Valve ha comunicato sul sito ufficiale di Dota 2 l’arrivo di un nuovo servizio di abbonamento per il titolo, che da ora in poi permetterà ai giocatori di stipulare un abbonamento Dota Plus al prezzo di 3,99 euro al mese.

Questa nuova sottoscrizione consentirà di ricevere alcuni privilegi al termine di ogni partita: quando sarà attivo l’abbonamento, gli utenti riceveranno una nuova valuta di gioco chiamata Shard, che consentirà di sbloccare alcune ricompense e potenziare il proprio eroe.

Dota Plus, inoltre, permetterà ai giocatori di mettere le mani anche su speciali obiettivi da raggiungere ed essere supportati dal Plus Assistant. Questa funzione simile a una IA raccoglie milioni di informazioni sul gioco e sui giocatori, fornendo suggerimenti su cosa fare in una determinata situazione di gioco.

A seguito dell’annuncio, non sono mancate migliaia di perplessità sulle novità di questo abbonamento da parte dei fan di Dota 2, in quanto il divario tra i giocatori paganti, agevolati da più ricompense e aiuti in game, e quelli che invece continuano a giocare senza spendere denaro diventerà ancora più evidente. Si teme inoltre che questo nuovo sistema possa ripercuotersi anche sul gameplay stesso di Dota 2, con giocatori focalizzati più a completare gli obiettivi extra di Dota Plus piuttosto che concentrarsi sull’obiettivo principale.

Ricordiamo che Dota 2 è disponibile in veste di free-to-play su Steam.