Aggiornamento

Abbiamo inserito nel corpo della notizia il nuovo video gameplay rilasciato da Ubisoft.

NOTIZIA ORIGINALE

Poche ora fa, Ubisoft ha ufficializzato uno slittamento nell’uscita de La Maledizione dei Faraoni, secondo DLC di Assassin’s Creed Origins prevista originariamente nella prima settimana di marzo.

Come riportato da GameSpot, l’espansione sarà disponibile con una settimana di ritardo per “assicurare al team Ubisoft il tempo necessario a rifinire l’esperienza di gioco”. Il DLC, che includerà il nuovo scenario di Tebe e un incremento del level-cap, sarà disponibile su PC, PlayStation 4 e Xbox One dal 13 marzo. Per scusarsi del rinvio, gli sviluppatori hanno mostrato un nuovo video gameplay ufficiale:

Non è chiaro se anche la missione introduttiva al DLC, prevista per il 27 febbraio, sarà rimandata anch’essa di una settimana, ma vi terremo informati in caso di ulteriori aggiornamenti.

L’espansione fa parte del Season Pass di Origins ed è gratuita anche per i possessori della Gold Edition, mentre tutti gli altri potranno acquistarla al prezzo di 19.99 euro.

Nel frattempo è disponibile il nuovo update Discovery Tour, che permette di esplorare l’Antico Egitto in una modalità senza combattimenti o missioni della storia. La modalità non ha mancato di far discutere a causa della scelta di censurare le nudità nei monumenti da parte di Ubisoft, decisione che secondo la software house è stata dettata dal bisogno di abbracciare un pubblico più ampio possibile.