9 Monkeys of Shaolin

Ambientato a metà tra monasteri buddisti delle montagne cinesi e meravigliose spiagge giapponesi, 9 Monkeys of Shaolin ci accompagna per mano alla scoperta della storia di Wei Cheng, un umile pescatore di un altrettanto umile villaggio cinese, la cui vita viene sconvolta dagli eventi che portarono alla brutale distruzione della propria cittadina natia. Un avvenimento che segna lo spartiacque tra un passato che non tornerà più, e una nuova vita a caccia di quella vendetta che lo condurrà a diventare il più temibile dei monaci shaolin: Daokong.

Con queste premesse inizia il nostro viaggio snodato tra una serie di livelli di breve durata, nei quali affronteremo orde di nemici armati delle peggiori intenzioni per fermarci. Tutto ciò che dovremo fare sarà farci strada a colpi di arti marziali, armati nient’altro che di un gùn, e di qualche scorta di thè che ci tornerà utile nelle situazioni più complicate.

AZIONE, AZIONE E… ANCORA AZIONE!

Il gameplay su cui si basa Nine Monkeys of Shaolin è improntato sul dinamismo, con combattimenti all’insegna della frenesia. Schivate, parate e contrattacchi si susseguono senza soluzione di continuità, dando una sensazione di onnipotenza che soltanto le arti marziali riescono a conferire. I livelli a scorrimento laterale contribuiscono ad aumentare la sensazione di sano caos che in molti casi si respira, anche per il fatto che comunque non vige la classica bidimensionalità che ci si può aspettare quando si parla di titoli 2D.

Il lavoro fatto dal team di Sobaka Studios è stato egregio: i livelli godono, oltre che di una realizzazione tecnica davvero notevole, anche di una tridimensionalità che permette ai nemici di sbucare da ogni angolo e colpirci anche a distanza in zone a noi non accessibili in maniera diretta. Qui subentrano tutta quella serie di tecniche che da subito saremo in grado di padroneggiare, e che usate al momento giusto possono rivelarsi vincenti. Potremo scegliere tra un repertorio fatto di colpi semplici, colpi caricati, schivate e tecniche difensive che ci permettono di proteggerci dagli attacchi a distanza e allo stesso tempo rimandarli al mittente, trasformando in un istante la difesa in attacco.

BOTTE DA ORBI

Accantonando il buon comparto tecnico, ecco che arrivano le note dolenti, con il grado di sfida che non riesce mai veramente a decollare. I tanti nemici che affronteremo durante i livelli non riusciranno mai a regalarci troppe soddisfazioni, e si ridurranno ben presto, passata la prima mezz’ora di gioco, a diventare dei semplici intermezzi per arrivare finalmente al boss finale. Anche quest’ultimi non lasceranno poi troppo il segno, aumentando di certo il grado di impegno necessario rispetto alle fasi precedenti di gioco, ma senza rappresentare una sfida carica di mordente. Questa scarsa difficoltà si percepisce maggiormente proseguendo nello sviluppo e nel potenziamento del nostro personaggio.

Al termine di ogni livello avremo dei punti abilità da spendere per potenziare le nostre abilità, sbloccandone di aggiuntive oppure semplicemente aumentando il danno di base. Per quanto riguarda le ambientazioni, il lavoro fatto dal team russo è notevole. Tutti gli scenari sono curati e dettagliati in pieno stile orientale, in un’alternanza di scenari in esterna che lasciano senza fiato, passando per ambienti meno canonici (come ad esempio la spiaggia spettrale ricca di ossa di balena sparse in ogni dove), il tutto sempre mantenendo uno standard qualitativo davvero elevato.

9 Monkeys of Shaolin
GIUDIZIO
9 Monkeys of Shaolin è un picchiaduro a scorrimento di tutto rispetto, meritevole di più di una semplice sessione occasionale. Al netto dei problemi relativi al grado di sfida, il titolo della software house russa può essere visto come l'occasione di fare un viaggio rilassante attraverso la cultura e le ambientazioni orientali, dandoci anche la possibilità di sfogarci contro centinaia di nemici dando sfoggio delle nostre abilità nelle arti marziali.
GRAFICA
7
SONORO
6.5
LONGEVITÀ
6
GAMEPLAY
6
PRO
Ambientazioni evocative
I combattimenti sono divertenti...
CONTRO
... ma il tasso di sfida è molto basso
6.4