Assassin's Creed Odyssey - La Maledizione di Atlantide - Ep. 1: Campi Elisi

Assassin’s Creed Odyssey: Il Destino di Atlantide – Episodio 1: Campi Elisi

Scopriamo cosa ci riserva l'inizio del secondo ciclo narrativo di Assassin's Creed Odyssey.

Dopo aver concluso il viaggio con il terzo episodio dell’arco narrativo denominato l’Eredità della Prima Lama, Assassin’s Creed Odyssey è nuovamente tornato al centro dell’attenzione per l’inizio di quello che pare essere, a tutti gli effetti, un ciclo narrativo ancor più intrigante. Vi presentiamo Il Destino di Atlantide – Episodio 1: Campi Elisi. Per chi non lo conoscesse, si tratta di un nuovo arco narrativo composto da tre episodi acquistabile al prezzo di 24,99 euro, oppure a 39,99 euro con il Season Pass che include, tra le altre cose, anche l’arco narrativo già disponibile chiamato l’Eredità della Prima Lama, che abbiamo già recensito per intero.

Per procedere nella nuova avventura, è richiesto il completamento di alcune missioni di trama ed è consigliato un livello del personaggio superiore al 50: nel caso vogliate intraprendere comunque il viaggio, sappiate che è presente un’opzione che permette all’utente di creare un nuovo salvataggio appositamente studiato per iniziare subito il suddetto arco narrativo.

Assassin's Creed Odyssey Campi Elisi
Cosa nasconde il mito di Atlantide?

IL PIACERE DELLA SCOPERTA

La cosa che più di tutte ci ha lasciato stupefatti quando Ubisoft ha iniziato a parlare in maniera più concreta di questo secondo arco narrativo, è stata senza ombra di dubbio la possibilità di visitare una mappa interamente inedita che si sarebbe quindi aggiunta al nostro già incredibilmente vasto viaggio per l’antica Grecia. Esattamente come avvenuto con The Witcher 3, la prima espansione ha introdotto nuovi personaggi e missioni da completare in un contesto conosciuto mentre per questo secondo arco narrativo – in quel caso si chiamava Blood and Wine – gli sviluppatori hanno scelto di lavorare a una nuova ambientazione: ecco dunque che, dopo tutti i misteri e le parole spese nel corso dell’avventura principale, possiamo scoprire il mito di Atlantide.

Questo primo episodio infatti, dopo un incipit davvero troppo lungo e tedioso che ci costringe a zampettare tra i giorni nostri e i ricordi nell’Animus, ci fa scoprire i Campi Elisi e tutta una serie di novità. Banalmente, non si tratta soltanto di nuove regioni e luoghi d’interesse ma anche di nuove dinamiche finora inedite che puntano leggermente a reinventare il gameplay. In particolare, dopo essere entrato in possesso del Bastone di Ermete Trismegisto, potrete esplorare l’ambientazione in cerca di Visioni che permettono di potenziare oltre il grado 3 le abilità del personaggio. Si tratta, neanche a dirlo, di potenziamenti davvero forti e intriganti che però potranno essere applicati soltanto ad alcune abilità specifiche e non a completa discrezione dell’utente.

TUTTO IL RESTO È NOIA

Rispetto all’Eredità della Prima Lama, questo primo episodio propone un sacco di nuovi personaggi e attività secondarie che vi faranno spendere un bel po’ di ore per essere portate a termine. Essendo ambientato in una nuova mappa, al giocatore spetterà il compito di ridurre l’influenza nemica nelle varie regioni e ciò potrà essere fatto uccidendo bersagli designati, distruggendo statue e non solo. La trama che viene narrata inoltre, spinge molto sul fattore ruolistico e sulla possibilità offerta all’utente di prendere decisioni in molteplici occasioni: da che parte stare, se coprire le spalle o incolpare una persona saranno solo alcune delle scelte che dovrete fare prima di arrivare alla conclusione dell’episodio.

Anche a livello di armi e armature gli sviluppatori hanno dimostrato ancora una volta di sapersi dare da fare proponendo nuovi oggetti leggendari intriganti come daghe e spade lunghe ma ci sono anche elementi unici che strizzano l’occhio al contesto storico e alla mitologia greca come la possibilità di sbloccare come destriero personale e cavalcare uno dei cavalli di Ade. Le premesse sono dunque ottime e siamo certi che la nuova ambientazione saprà stupirci ancora una volta nei prossimi due episodi, sperando però che il racconto sappia prendere un risvolto con un po’ più di pathos per quanto concerne gli eventi narrati e collegati al presente.

GIUDIZIO
Una nuova mappa, abilità inedite da sbloccare, armi e nemici mai visti: nonostante un incipit eccessivamente lento e noioso, il primo episodio riesce al meglio nell'impresa di farci tornare la voglia di esplorare e combattere, nei panni del nostro amato eroe (o eroina) dell'antica Grecia.
PRO
Una nuova mappa da esplorare
Nuovi potenziamenti per le abilità
CONTRO
Incipit lento e noioso
8