Destiny 2: Festa delle Anime Perdute

Destiny 2, Bungie mostra la Festa delle Anime Perdute e la Foresta Infestata

Con un post sul proprio blog ufficiale, Bungie ha finalmente tolto i veli dalla Festa delle Anime Perdute, il primo evento stagionale dal lancio di Destiny 2: I Rinnegati.

L’evento, che come avevamo previsto durerà tre settimane, introdurrà nuovi Trionfi, il ritorno delle maschere, e una nuova attività PvE chiamata Foresta Infestata, che sarà una sorta di orda in quella che pare una revisione della controversa Foresta Infinita di Mercurio. Ma andiamo con ordine.

Destiny 2: Festa delle Anime Perdute

Festa delle Anime Perdute: quando inizia, quanto dura, come funziona

La nuova Festa delle Anime Perdute avrà inizio al reset di martedì 16 ottobre, dunque alle ore 19:00, e durerà tre settimane, fino al reset di martedì 6 novembre. Per tutta la durata dell’evento, potrete ottenere una nuova risorsa che vi consentirà di acquistare le consuete maschere e un nuovo fucile automatico leggendario, chiamato Storia dell’Orrore.

Per questa edizione, Bungie non si affiderà al Crogiolo obbligando i Guardiani a combattere in maschera, ma darà accesso a una nuova modalità PvE esclusiva, chiamata Foresta Infestata (ci torniamo tra un attimo).

Destiny 2: Festa delle Anime Perdute

Amanda Holliday prenderà il posto della scomparsa Eva Levante e gestirà l’evento, proponendovi ogni giorno delle taglie esclusive che vi premieranno con un materiale chiamato Anima Frammentata.

Raccogliendo materiali a sufficienza, potrete acquistare le maschere della Festa delle Anime Perdute, tra cui non mancano quelle dedicate agli Infami, a Lord Shaxx, al Viaggiatore e all’Emissaria di Riven. Non sappiamo ancora quante maschere saranno disponibili in questa edizione, e se quelle già viste nel primo Destiny faranno il loro ritorno nel sequel.

Destiny 2: Festa delle Anime Perdute

Allo stesso tempo, Amanda permetterà di acquistare il succitato fucile automatico leggendario Storia dell’Orrore, che parrebbe una edizione decorata ad hoc (e auspicabilmente con perk interessanti) di Storia delle Origini.

Festa delle Anime Perdute: la Foresta Infestata

La novità maggiore di questa edizione, come dicevamo, è la nuova attività PvE chiamata Foresta Infestata, che vi permetterà di esplorare un nuovo scenario estrapolato probabilmente dalla Foresta Infinita di Mercurio, dandovi un totale di 15 minuti per raggiungere il suo cuore.

Destiny 2: Festa delle Anime Perdute

Nella Foresta Infestata, dovrete sconfiggere mostri e demoni addentrandovi più che potete nello scenario, che avrà una particolarità: più avanzerete e distruggerete gli incubi che si nascondono nella Foresta, più la difficoltà dell’attività aumenterà.

L’attività potrà essere affrontata in single-player, con una squadra di tre giocatori o tramite il matchmaking. Sulla base delle parole di Bungie, possiamo ipotizzare che maggiore sarà il tempo trascorso nella Foresta Infestata, maggiori saranno le ricompense ottenibili da questa attività PvE, ma ovviamente vi terremo aggiornati una volta che l’evento sarà disponibile nell’ecosistema di Destiny 2.

Destiny 2: Festa delle Anime Perdute

Festa delle Anime Perdute: caccia all’omicida del Maestro Ives

Come avevamo annunciato in precedenza, un’altra particolarità di questo evento risiede in una nuova Impresa che vi permetterà di ottenere Armamento Potente e, al contempo, risolvere un caso di omicidio: il Maestro Ives, Criptarca dell’Avamposto Vestiano (lo spazio social sull’Atollo del primo Destiny) è stato assassinato durante gli eventi de I Rinnegati e starà al giocatore trovare il colpevole attraverso una nuova serie di missioni.

Al momento non sappiamo in cosa consisterà questa Impresa, ma è possibile che i primi dettagli arrivino con il prossimo aggiornamento software di Destiny 2, che potrebbe introdurre nel database la questline per intero. Vi terremo come sempre aggiornati in caso di ulteriori aggiornamenti.

Destiny 2: Festa delle Anime Perdute

L’impresa sarà disponibile nell’ultima settimana della Festa delle Anime Perdute, dunque a partire dal reset del 30 ottobre. Stranamente, nonostante Bungie abbia confermato che l’evento avrà termine il 6 novembre, il team di sviluppo parla della possibilità di ottenere ricompense potenti “ogni settimana”. Resta da stabilire, dunque, se l’impresa sarà accessibile anche al termine della Festa delle Anime Perdute o meno.

Festa delle Anime Perdute: le ricompense e l’Everversum

Non sarebbe stato un evento stagionale senza nuovi oggetti cosmetici da sbloccare per personalizzare il proprio Guardiano, e la Festa delle Anime Perdute non fa eccezione.

Durante l’evento, a ogni completamento della barra di esperienza, oltre al tradizionale Engramma Risoluto, otterrete anche un Engramma Effimero. All’interno di questi engrammi, che come sempre potranno essere acquistati anche in cambio di denaro reale tramite l’Everversum, potrete ottenere Involucri di Spettro, Astori e Astronavi a tema Festa delle Anime Perdute, come quelli che vedete di seguito.

Destiny 2: Festa delle Anime Perdute

Ancora una volta ci sarà la possibilità di acquistare direttamente gli oggetti in vendita da Tess Everis in cambio di Polvere luminosa, valuta ottenibile smantellando oggetti dagli Engrammi Risoluti ed Effimeri.

Non mancheranno infine nuovi emote esotici, come quelli che potete scoprire di seguto.

La Festa delle Anime Perdute sarà disponibile per tutti i possessori di Destiny 2 su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Restate sintonizzati per guide e aggiornamenti sull’evento stagionale.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed