L’assetto delle vetture è regolabile da una serie di slide, con la possibilità di usare degli assetti predefiniti in base alla superficie scelta. Le modifiche si avvertono in maniera importante, e lasceranno spazio agli utenti più esperti per trovare il feeling perfetto con il mezzo.

V-Rally 4

Per quanto riguarda le altre modalità, il feeling è meno buono soprattutto per ciò che riguarda le varie discipline su asfalto, sebbene la modalità hillclimb, che vi metterà alla prova con lunghe scalate sui passi di montagna, sia capace di offrire al giocatore un grande senso di velocità. Il comportamento delle auto sull’asfalto ci è sembrato comunque meno convincente e più votato all’arcade, cosa che ha reso le modalità meno attraenti, seppur a tratti divertenti. Discreto anche il lavoro svolto sull’IA, che potremo regolare con un comodo indicatore slide prima di ogni evento. Se nelle corse a tappe la modifica andrà a influire solo e soltanto sul tempo di riferimento da battere, nelle gare Rally Cross e Buggy, nelle quali corriamo contro altri veicoli influenza come di consueto il livello di abilità degli altri concorrenti. Non manca poi la possibilità di mettersi a confronto con altri giocatori in classifiche aggiornate in tempo reale o nella classica modalità multiplayer, anche a schermo condiviso. È presente infine la possibilità di affrontare determinati eventi pubblici messi a disposizione dagli sviluppatori.

UN MOTORE DA REVISIONARE

La struttura di gioco di V-Rally 4 è abbastanza solida, con un gameplay convincente, anche se ben lontano dalla perfezione, e una cifra artistica davvero notevole. È dunque un peccato che il motore proprietario di Kylotonn non sia in grado di supportare a dovere il titolo prodotto da Bigben Interactive: probabilmente la scelta di usare un motore già collaudato avrebbe portato a risultati migliori. Il colpo d’occhio è abbastanza pulito e il frame-rate è abbastanza stabile, seppur ancorato ai canonici 30 fps. L’impressione tuttavia è quella di un titolo con qualche anno sulle spalle, ben lontano da standard tecnici che sono costantemente livellati verso l’alto.

Da segnalare però una buona resa dei modelli poligonali e una buona realizzazione dei danni estetici e fisici, cosa che avrete modo di verificare piuttosto spesso. Un sistema d’illuminazione che fa il suo dovere senza sorprendere, se non in alcuni frangenti, e delle texture che risultano troppo scarne e poco definite vanno a inficiare però un comparto tecnico che è il vero tallone d’Achille del gioco di guida. Buono invece il comparto sonoro, con un buon lavoro di campionatura dei motori e doppiaggio in italiano per quanto riguarda la voce guida.

GIUDIZIO
V-Rally 4 torna sul mercato a più di quindici anni dalla sua ultima apparizione, e lo fa con una proposta di gioco tutto sommato convincente e aggiornata nelle sue meccaniche, proponendo al tempo stesso una visione abbastanza originale dell’ormai consueta Carriera. Il tutto in location suggestive che nascono dalla mente degli sviluppatori, che hanno svolto un lavoro encomiabile dal punto di vista artistico e di layout dei tracciati. Peccato però che il tutto sia sorretto da un motore fisico e grafico che si limita a fare il compitino, senza rendere giustizia a un titolo che con un altro colpo d’occhio avrebbe avuto sicuramente un appeal diverso. Se siete in astinenza da rally, il nuovo titolo di Kylotonn saprà sicuramente offrirvi una sfida adeguata, ma l’impressione è che nell’era d’oro dei racing game questo titolo faticherà a ritagliarsi uno spazio tutto suo.
GRAFICA7
SONORO8
LONGEVITÀ7.5
GAMEPLAY7
PRO
Realizzazione delle location particolarmente ispirata
Modalità Carriera interessante
Buona mole poligonale nei modelli dei veicoli
CONTRO
Motore non al passo con gli standard moderni
Non tutte le discipline sono ben riuscite
7.3
ACQUISTALO SU AMAZON!
Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed