Secondo alcuni report che si sono diffusi nelle scorse ore, sembrerebbe proprio che il nuovo capitolo della serie Battlefield includerà nuovamente microtransazioni, ma al contrario di quanto avvenuto con Star Wars Battlefront II, queste saranno solo di tipo estetico.

L’indiscrezione, confermata e ribadita da altri siti del settore come USGamerKotaku, parla di fonti molto vicine a DICE che avrebbero confermato come i piani per le microtransazioni del prossimo Battlefield siano cambiati in seguito alle polemiche nate dopo l’uscita di Battlefront II, e senza dubbio si evolveranno ancora prima dell’uscita del gioco previsto in autunno. Tuttavia, è stato confermato che la compagnia sta puntando all’introduzione di un sistema di microtransazioni votato esclusivamente alla personalizzazione estetica.

Stando alle ultime indiscrezioni, Battlefield V sarà a tutti gli effetti un sequel di Battlefield 1 ambientato nella Seconda Guerra Mondiale, e dovrebbe vedere la luce tra il mese di ottobre e novembre.

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Fatecelo sapere nei commenti!