Dopo aver finalmente tolto i veli da Burnout Paradise Remastered, versione rimasterizzata di uno dei racing arcade più amati di sempre, Electronic Arts ha pubblicato su PlayStation Store e Xbox Games Store la scheda del prodotto.

Navigando sulla pagina ufficiale su PlayStation Store, l’utente di Reddit BOZO_7 ha notato la presenza di una strana dicitura che faceva riferimento alla presenza di “acquisti in-game opzionali”, un modo elegante per fare riferimento all’odiato fenomeno delle microtransazioni.

Com’era lecito aspettarsi dopo il caso Star Wars Battlefront 2, la community ha iniziato a scaldarsi ma Electronic Arts è intervenuta prontamente, chiarendo subito la questione attraverso il tweet di un impiegato della software house, Ben Walke, che ha così commentato: “Abbassate i forconi, non sarà presente nessuna microtransazione o contenuto a pagamento”.

Polemiche placate quindi (o almeno per il momento), stando alle affermazioni del colosso californiano.

Burnout Paradise Remastered conterrà tutti i DLC rilasciati per il titolo originale e sarà reso disponibile su PS4 e Xbox One dal 16 marzo, mentre la versione PC verrà rilasciata durante quest’anno.