Sea of Thieves: Anniversary Update

Sea of Thieves: le novità dell’Anniversary Update

Importanti novità in arrivo tra le onde il 30 aprile per il titolo piratesco di Rare.

A poco più di un anno dall’uscita del titolo su console Xbox One e PC, Rare si prepara a lanciare uno dei più importanti aggiornamenti per Sea of Thieves, noto gioco multiplayer online ambientato in un fantastico mondo piratesco. La software house ha presentato tutte le novità che saranno introdotte con l’aggiornamento del 30 aprile, data in cui l’Anniversary Update verrà ufficialmente lanciato su entrambe le piattaforme.

Sea of Thieves è stato sin dal momento un gioco capace di spaccare in due sia l’opinione pubblica, sia il parere dei videogiocatori, contrapponendo da una parte chi vedeva nel gioco di casa Rare un titolo vuoto, privo di contenuti e senza stimoli nel giocare per più di qualche ora, e chi invece, con buona lungimiranza, è stato capace di scorgere più nel profondo di quello che era un mero guscio al cui interno però, giorno dopo giorno, la vita cominciava a prendere forma. Eccoci così arrivati a oltre un anno dal rilascio ufficiale, e Sea of Thieves si appresta a godersi la sua Golden Age.

Con l’Anniversary Update che vedrà finalmente la luce alla fine del mese in corso, sono molte le novità che si apprestano a emergere dal profondo dei mari, prima tra tutti una modalità Arena (la cui anteprima verrà mostrata proprio in data odierna). Tale modalità promette sfida e divertimento assicurato per tutti quelli che amano il lato competitivo dei giochi. Con l’Arena potremo finalmente salpare in compagnia dei nostri fidati compagni di viaggio per affrontare altre ciurme in una sorta di “corsa all’oro”, in cui accumulare il maggior numero di bottini nel minor tempo possibile sarà la condizione di vittoria o sconfitta nella sfida, con pesanti bonus e malus a seconda di quanti forzieri troveremo, o in base a quante volte la nostra nave verrà affondata. Ovviamente il tutto avverrà in un’area controllata, istituita ad hoc per coloro che vogliono cimentarsi nella frenetica azione di guerra contro altre ciurme, quindi non ci sarà pericolo di trovarsi immischiati nell’azione per tutti coloro che invece preferiscono godersi una tranquilla navigazione sospinti dalla leggera brezza del vento.

La tanto attesa modalità PVP sbarca finalmente su Sea of Thieves

Il team proseguirà martedì 16 aprile con un’anteprima de La Chiamata del cacciatore, compagnia mercantile inedita che proporrà nuovi viaggi e nuove ricompense agli intrepidi viaggiatori.

Il 23 aprile invece andremo alla scoperta della nuova campagna con missioni inedite e una storia tutta da tramandare: Storie assurde: Shores of Gold. Un contenuto che va ad arricchire una lore già ben strutturata che, oltre al gioco in sé, si compone anche di romanzi e fumetti che narrano avventure uniche a completamento di quanto narrato nel videogioco. Con Shore of Gold vivremo una serie di avventure fatte di amore, onore e tradimento, alla ricerca delle misteriose Rive d’Oro, ripercorrendo la vita di pirati, tanto eroici quanto sfortunati che, prima di noi, solcarono quello stesso mare in cerca di gloria.

Eccoci alle prese con amo e canna da pesca

Con l’Anniversary Update verranno inoltre introdotte alcune delle tanto agognate meccaniche sandbox, come ad esempio la pesca. Dal 30 aprile infatti saremo capaci di ritagliare del tempo per noi a bordo magari di una piccola e agile scialuppa per procurarci del gustosissimo pesce. Pescare è facile e sarà possibile farlo in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo semplicemente estraendo la nostra canna da pesca (inserendo un amo per avere più probabilità di pescare specie differenti) e attendere che qualche animale abbocchi. Una volta pescato, non resterà che cucinarlo e mangiarlo per recuperare le energie magari spese in duro combattimento, stando ben attenti a non mangiare pesci velenosi… le conseguenze potrebbero essere sgradevoli. In alternativa sarà sempre possibile vendere il pescato a una delle compagnie negli avamposti per ricavarne grandi profitti. Nulla di più semplice dunque per iniziare a introdurre meccaniche sandbox/survival in un gioco che molto si presta a questo tipo iniziative.

In ultimo, il grande aggiornamento per il primo anniversario di Sea of Thieves renderà gli scontri occasionali con altre ciurme molto più adrenalinici, inserendo la possibilità di danneggiare parti della nave che fino a oggi erano immuni ai danni da cannone. Oltre ai semplici buchi agli scafi, con il nuovo update anche gli alberi maestri potrebbero subire danni considerevoli dai colpi nemici tanto da cadere, rendendoci di fatto impossibile la navigazione. Per ripararli non basterà avvicinarsi pronti con trave e martello, ma sarà necessario, prima di tutto, riposizionare in piedi l’albero tirando apposite corde, e poi ripararlo, questa volta sì, con le nostre fidate travi. Allo stesso modo, le singole impugnature sulla ruota di ancoraggio e sul timone potranno essere danneggiate, rendendo le riparazioni ancora più importanti e frenetiche di quanto visto sinora.

Per aggiungere altra carne al fuoco gli sviluppatori hanno ben pensato di aggiungere gli arpioni, armi da equipaggiare ai cannoni che, se lanciati con precisione millimetrica, consentono di rubare comodamente dalla nostra nave i forzieri ottenuti con tanti sacrifici dai nostri avversari, oltre che permettere alle navi di compiere straordinarie manovre.

Dunque grandi e importanti novità attendono i pirati all’orizzonte, che promettono divertimento sia per i pirati più audaci che per i più solitari, ma tutti, in ogni caso, avranno una storia da tramandare. Continuate a seguirci per rimanere aggiornati sugli ultimi sviluppi sul mondo di gioco di Sea of Thieves.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed