La questione dell’assenza della campagna per giocatore singolo nel prossimo Call of Duty: Black Ops 4 sta facendo molto parlare. Oltre alle spiegazioni di Dan Bunting sulla scelta di non includerà una campagna single-player al lancio del gioco, sono arrivate anche delle interessanti dichiarazioni da parte di Yale Miller, producer del gioco presso Treyarch.

Intervistato da Daily Star, Miller sembra aver asserito che l’assenza della campagna potrebbe essere solo momentanea. Il producer ha infatti affermato che al termine della realizzazione di ogni gioco lo studio si pone la domanda: “Cosa piacerà di più ai fan?“. Risulta quindi ovvio che se la risposta dei fan riguardasse la presenza di una campagna tradizionale, Treyarch potrebbe prendere in considerazione di aggiungerla al titolo.

Al momento Miller ha comunque confermato che il focus dello studio per Black Ops 4 sono stati il multiplayer, la ricca modalità Zombies e, per la prima volta, una battle royale dal nome Blackout. Resta comunque qualche dubbio che sta facendo infiammare la community: se davvero la campagna arrivasse sotto forma di DLC in un secondo momento rispetto al lancio, sarebbe gratis o a pagamento?

Se siete curiosi su come Treyarch stia lavorando a questo titolo, date un’occhiata alla nostra anteprima di Call of Duty: Black Ops 4.