Forza Horizon 3

Forza Horizon 3

Il marchio Forza è ormai una garanzia per Microsoft: uno di quei brand imprescindibili, affermatosi in maniera progressiva ma inesorabile fino a diventare una delle punte di diamante nelle strategie di marketing su Xbox One e, di recente, anche su Windows. Una crescita impressionante, portata avanti con estrema intelligenza da Turn10 Studios, che ha saputo rendersi conto immediatamente di quanto fosse variegata ed esigente l’utenza dei titoli automobilistici. Tessere le lodi della serie Forza Motorsport è fin troppo semplice, ma parliamo pur sempre di un titolo discretamente impegnativo, che strizza l’occhio in qualche modo alla simulazione di guida, con una curva di apprendimento che lo rende non proprio adatto agli utenti più occasionali e smaliziati.

Ed è qui che entra in gioco un brand “parallelo”, quel Forza Horizon che abbiamo giocato e amato proprio per la sua spensieratezza nei primi due capitoli, l’originale su Xbox 360 e il secondo uscito due anni fa su Xbox One. L’approdo di quest’ultimo sulla console next-gen di Microsoft era stato sensazionale, grazie al comparto tecnico maestoso e a un concept di gioco sempre fresco e interessante. Con il terzo capitolo, Playground Games, team che si occupa dello spin-off Horizon sotto la supervisione degli stessi ragazzi di Turn10, ha deciso di rinnovare la formula, senza tuttavia tralasciare gli elementi che hanno reso Forza Horizon uno dei titoli più amati e attesi sulla console made-in-Redmond. Fate le valigie: si parte per l’Australia!

Forza Horizon 3

AUSTRALIA COAST TO COAST

Immaginate l’auto dei vostri sogni. Una location esotica e selvaggia, tra scogliere, deserti, foreste, cascate, ma soprattutto lunghe autostrade e tortuose strade costiere. Aggiungete una manciata di adrenalina e tanto, tanto divertimento e il gioco è fatto: benvenuti su Forza Horizon 3. L’impatto è, come consueto, devastante: pochi preamboli, ancor meno giri di parole; la software house ci getta subito nella mischia, a bordo della spettacolare Lamborghini Centenario, pronta a sfrecciare in mezzo al deserto, e una cosa è subito chiara: questo sarà il nostro festival Horizon e saremo noi a far girare la giostra. Dopo aver scelto il nostro avatar tra quelli (pochi, per verità) a disposizione e il nostro nickname, saremo finalmente pronti per salire a bordo.

Eccola la principale novità: questa volta, infatti, non vestiremo i panni di uno dei tanti piloti del festival, in cerca di vittorie e di approvazione da parte dei fan. No, questa volta saremo noi a costruire ed espandere il più grande ed emozionante festival Horizon di sempre. Naturalmente saremo in prima linea a fare a sportellate, a derapare e a compiere le più folli acrobazie che possano balenarvi in mente, ma ogni singola gara sarà volta a espandere il nostro festival, scegliendo nuove location e ampliandole man mano costruendo strutture sempre più pazzesche, con tanto di mega-schermi, spettacoli pirotecnici, giochi di luci e – ovviamente – le auto più belle del mondo. Le auto, appunto. Sono poco meno di 400 e per tutti i gusti: dalle stradali anni ’60 fino alle odierne Hypercar. La qualità è, come sempre, favolosa, con ognuna delle auto presenti che sarà esplorabile nella consueta modalità Forzavista. Peccato soltanto che alcune vetture di spicco, quelle da copertina di una rivista per intenderci, non siano disponibili nel roster iniziale, ma incluse nelle edizioni più costose oppure ottenibili dal Car Pass, aspetto che “costringe” a optare per il pacchetto Ultimate per non perdersi alcune auto da sogno.

