The LEGO Movie 2 - Videogame

The LEGO Movie 2 – Videogame

Emmet, Lucy e Batman sono di nuovo insieme per combattere la minaccia dei Duplo e smantellare il piano della regina Wello Ke-Wuoglio.

Dite la verità: se avete visto The LEGO Movie, avrete canticchiato almeno una volta il ritornello (per certi versi leggermente fastidioso) della colonna sonora, “È meraviglioso“. Il successo della pellicola cinematografica ha fatto sì che chiunque, anche chi non avesse mai visto il film, sapesse da dove provenisse quel motivetto bambinesco ma al contempo irresistibile. Sono passati cinque anni dal capolavoro diretto da Phil Lord e Christopher Miller, ed ecco che in concomitanza con l’arrivo nelle sale del seguito, anche il mondo dei videogiochi accoglie una nuova avventura fatta di mattoncini con protagonista il buon Emmet.

Abbiamo passato un po’ di tempo immersi nel mondo di The LEGO Movie 2 – Videogame, nuova opera videoludica dedicata al brand da costruzione più famoso del globo. Una permanenza più che mai piacevole nonostante l’assenza ormai cronica di reali novità in termini di gameplay, che il team di sviluppo ha compensato con la presenza di una mole incredibile di contenuti. Eccovi dunque il nostro verdetto finale sull’ultima fatica di TT Games.

The Lego Movie 2 - Videogame
Il trio è tornato per una nuova avventura tutta a mattoncini

È MERAVIGLIOSO… DI NUOVO

La trama di The Lego Movie 2 – Videogame segue sostanzialmente le stesse dinamiche del film. In seguito alla sconfitta di Lord Business, una nuova e temibile minaccia grava sul mondo: gli alieni provenienti dalla galassia Duplo (esatto, quella delle costruzioni per bimbi) invadono Bricksburg mettendola a soqquadro. I sopravvissuti sono costretti a cavarsela in un mondo desertico, simile a quello visto in Mad Max, dove anche il più grazioso dei gatti diventa una macchina della morte. Ad aggravare la situazione dei poveri omini gialli arriva anche un misterioso emissario, meglio noto come Generale Sconquasso, che per conto della regina Wello Ke-Wuoglio rapisce tutti i capi di Apocalypseburg, portandoli con sé nella galassia sperduta.

Solitamente, quando parliamo di videogiochi su licenza LEGO, siamo abituati a trovarci in un hub di gioco centrale, simil open-world, da cui partire per affrontare le missioni. Questa volta, però, abbiamo finalmente a un cambio non indifferente: TT Games ha tentato di abbandonare il vecchio sistema di completamento dei livelli, complice probabilmente l’esperienza ottenuta con LEGO Worlds, che ha influenzato la creazione di questo capitolo. Se nel primo episodio le attività erano sostanzialmente ridotte, The LEGO Movie 2 – Videogame vi darà modo di vivere moltissime missioni, nel rispetto della classica esperienza dei free-roaming. I numerosi livelli a disposizione sono esplorabili da cima a fondo, e di tanto in tanto gli abitanti vi chiederanno aiuto per portare a termine alcune mansioni.

Forse è questa nuova veste non relegata a missioni storia e attività end-game che ci ha permesso durante la prova di giocare ore e ore senza stancarsi. Ovviamente è inevitabile che le tipologie di missioni non siano così diversificate: si va dallo sconfiggere i nemici all’utilizzare determinate costruzioni per risolvere un semplice enigma. A ogni missione completata, otterrete un Blocco Principale che vi servirà in un determinato momento o per completare al 100% il mondo. Tali blocchi sono anche sparsi nello scenario e visibili sulla minimappa. La poca varietà, unita alla consueta difficoltà tarata verso il basso, è qualcosa si può chiudere un occhio ricordando il target di riferimento, appunto un pubblico più giovane, che invece troverà particolare gioia nel lottare contro le creature Duplo che minacciano Emmet e compagnia.

The Lego Movie 2 - Videogame
Bricksburg non è più la stessa dopo l’invasione dei Duplo.

MASTRO COSTRUTTORE

I tanti livelli completamente a mattoncini, a differenza di episodi precedenti come LEGO Gli Incredibili (in cui gli elementi strutturali erano reali) richiedono una certa dose di inventiva. Progredendo con le missioni, sbloccherete progressivamente una serie di costruzioni utili. Nella norma li utilizzerete in specifici contesti e incarichi, inaccessibili senza possedere l’attrezzatura adatta come ad esempio il mitico rampino di Batman. Potete anche sbloccare oggetti unici nei cimeli, nient’altro che dei pack da sbloccare nei negozi sparsi per le varie ambientazioni, che vi forniranno costumi, attrezzature uniche oppure oggetti da costruire.

