Divenuto rapidamente uno degli shooter multiplayer più apprezzati tra quelli disponibili su Steam, Insurgency ha saputo ritagliarsi un discreto seguito nel corso degli ultimi anni, e non stupisce dunque che New World Interactive, desideroso di ripagare la fiducia di una community in costante espansione, abbia investito tempo e risorse nella creazione di Day of Infamy, mod gratuita che ha tuttavia il sapore di una vera e propria espansione. Ma come sarà andata la nostra prova sul campo?

CON E PER LA COMMUNITY

Ambientato nel vivo della Seconda Guerra Mondiale, Day of Infamy ha avuto il grandissimo merito di modificare in maniera straordinariamente significativa la percezione del pubblico nei confronti di Insurgency, testimoniando quanto l’apporto della stessa community, coinvolta attivamente nel suo sviluppo, abbia contribuito ad accrescere il valore stesso dell’esperienza. Sebbene alla base il titolo non sia ovviamente stato modificato in alcun modo, sin dai primissimi minuti la sensazione è infatti quella di trovarsi di fronte a un gioco del tutto nuovo.

Attraverso due mappe, una ispirata allo sbarco in Normandia e una all’Assedio di Bastogne, il titolo propone infatti un’esperienza in grado di catturare la vera essenza del periodo storico a cui si ispira. Come? La prima cosa che salta agli occhi è senz’altro l’atmosfera generale, curata nei minimi dettagli sebbene non certo sconvolgente sotto il profilo tecnico (stilisticamente questa mod è curatissima ma il motore di gioco è sempre lo stesso), ma a rendere il tutto particolarmente appetibile è il level design.

Sebbene la presenza di sole due mappe sia, almeno sulla carta, un aspetto abbastanza deludente, una volta che ci si immerge nella realtà di Day of Infamy, il pensiero che questa mod sia in qualche carente sotto il profilo dei contenuti scompare come d’incanto, lasciando spazio a un profondo coinvolgimento che si mantiene su ottimi livelli anche a distanza di ore. La particolare struttura data alle mappe, esalta infatti la profondità strategica dell’esperienza molto più di quanto fosse lecito attendersi, imponendo uno stile di gioco ancor più ragionato e attento rispetto a quello “necessario” nella versione base di Insurgency.

Che si tratti di muoversi attraverso le trincee della Normandia o di avanzare lentamente lungo le innevate foreste di Bastogne, la necessità di valutare attentamente ogni propria mossa cercando di sfruttare al meglio il proprio equipaggiamento si palesa con brutale chiarezza sin dai primi minuti, scoraggiando così eventuali neofiti dal rovinare uno dei pochi ambienti online che sembra poter ancora rappresentare un’isola felice per tutti i puristi del genere.

Al di là di tutto, complice uno sviluppo ancora incompleto, Day of Infamy denota ovviamente ancora diversi bug e, ogni tanto, può capitare di trovarsi di fronte a elementi di gioco incompleti, ma nel complesso non si può davvero fare a meno di apprezzare il pregevole lavoro svolto da New World Interactive, team di sviluppo che meriterebbe peraltro un ulteriore plauso per aver deciso di portare avanti il lavoro coinvolgendo attivamente la propria community e promettendo addirittura un’equa divisione dei profitti qualora Day of Infamy dovesse diventare un prodotto stand-alone.

GIUDIZIO

Una mod curata nei minimi dettagli, sviluppata con e per la community, e soprattutto gratis. Cosa può mai desiderare di più un amante di Insurgency?