Il tutto ruota attorno a una mappa di gioco letteralmente enorme, dotata di una varietà come mai avevamo visto prima nella serie. L’Australia, infatti, ha davvero molto da offrire e non avremo certamente modo di annoiarci. Dalle spettacolari scogliere di Bayron Bay allo skyline urbano di Surfers Paradise, con i suoi grattacieli mozzafiato e le luci abbaglianti. Senza dimenticare il paesaggio desertico dell’Outback, con le sue strade sterrate, o i percorsi tortuosi della Rain Forest, che rendono la guida notturna una sfida e un’emozione impareggiabile. Con una simile varietà annoiarsi sarà praticamente impossibile, considerando anche le numerosissime attività da svolgere in giro per la mappa. Chiunque abbia avuto modo di spendere centinaia di ore sulla Costa Azzurra di Forza Horizon 2 sa già di cosa parliamo: in Forza Horizon 3 non si corre semplicemente. Si guida, godendosi il piacere di una supercar con una vista paradisiaca.

Potrete dunque affrontare le classiche gare su circuito, gare sprint, cross country, campionato, o semplicemente andare in giro per l’Australia alla ricerca delle numerose acrobazie, o cercando di far impazzire gli autovelox con velocità da urlo, o sfidare uno dei Drivatar in un testa a testa improvvisato. O ancora derapare come se non ci fosse un domani in determinate zone, nel tentativo di raggiungere l’obiettivo di punteggio, e se proprio foste alla ricerca di qualche brivido in più, non mancheranno le corse clandestine in notturna in mezzo al traffico. Se tutto questo non dovesse sembrarvi abbastanza, anche in Australia sono sparsi 15 gioielli dimenticati: rarissime auto d’epoca abbandonate in vecchi fienili, da riscoprire e restaurare per portarle a nuova vita. Sparse per tutta la mappa, inoltre, potrete trovare numerose sfide tratte dalla Lista dei desideri: una serie di eventi particolari che richiederanno solitamente di raggiungere determinati obiettivi in solitaria, dalle acrobazie alle prove a tempo. Non mancano infine le consuete sfide Horizon, come sempre caratterizzate da un altissimo tasso di spettacolarità e che sapranno regalarvi più di un momento di gioia nelle numerose ore trascorse in giro per l’Australia.

UN FESTIVAL PER TUTTI

Il grande pregio di Horizon è da sempre quello di riuscire ad attrarre a sé moltissime tipologie di giocatori. Il modello di guida si conferma infatti godibilissimo a tutti i livelli, con una curva di apprendimento molto lineare che consente anche agli utenti meno legati al mondo motorsport di togliersi più di una soddisfazione, premiando tanto gli stili di guida prettamente arcade e più “distruttivi” quanto quelli più puliti e precisi. Allo stesso tempo però togliendo qualche aiuto e impostando i valori di sterzata su “simulazione”, anche gli utenti più smaliziati riusciranno a godersi la gita australiana e a dar vita a gare ed eventi sempre avvincenti, complice anche l’ottimo bilanciamento fornito dal sistema Drivatar nella modalità single-player. I livelli di difficoltà più elevati si sono dimostrati sufficientemente ostici, con piloti virtuali sempre veloci e aggressivi, il più delle volte davvero difficili da battere al primo tentativo, sopratutto se non si conosce bene il percorso di gara. A proposito, segnaliamo la presenza anche in questo terzo titolo dell’assistente alla navigazione, ANNA. L’utilizzo si rivela spesso prezioso, complice anche l’input dei comandi vocali molto preciso e rapido.

Un gioco per tutti, dunque, grazie anche alle nuove possibilità di personalizzazione degli eventi del festival. Ogni percorso può infatti ospitare un evento personalizzato dal giocatore in ogni suo aspetto, persino nella locandina e nel nome dell’evento stesso. In alternativa, potrete sfidare i rivali cercando di migliorare il vostro tempo sul giro o creare la vostra personalissima serie di eventi Lista dei desideri, contrassegnando un percorso e stabilendo un tempo limite per l’evento, prima di condividerlo con la community e sottoporlo direttamente ai vostri amici.

