Uno dei grandi punti interrogativi del prossimo Assassin’s Creed Origins è la presenza o meno di sequenze di gioco ambientate nei giorni nostri, sequenze che hanno fatto storcere il naso negli ultimi capitoli della serie data l’assenza di pathos e la loro natura in prima persona.

Per quanto riguarda l’imminente Origins, gli sviluppatori non si erano ancora sbilanciati sull’eventuale presenza di sezioni nel presente all’interno del gioco, ma in una recente intervista a un blog brasilianoBruno Guérin di Ubisoft ha confermato la presenza all’interno del gioco di un nuovo tipo di Animus portatile, il 4.0, sulla falsariga di quello già apparso nella pellicola cinematografica di Assassin’s Creed.

Basterà attendere pochi giorni per scoprire cosa ha ideato Ubisoft per raccontare il collegamento dell’eventuale discendente di Bayek, protagonista della nuova avventura che sarà disponibile dal prossimo 27 ottobre per PC, PlayStation 4 e Xbox One.