Pixel Cartacei #08 – The Art of Video Games

Da Pac-Man a Mass Effect, ecco un volume che narra l'evoluzione del videogioco dai primi passi fino all'era moderna.

Nel nuovo episodio della nostra rubrica dedicata ai libri artistici a tema videoludico, torniamo a parlare di pixel (anche se in fondo lo facciamo ogni giorno), optando questa volta per quelli che sono impressi sulla carta del volume intitolato The Art of Video Games, un bel librone di oltre 200 pagine scritto da Chris Melissinos e Patrick O’Rourke in collaborazione con lo Smithsonian American Art Museum di Washington, che ha anche ospitato una mostra a tema.

In questa nuova puntata di Pixel Cartacei, che a grande richiesta passerà dall’essere una rubrica mensile a un appuntamento quindicinale, andiamo ad approfondire il volume in questione con la nostra consueta galleria fotografica. Il libro, diviso in cinque parti distinte, va a ripercorrere quelle che secondo l’autore sono le tappe fondamentali in cui è possibile suddividere il percorso evolutivo del videogioco e del pixel, la sua parte più piccola e importante.

Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Più di 200 pagine ci accompagnano in un processo evolutivo del videogioco.

START! rappresenta l’inizio del libro e raffigura le prime console domestiche, come ad esempio lo storico Atari VCS o gli altrettanto noti Colecovision e Intellivision, capostipiti di una guerra che ha portato i giocatori a staccare il cavo dell’antenna TV per collegare il proprio sistema da gioco allo schermo.

Si prosegue poi passando ai computer e console 8-BIT, che include console del calibro di NES, ma anche Commodore 64 e SEGA Master System, per entrare poi nella BIT WARS!, un nome curioso per definire un periodo in cui le console (nel libro si parla di Genesis e Super NES, dal momento che è rivolto al mercato USA, ma sappiamo tutti ovviamente che si parla di Mega Drive e Super Nintendo) si scontravano veramente cercando di dimostrare chi potesse visualizzare più pixel, chi mostrarne di più colorati e chi farli ruotare o zoomare.

Il volume è suddiviso in cinque capitoli, ciascuno dedicato a una particolare era.

Non riuscendo a decidere un vero e proprio vincitore, quella generazione di giocatori ha dovuto passare attraverso una fase di transizione, che nel libro prende proprio il nome di TRANSITION, dove si iniziava prima a simulare l’effetto 3D con l’uso di bitmap per poi introdurlo poco a poco attraverso stratagemmi più o meno elaborati, fino ad arrivare alla presenza massiccia di giochi realizzati totalmente in tre dimensioni, ambienti e personaggi compresi.

Con il capitolo finale NEXT GENERATION il libro giunge alla conclusione analizzando la scorsa generazione di console. Nel volume, di tanto in tanto, i giochi lasciano il posto alle interviste dei personaggi che hanno rappresentato o segnato questo lungo percorso attraverso i bit: Bushnell, Schafer, Gilbert, Mical, Spector e Tallarico sono alcuni dei cognomi che potete trovare nel corso di questa analisi evolutiva sotto forma di interviste.

Il libro di Chris Melissinos si concentra su pochi sistemi, è vero: molte console e computer non sono stati presi in considerazione dall’autore, così come non trovano particolare spazio i sistemi Arcade… tuttavia, il volume offre una visione sull’evoluzione legata all’aspetto grafico dei sistemi d’intrattenimento domestici che ci porta a pensare quanto sia stato capace di evolversi in un così breve periodo il fantastico mondo dei videogiochi.

The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect rappresenta dunque un ottimo spunto per ricerche e riflessioni sull’evoluzione del videogioco in tutte le sue forme, incentrato in modo particolare sull’aspetto grafico. Un libro che risulta piacevole da sfogliare ed è capace di farci viaggiare tra diverse epoche in una manciata di minuti. Qualora foste interessati ad acquistarlo, vi lasciamo alla pagina dedicata su Amazon.it dalla quale potrete portarlo a casa in pochi click. Pixel Cartacei vi dà appuntamento tra due settimane con un episodio speciale. Non mancate!

Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Pixel Cartacei - The Art of Video Games: From Pac-Man to Mass Effect
Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed