BlizzCon 2018

BlizzCon 2018, il recap con tutti gli annunci da Anaheim

In occasione della cerimonia d’apertura della BlizzCon 2018, abbiamo assistito a tutte le novità principali dei titoli principali creati da Blizzard. Un’edizione, quella 2018, particolarmente attesa per le promesse da parte della stessa Blizzard sul reveal del prossimo progetto della saga Diablo, promesse che secondo alcuni fan sono state poi tradite dalla software house vista la natura del nuovo Diablo Immortal: un gioco di ruolo per dispositivi mobile che difficilmente conquisterà i fan di vecchia data, puntando principalmente al mercato asiatico. Ma andiamo con ordine…

WORLD OF WARCRAFT

Partiamo con World of Warcraft Classic, edizione speciale del MMORPG ispirata alla versione vanilla creata da Blizzard, in arrivo il prossimo anno con un importante bonus per i giocatori attivi nei normali server di World of Warcraft: gli abbonati non dovranno infatti sborsare nulla per poter usufruire della versione Classic. Tutti gli iscritti potranno vivere entrambe le esperienze al prezzo della mensilità tradizionale, una mossa che da una parte è certamente apprezzabile, ma dall’altra “costringe” coloro che non fossero attualmente abbonati alla piattaforma di World of Warcraft a creare una nuova sottoscrizione.

La scelta di Blizzard è chiara: i nostalgici potranno così rivivere le gioie del passato, ma con l’obbligatorietà di un abbonamento saranno più inclini a testare le novità della build attuale di World of Warcraft e dargli una chance. A tal proposito, con l’ultima espansione Battle for Azeroth lanciata ad agosto, era improbabile che Blizzard si lasciasse già andare all’annuncio della prossima, ma in ogni caso il team ha voluto assicurare il supporto continuo al gioco di massa con nuovi eventi e raid.

Ed è così che dall’11 dicembre potremo mettere le mani sull’update Maree di Vendetta, con un nuovo Fronte di Guerra chiamato Battaglia per Rivafosca, nuovi Assalti di Orda e Alleanza, nuove Scorrerie sulle Isole di Jorundall e Boscosalvo e una nuova incursione chiamata Battaglia di Dazar’alor, che sarà lanciata nelle prime settimane del nuovo anno e vedrà i giocatori affilare le proprie armi per uscire gloriosi dalla battaglia tra Orda e Alleanza. Nuove razze alleate come Troll Zandalari e Umani di Kul Tiras arriveranno successivamente, con altri eventi stagionali e appuntamenti a tempo limitato che ci accompagneranno alla scoperta di una roadmap di contenuti davvero impressionante.

WARCRAFT III: REFORGED E STARCRAFT

Altro frizzante annuncio è stato certamente quello di Warcraft III: Reforged. La riedizione in alta definizione dello strategico sarà disponibile con un comparto grafico aggiornato agli standard moderni, che include modelli, strutture e mappe fedeli alla controparte originale, ma rivisti per sfruttare le configurazioni hardware più recenti e offrire il supporto al 4K. Il gioco, che includerà anche l’espansione The Frozen Throne, permetterà inoltre la creazione di partite personalizzate e sarà caratterizzato da alcuni bonus esclusivi per coloro che prenoteranno l’Edizione Spoglie di Guerra. Sicuramente una interessante alternativa al già presente e consolidato Starcraft.

A proposito di quest’ultimo, sfortunatamente non ci sono stati particolarità dopo il suo ventesimo anniversario, se non il lavoro svolto in collaborazione con Google come parte del progetto Deep Mind, che permetterà loro di incrementare le potenzialità dell’intelligenza artificiale nei videogiochi, ma in questo caso bisognerà attendere nuovi aggiornamenti da parte della stessa Blizzard.

HEROES OF THE STORM

È stato poi il turno di Heroes of the Storm, il celebre MOBA supportato costantemente dalla casa californiana con personaggi, mappe e modalità. Non poteva mancare dunque l’annuncio di un nuovo personaggio: si tratta di Orphea, figlia del Signore dei Corvi e dunque non proveniente da nessun altro titolo Blizzard in quanto nata nel suo reame all’interno del Nexus stesso. Con un corto animato di presentazione, ai quali Blizzard ci ha abituato da tempo ormai, sono seguiti poi dei video di gameplay per mostrare i suoi talenti e abilità, confermandone la natura particolarmente tattica che, nelle mani giuste, potrebbe spostare gli equilibri di un match. Ricordiamo tra l’altro che il nuovo eroe sarà regalato a tutti i possessori del virtual ticket e naturalmente a chi ha partecipato di persona alla BlizzCon.