Forza Horizon 3

Ulteriore profondità è garantita dallo sviluppo delle abilità tramite tre differenti sezioni: Boss del Festival, Vantaggi Abilità e Ricompense Immediate. Tramite i punti acquisiti con le vostre abilità di guida, potrete dunque sviluppare le abilità come meglio preferite, scegliendo di potenziare subito le capacità organizzative del festival piuttosto che vantaggi nella guida o ricompense immediate come punti esperienza o crediti extra, sempre utili per ampliare il vostro personalissimo parco macchine. A tal proposito, segnaliamo l’introduzione della Casa D’Aste, grazie alla quale sarà possibile cercare e acquistare auto messe all’asta da altri giocatori oppure mettere in vendita quelle che amiamo di meno. Un’aggiunta sicuramente molto gradevole e funzionale, che permette di guadagnare crediti extra dalla compravendita di un’auto meno apprezzata per acquistare la vettura dei sogni, e apre nuovi scenari a coloro che investono del tempo nella creazione di livree personalizzate.

Le possibilità offerte da Horizon, tuttavia, non si fermano qui: potrete infatti giocare la campagna in cooperativa fino a quattro giocatori, e nel caso in cui aveste deciso di giocare in single-player, potrete reclutare fino a quattro Drivatar tramite appositi eventi Testa a Testa, in modo da formare il vostro personalissimo team cercando di massimizzare il guadagno di crediti e di fan. E se uno dei vostri piloti non dovesse progredire come previsto, non ci sarà alcun problema: basta mandarlo a casa e assumerne un altro!

GITA IN COMPAGNIA

Il divertimento, si sa, non può prescindere da una buona e scalmanata compagnia, e nel caso in cui si soffrisse di solitudine nelle lande australiane non mancheranno le partite online, con numerose conferme rispetto a quanto già visto nei titoli precedenti, e anche qualche piacevole aggiunta. Naturalmente, nulla vi impedirà di andare in giro senza meta alcuna con i vostri amici, scegliendo di volta in volta gli eventi da affrontare, ma non mancano delle vere e proprie modalità multiplayer che esulano dalle competizioni automobilistiche canoniche. Ritornano le celebri modalità Infetto e Re: nella prima modalità un infetto cercherà di contaminare gli altri giocatori della partita tamponandoli, mentre nella seconda il Re dovrà cercare di tenere la corona più a lungo possibile evitando i contatti degli altri giocatori. Segnaliamo anche la divertente modalità Ruba la bandiera, durante la quale ogni giocatore dovrà cercare di recuperare una bandiera e riportarla alla rispettiva base, impedendo agli altri giocatori di rubarla tramite contatti e tamponamenti. Complici delle mappe particolarmente ispirate, tutte le modalità PvP si sono rivelate divertenti, grazie anche a un netcode sempre stabile e preciso, che non ha risentito dell’utilizzo di connessioni poco performanti e non ha praticamente mai compromesso l’esperienza di gioco. Pur non trattandosi di certo del nucleo centrale dell’offerta di gioco, le modalità multiplayer sono piacevoli e rappresentano un’ottima e valida alternativa alle attività più tradizionali, soprattutto in compagnia di numerosi amici.

Forza Horizon 3

UN MOTORE DA FUORISERIE

Playground Games e Turn10 sono riusciti nella duplice impresa di migliorare un gioco già notevolissimo come Horizon 2 da due importanti punti di vista. Da un lato segnaliamo una mappa di gioco dalle dimensioni davvero notevolissime e assai più vasta di quella vista in precedenza. La qualità grafica del titolo non solo non ne risente, ma rappresenta un netto salto in avanti da ogni punto di vista. Il motore grafico sfodera tutti i cavalli sotto al cofano, fornendoci una qualità visiva mai raggiunta prima nel genere degli open-world. I modelli poligonali delle auto sono una vera e propria overdose di poligoni, con una cura maniacale nella realizzazione di ogni dettaglio esterno e interno. Ciascuna delle quasi 400 auto gode della stessa cura e qualità nei dettagli. L’ambiente di gioco è quello che però ha subito le migliorie più importanti, con texture incredibilmente definite e un lavoro sublime sul sistema di illuminazione dinamica, che incide particolarmente anche sui riflessi.

