Secondo l’amministratore delegato di Sony Interactive Entertainment, John Kodera, PlayStation 4 sarebbe ormai entrata nella fase finale del suo ciclo vitale.

Kodera avrebbe rilasciato la dichiarazione in occasione del report agli investitori della compagnia, che si è tenuto a Tokyo nei giorni scorsi, aggiungendo che in questa fase il numero di unità vendute della console sarà ridotto rispetto agli anni passati. Le dichiarazioni sono state riportate da Takashi Mochizuki, corrispondente del Wall Street Journal per il Giappone:

Ciò non vuol dire che Sony cesserà il supporto a PlayStation 4, ma semplicemente che visto che la maggior parte delle unità è stata ormai venduta, il focus dell’azienda ora si sposterà su altro. Sony continuerà quindi a investire sulle esclusive, rinnovare ed espandere i franchise che hanno avuto più successo, ma allo stesso modo ciò significa che difficilmente arriveranno nuovi brand per l’attuale generazione di console da tavolo PlayStation.

Kodera ha anche parlato di PlayStation VR, dichiarando che per Sony quello della realtà virtuale è un mercato in crescita nonostante le vendite generali dell’industria VR siano in calo.

L’amministratore ha infine espresso una frase un po’ dubbia, in cui affermava che fino al mese di marzo 2021 l’azienda toccherà un po’ il fondo prima di poter risalire: è probabile che Kodera si riferisse ai preparativi per il lancio della nuova console, PlayStation 5, che uscirà verosimilmente nel 2019/2020 e dovrebbe cominciare a generare profitti proprio intorno alla fine dell’anno fiscale 2020/2021.