HEARTHSTONE

Non poteva poi mancare Hearthstone, il celebre gioco di carte ormai consolidato anche sulla scena eSports, che alla conferenza californiana si è mostrato con nuovi video dedicati alla terza e ultima espansione dell’Anno del Corvo: La Sfida di Rastakhan. In arrivo il prossimo 4 dicembre, l’espansione ci vedrà al cospetto del Re dei troll, pronti a misurarci nella sua arena.

L’espansione presenta come da programma nuove meccaniche, come Overkill, che permetterà al giocatore di attaccare nuovamente un bersaglio se i nostri punti attacco sono maggiori rispetto alla sua salute. Inoltre ci sarà spazio per nuove divinità animali, i Loa, che necessiteranno di particolari requisiti per poter essere evocati sulla board, ma saranno in grado di fornirci vantaggi davvero interessanti. Non mancheranno infine le carte spirito, dei totem con importanti abilità passive infusi del potere dei Loa.

Blizzard ha colto l’occasione per annunciare nuove modalità PvE (come le spedizioni introdotte da Coboldi e Catacombe) per diversificare l’offerta per tutti coloro non volessero dedicarsi esclusivamente alla solita modalità classificata. Inutile dire che chi vi scrive è molto curioso di seguire lo sviluppo del meta subito dopo l’uscita delle nuove carte.

OVERWATCH

È toccato poi al maggior portabandiera eSports di Blizzard, Overwatch, che con la sua acclamata competizione internazionale Overwatch League riesce a emozionare nuovamente la platea con un eccezionale corto incentrato sul pistolero McCree, che introduce nuovi personaggi ed elementi della lore sul suo universo tra i quali appunto il nuovo eroe, Ashe.

Nemesi principale del nostro cowboy preferito, la nuova arrivata è armata di fucile, dinamite e intenzioni poco amichevoli. Dotata di incredibile mobilità grazie alla possibilità di usare il fucile per saltare da una parte all’altra dello scenario, Ashe può sfruttare la peculiare Ultimate con cui può richiamare sul campo l’enorme bodyguard Omnic B.O.B. (che ha già conquistato l’affetto della community di Overwatch), dando vita a uno scenario molto interessante. Resta da vedere come la novità di un eroe che permette di avere un settimo personaggio in campo negli scontri 6v6 andrà a influenzare i match competitivi, anche se il gigantesco B.O.B. non sarà controllabile direttamente dal giocatore.

DIABLO

Arriviamo infine al punto, che potremmo definire dolente, dedicato al mancato annuncio ufficiale di Diablo 4. Al suo posto, Blizzard ha mostrato il succitato Diablo Immortal, spin-off mobile che racconterà cosa è successo tra gli eventi di Diablo II e della sua espansione al prologo di Diablo III. I fan della serie che speravano nel primo teaser di un capitolo principale del brand ruolistica saranno costretti ad attendere verosimilmente il prossimo anno, dato che pur avendo confermato di essere al lavoro su un nuovo episodio, Blizzard ha preferito concentrare l’intero slot riservato a Diablo all’episodio in uscita su Android e iOS nei prossimi mesi.

Un titolo che, nonostante qualche trovata interessante, paga lo scotto di essere stato annunciato nel contesto sbagliato e soprattutto al momento sbagliato, quando i fan di tutto il mondo attendevano con ansia la conferma del quarto episodio. D’altronde, la stessa Blizzard ha probabilmente peccato di ingenuità e avrebbe potuto forse prendere spunto da quanto fatto da Bethesda, che a margine della presentazione di The Elder Scrolls: Blades allo scorso E3, ha concluso la propria conferenza con un teaser del prossimo capitolo principale, The Elder Scrolls VI.

Nonostante occasioni e annunci mancanti, c’è da dire che l’edizione 2018 della BlizzCon è stata caratterizzata da una cura incredibile da parte di Blizzard, che si conferma nuovamente una tra le migliori software house esistenti sul mercato videoludico. In questa edizione dell’evento annuale dedicato alla sua community è mancata di sicuro la ciliegina sulla torta, ma nonostante l’assenza di Diablo 4 non si può non fare un plauso al costante supporto e all’attenzione ai dettagli che rendono la BlizzCon un’occasione imperdibile per tutti i fan e appassionati dei suoi incredibili universi.

Per tutte le novità relative ai vari prodotti di Blizzard continuate a seguire le nostre pagine e i canali social, come il canale Twitch, dove il sottoscritto e gli altri ragazzi della redazione continueranno a intrattenervi di settimana in settimana con appuntamenti fissi e dirette in anteprima sulle nuove uscite.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed