Nelle scorse ore, il sito torrentfreak ha riportato un annuncio da parte del gruppo di pirati informatici 3DM: il team, ben noto per aver superato le protezioni di (quasi) tutti i giochi PC in commercio, non creerà crack per alcun gioco single-player su PC per un intero anno. L’iniziativa di 3DM vuole provare come il fenomeno della pirateria non abbia un impatto evidente nelle vendite del mercato PC a livello globale.

Una volta monitorato il trend nell’arco dell’intero anno, 3DM valuterà se riprendere l’attività di cracking o se smettere definitivamente, anche a causa di un sistema di protezioni sempre più arduo da superare. Già lo scorso dicembre, i pirati di 3DM avevano manifestato una certa difficoltà nel rimuovere la protezione Denuvo di Just Cause 3, confidando che nel giro di due anni le protezioni potrebbero evolversi in modo tale da debellare definitivamente il fenomeno pirateria.

La sfida lanciata da 3DM porta a delle riflessioni interessanti: la mancanza di giochi pirata aumenterà effettivamente i volumi di vendita del mercato PC? Come si comporteranno gli utenti abituati sistematicamente a giocare gratuitamente? Tendenzialmente, uno dei motivi per cui i giocatori scelgono di giocare su PC rispetto all’acquisto di una console è proprio la possibilità di scaricare i giochi senza sborsare un euro. È possibile che l’assenza di pirateria su PC porti a una migrazione di alcuni utenti su console? Fateci sapere le vostre opinioni nei commenti.