Brutte notizie per id Software e Bethesda, rispettivamente sviluppatore e produttore di DOOM, che hanno ricevuto numerose critiche dalla beta multiplayer del gioco in uscita il prossimo mese. Nello scorso weekend, i giocatori hanno potuto mettere le mani sulla open beta del comparto multiplayer dello shooter, ma dalle recensioni pubblicate su Steam il riscontro è stato estremamente negativo, nonostante l’estensione del testing di un giorno.

La maggior parte degli utenti ha criticato il gioco affermando che lo sparatutto fosse troppo simile a Call of Duty o Halo come stile di gioco e design, mentre alcuni giocatori hanno manifestato una certa noia pur nei panni di un demone dotato di jetpack e lanciamissili, altri invece hanno dichiarato che dopo aver giocato la beta preferiranno puntare su qualche altro titolo del genere in uscita durante l’anno. La maggior parte delle critiche invece dicono che il gioco sia gradevole e graficamente bene strutturato ma, non possiede nessun elemento di eccelso o di innovativo che lo possa rendere un degno seguito della serie.

In un’intervista rilasciata alla BBC, anche lo sviluppatore Gary Riches (da sempre fan della serie) ha dichiarato il nuovo DOOM è più simile a un sequel di Quake o Unreal Tournament, che alla gloriosa serie shooter, i cui unici elementi caratteristici sono l’assenza di autorigenerazione della salute e l’ambientazione “infernale”. Naturalmente non tutte le recensioni sono negative ma, purtroppo, in un paio di settimane è impensabile che gli sviluppatori potranno effettuare grosse modifiche al gameplay e ascoltare tutti i feedback provenienti dai giocatori.

Ricordiamo che DOOM è in uscita il 13 maggio si PC, PlayStation 4 e Xbox One.