Giornata di novità per La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra, con alcuni aggiornamenti arrivati nelle scorse ore da Monolith Productions, che ha voluto informare i fan della serie ispirata a Il Signore degli Anelli su come cambierà l’ecosistema di gioco nei prossimi mesi.

La novità più rivelante riguarda le microtransazioni, che nei prossimi mesi verranno definitivamente rimosse dal gioco. Già a partire dal prossimo 8 maggio, infatti, Monolith non permetterà più ai giocatori di acquistare Oro, ottenibile tramite denaro reali, per comprare oggetti nello store del gioco.

Il 17 luglio invece, lo store del gioco chiuderà definitivamente i battenti e i giocatori non potranno quindi più acquistare War Chest e potenziamenti. Nel caso in cui doveste rimanere con dell’Oro inutilizzato, questo verrà tramutato automaticamente in oggetti di gioco.

Gli sviluppatori hanno spiegato che la decisione è stata presa dopo aver valutato che ricompense e potenziamenti ottenibili tramite le lootbox hanno facilitato troppo i giocatori nelle missioni, motivo per cui la software house ha preferito rimuovere una potenziale fonte di guadagno per spingere i giocatori a investire nuovamente del tempo per ottenere ricompense in-game con cui affrontare a dovere le sfide più difficili.

La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra è disponibile su PC, PS4 e Xbox One.