Jump Force provato in anteprima all’E3 2018

Presentato per la prima volta da Microsoft nel corso della sua conferenza all’E3 2018, Jump Force è il nuovo picchiaduro 3D che raccoglie e fa combattere i personaggi più celebri della rivista giapponese Weekly Jump, che proprio quest’anno festeggia il suo cinquantesimo anniversario.

A Los Angeles abbiamo avuto modo di provare con calma il titolo di Bandai Namco, realizzando anche un video gameplay off-screen che mostra il titolo in azione per cinque minuti. Ecco le nostre impressioni sulla prova.

UNO SCONTRO EPICO

Mescolare personaggi provenite da saghe o mondi differenti, è un po’ la moda del momento e dopo i crossover cinematografici più celebri, anche il mondo degli eroi giapponese sta per riceverne uno tutto suo e composto da personaggi davvero di rilievo. Chiaramente, per accontentare più fan possibili, nel trailer e nella demo giocabile sono stati subito svelati dei veri e propri mostri sacri: Goku e Freezer da Dragon Ball, Naruto e Sasuke da Naruto e Rufy e Zoro da One Piece. Inoltre, a sorpresa, pare saranno presenti in qualche modo anche Kira e Ryuk da Death Note (limitatamente alla trama o al mondo gioco, non saranno giocabili come gli altri in arena, ndr). Non è ancora stato chiarito se e quali altri personaggi saranno giocabili ma sinceramente speriamo che, quantomeno al debutto sul mercato, qualche altro eroe sarà utilizzabile in battaglia.

La vita non riguarda i singoli eroi ma è bensì condivisa da tutto il team: questo limite va dunque a creare una particolare condizione di vittoria e sconfitta che può dunque arrivare anche nel caso in cui non effettuaste alcuna sostituzione. L’unico motivo per cui il giocatore viene quindi spinto a cambiare personaggio si riduce soltanto alla possibilità di creare una combo con l’ingresso di un altro eroe, confondendo l’avversario durante il cambio. Per quanto concerne gli eroi infatti, lo stile di lotta basilare è uguale per tutti e questi differiscono solo per le proprie supermosse o per gli attacchi speciali.

Jump Force

TUTTI PER UNO

Come avrete avuto modo di vedere insomma, si tratta di personaggi davvero celebri che potrete controllati uno per volta o in contemporanea dai giocatori. Già perché in Jump Force si lotta creando team di tre personaggi e si utilizza un eroe per volta. Ma non sempre perché, gli altri due, oltre a fornire supporto e sostituire il personaggio in utilizzo quando vogliamo, possono anche combinarsi per eseguire mosse più potenti e infliggere più danni ai nemici. Si tratta di una caratteristica molto peculiare, figlia probabilmente della volontà di far felici i giocatori dandogli la possibilità di creare il proprio team dei sogni e veder combattere a fianco gli eroi prediletti.

Piuttosto particolare anche il setting scelto dagli sviluppatori per ambientare questa sfida tra bene e male. In Jump Force infatti l’ambientazioni scelta saranno realistiche e verosimili: nella presentazione a porte chiuse si è parlato e visto luoghi celebri come ad esempio Times Square e non solo, anche per quanto riguarda le animazioni degli eroi è stato fatto un accurato lavoro per trovare il giusto mezzo tra la fedeltà agli anime e il realismo per ciò che riguarda i movimenti.

Jump Force

A livello tecnico il gioco potrà contare sulla risoluzione 4K su Xbox One X mentre le due versioni PC e PS4 Pro godranno di alcune migliorie tecniche rispetto alle controparti standard per console. Il team ha accennato anche alla presenza di una modalità storia di cui, probabilmente nei prossimi mesi, sarà svelato qualcosa a riguardo.

L’idea che abbiamo avuto è quella di un gioco piuttosto semplice, pensato per attirare a sé i giocatori meno esperti di picchiaduro piuttosto che gli appassionati del genere che comunque, in qualche modo, potrebbero avvicinarsi per il roster di rilievo – per quanto ancora piccolo – creato dal team di sviluppo. C’è tanta curiosità a riguardo e non vediamo di riprovare il gioco nei prossimi mesi, magari già alla Gamescom 2018 di agosto.