Il ciclo giorno/notte e il meteo dinamico regalano emozioni uniche e paesaggi mozzafiato, che potrete ammirare in qualsiasi momento nella modalità Foto o nella nuova modalità Drone, che vi permetterà di esplorare nei dintorni della vostra posizione con un drone radiocomandato. Vi capiterà spessissimo di perdervi nello splendore degli scorci paesaggistici offerti da Forza Horizon 3, che enfatizza questo aspetto tramite la scoperta all’interno della mappa di principali punti panoramici. Pregevolissimi anche gli effetti particellari: la realizzazione dell’acqua e della pioggia sono sempre uno spettacolo per gli occhi, e per i più attenti sarà addirittura possibile scorgere i granelli di sabbia sulla carrozzeria della nostra Ferrari dopo una derapata in spiaggia.

Anche le collisioni e il sistema dei danni mostrano un ottimo comportamento, dal punto di vista estetico e della fisica delle auto. Un lavoro certosino e minuzioso da ogni punto di vista, dunque, sostenuto da un frame-rate solidissimo, che pur rimanendo ancorato ai 30fps, fornisce un elevato senso della velocità, a testimonianza della bontà del lavoro svolto su filtri e motion blur. Ottimo anche il comparto audio, con effettistica delle auto sempre molto fedele e ben campionata e suoni d’ambiente molto immersivi soprattutto ad un ascolto in cuffia. Come sempre buonissime le colonne sonore: disponibili attraverso le stazioni radio diverse playlist e la possibilità di ascoltare le proprie playlist personali tramite l’app Microsoft Groove Music. Da segnalare purtroppo la mancata localizzazione in italiano, presente solo con i sottotitoli e audio in lingua inglese. Piccola nota per quanto riguarda il programma Xbox Play Anywhere, che permette, in caso di acquisto in formato digitale, di giocare Horizon 3 su Xbox One o PC dotato di sistema operativo Windows 10 mantenendo progressi e salvataggi, con la possibilità di sfidare gli amici su console o computer tramite multiplayer cross-platform e godere, nel caso della versione PC, di un comparto grafico ancora più bello e accattivante. Davvero niente male, per una feature del tutto gratuita!

GIUDIZIO
Forza Horizon 3 è un gioco da non lasciarsi sfuggire. Che siate appassionati di motorsport, giocatori occasionali o semplici utenti alla ricerca di divertimento, Horizon 3 è un gioco che farà sicuramente al caso vostro. Da soli oppure in compagnia, in gare più impegnative o spettacolari, o ancora semplicemente in giro senza meta. Il titolo Playground Games vi terrà incollati per ore, con un modello di guida perfettamente calibrato, una line-up di tutto rispetto e una location che gode di un motore grafico magistrale, che rappresenta senza dubbi il nuovo benchmark per mostrare le potenzialità grafiche di una console come Xbox One. Disfate le valigie e godetevi il vostro soggiorno in Australia, perché non tornerete tanto presto!
GRAFICA10
SONORO9
LONGEVITÀ9.5
GAMEPLAY10
PRO
Comparto tecnico sontuoso
Grande varietà nell'esperienza single-player
Campagna coop per quattro giocatori
Comparto multiplayer divertente, netcode stabile
Supporto a Xbox Play Anywhere garantisce due versioni al prezzo di una
CONTRO
Assenza di localizzazione italiana
Alcune vetture di spicco sono incluse solo nel Season Pass o nell'edizione Ultimate
9.5