In qualità di Mastro Costruttore, dovremo creare degli oggetti per gli abitanti della galassia. Che si tratti di un idrante o di un gatto unicorno da battaglia, avrete bisogno di pezzi da costruzione. Non disperate, perché tali materiali si trovano facilmente un po’ dappertutto: basterà distruggere lo scenario per ottenere un piccolo quantitativo di blocchi utili. Se doveste rimanere a secco, non riuscendo più a trovare i materiali giusti, potete o smantellare la vostra creazione più recente e recuperare ciò che avete usato o rivolgervi al negoziante, che vi venderà dei bundle appositi.

The LEGO Movie 2 – Videogame vi dà anche la possibilità di personalizzare un piccolo angolo di paradiso, lontano dai sabbiosi deserti di Apocalypseburg. Sorellapocalistella, questo il nome (per nulla semplice da pronunciare) del mondo, si presenterà come un simpatico e piccolo scenario verde, un enorme sandbox nel quale aiutare i nuovi residenti a costruire i loro palazzi dei sogni. Questa funzionalità non è preponderante nell’economia di gioco, tuttavia ogni missione portata a termine vi permetterà di ottenere un Blocco Principale e contribuirà ad accrescere il numero di abitanti di Sorellapocalistella.

The Lego Movie 2 - Videogame
A Sorellapocalistella le richieste sono strambe: c’è chi desidera vivere in un immenso robot

LEGO PERICOLOSI

Non mancherà una certa dose di combattimenti durante l’avventura nell’universo Sorellare. Il moveset semplice può essere alternato a una supermossa unica che distruggerà ogni nemico intorno a voi, un copione già visto nelle altre produzioni LEGO e che gli amanti di questo genere troveranno decisamente familiare. È possibile anche utilizzare le varie armi al fine di eliminare efficacemente i nemici, come ad esempio la pistola spara-sticker del Generale Sconquasso.

Abbiamo avuto modo anche di affrontare divertenti boss battle contro gli alieni Duplo, che in questo capitolo non si limitano al prendere a pugni il cattivone di turno, ma giganteschi stage nei quali affrontare le creature colossali. Una versione a mattoncini di Shadow of the Colossus molto peculiare che metterà sicuramente alla prova non solo i più piccoli, ma anche i giocatori esperti.

The Lego Movie 2 - Videogame
Come si suol dire: più grandi sono, più mattoncini spargono quando cadono

IL PEZZO MANCANTE

Se da una parte abbiamo visto un radicale miglioramento nel gameplay, TT Games non è riuscita però a rifinire al meglio l’esperienza di gioco. Di certo la veste grafica sorregge l’impianto tecnico grazie a quella che, sin dal primo minuto di gioco, ci è sembrata una notevole tirata a lucido, con un ottimo utilizzo dei colori che dà vita a scorci a tratti impressionanti. Tuttavia, il titolo risente di una grande presenza di bug nei movimenti, che ci ha visti scaraventati a metri di distanza per colpa di una banale collisione tra oggetti. Come da tradizione per la saga, la telecamera risulta il più delle volte complessa da gestire negli ambienti più stretti, anche se permette di esplorare al meglio i dintorni orientando la visuale come più vi aggrada.

A livello sonoro, il gioco non riesce a emozionare più di tanto. Ci saremmo aspettati un minimo di cura in più, soprattutto per quanto riguarda i dialoghi, che per altro sono perlopiù inesistenti. Quando ci rivolgiamo a un NPC per una missione, ad esempio, il personaggio si limiterà infatti a un semplicemente mugugnare, lasciando la parola a un balloon, talvolta anche mal localizzato in italiano. Ci fosse stato il doppiaggio (ad appannaggio della voce narrante di Lucy), sicuramente il risultato complessivo sarebbe stato più positivo.

GIUDIZIO
Con The LEGO Movie 2, TT Games sembra aver cambiato leggermente registro, abbandonando la classica formula dei titoli LEGO a favore di un'esperienza più intrigante, anche se non certo priva di difetti. Con una struttura più vicina a LEGO Worlds, la nuova avventura di Emmet ci ha fatto passare diverse ore in ottima compagnia, e in tal senso l'uso di un modello più vicino agli open-world, anche se suddiviso in livelli differenti, è il vero asso nella manica della produzione. Occorre però puntare il dito contro la solita qualità non troppo di spessore, a causa di molte imperfezioni sul lato tecnico e dall'assenza di un doppiaggio dei personaggi, che vanno ad aggiungersi a una varietà come da tradizione non tanto elevata. Se siete fan LEGO, non farete fatica ad apprezzare la nuova avventura di Emmet, tuttavia se siete in cerca di novità sostanziali nella struttura di gioco potreste restare delusi.
GRAFICA8.3
SONORO7
LONGEVITÀ8
GAMEPLAY8.5
PRO
Graficamente migliore rispetto ai precedenti
Cambio radicale nel gameplay
Simpatiche boss battle
Possibilità di costruire la propria cittadina su Sorellapocalistella
CONTRO
Manca un vero e proprio doppiaggio
Tecnicamente poco soddisfacente
Poca varietà nelle missioni
8
ACQUISTALO SU AMAZON!
Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed